Home > Automotive > Attualità > Ferrari Land: il primo parco europeo aprirà a Barcellona nell’aprile 2017

Ferrari Land: il primo parco europeo aprirà a Barcellona nell’aprile 2017

Se Abu Dhabi meravigliò non poco, Barcellona vuole emozionare e stupire regalando tensione e adrenalina

ferrari land barcellona

Realizzato su un’area riservata di 60.000 metri quadrati all’interno di PortAventura World Parks&Resort, grandissimo parco divertimenti a pochi passi da Barcellona, Ferrari Land costituirà un punto di forza del parco stesso e si rivelerà sicuramente un’attrazione per tutti gli appassionati delle quattro ruote ed ancor più per quelli del Cavallino rampante.

L’investimento di circa 100 milioni di Euro, che si è reso necessario per la realizzazione di Ferrari Land permetterà ai visitatori di sentirsi per un giorno un po’ piloti e di vivere quindi il tipo di emozioni che questi provano passeggiando per il paddock o calandosi negli abitacoli delle proprie monoposto oppure le più «semplici» sensazioni che si provano mettendosi al volante dei bolidi stradali di Maranello.

ferrari land barcellona

Sarà sufficiente sapere (precedendo una realtà che partirà dal 17 aprile del prossimo anno) che le montagne russe di Ferrari Land saranno le più alte d’Europa (con conseguente accelerazione in discesa…) mentre l’Acceleratore Verticale imprimerà ai suoi passeggeri un’accelerazione che li porterà da 0 a 180 km/h in soli 5 secondi e quando diciamo che la sensazione sarà pari a quella provata da un pilota di Formula 1 dovremmo essere nel vero poiché una monoposto della massima formula copre lo 0-200 km/h esattamente nello stesso tempo.

Chi invece, amando un po’ meno l’atmosfera da Luna Park, cerchi sensazioni più vicine alla realtà dovrà semplicemente fare la fila (o prenotarsi in anticipo) per calarsi nell’abitacolo di uno degli 8 simulatori di Formula 1 (simili a quelli operanti nel Museo Ferrari a Maranello) ed impugnare il volante di una «monoposto» del Cavallino; restando in tema, il parco metterà a disposizione del pubblico un simulatore di pit-stop che permetterà a due squadre di sfidarsi nel cambio delle gomme, come in un vero pit-stop in gara mentre i più piccoli potranno mettersi alla guida di piccole supercar elettriche su una pista da 500 metri.  Tra le tante attività presenti, i visitatori avranno anche la possibilità di provare le adrenaliniche torri bounce-back alte più di 55 metri.

ferrari land barcellona

Non bisogna però dimenticare che Maranello è Emilia Romagna e che questa Regione è terrà sì di motori ma anche di sapori (non per niente Enzo Ferrari era un noto buongustaio che amava intrattenere i suoi ospiti più cari o più importanti in «trattoria») e quindi, per creare un’atmosfera conviviale che spezzi «le fatiche» della guida e cali il visitatore in un’atmosfera tipicamente emiliana, saranno non solo strutture tecnologiche ma anche un complesso che si rifà all’architettura della Casa di Enzo Ferrari e, soprattutto, due trattorie.

Entrambe ispirate alle tradizioni emiliane e italiane (speriamo gestite da Chef italiani e con approvvigionamenti provenienti dal Bel Paese: nulla contro la cucina francese, anzi, ma le contaminazioni – in entrambi i sensi – sarebbe meglio evitarle).

ferrari land barcellona

Non mancheranno richiami ai più celebri monumenti d’Italia, dal Colosseo al Teatro alla Scala mentre è a tutt’oggi misteriosa la destinazione d’uso del grande edificio centrale ultra-moderno che sarà svelata in un secondo momento.

Strategica anche la location poiché Ferrari Land è posizionato proprio all’ingresso principale di PortAventura Park nelle cui immediate adiacenze si trova l’Hotel PortAventura.

ferrari land barcellona

PortAventura World Parks&Resort è un complesso dedicato al divertimento che accoglie ogni anno, senza Ferrari Land, 4 milioni di visitatori (da Francia, Russia e Inghilterra) numero che, secondo gli organizzatori, dovrebbe salire a 5 milioni grazie all’apertura del parco tematico della Ferrari che attirerà, secondo le indagini di marketing effettuate, anche turisti tedeschi, austriaci, svizzeri e italiani.

Come EuroDisney Parigi, anche PortAventura World Parks&Resort ha un’organizzazione ricettiva di tutto rispetto, articolata in quattro hotel 4 stelle e un hotel a 5 stelle, un centro congressi da 4.000 persone, 3 campi da golf e un beach club.

Sin dall’inizio i responsabili di Ferrari Land hanno tenuto a sottolineare le differenze rispetto al Ferrari World di Abu Dhabi poiché nell’impostare il progetto ci si è immediatamente ispirati al messaggio più autentico che la scuderia di Maranello trasmette ai suoi tifosi e più in generale a quanti apprezzano questo particolare tipo di «made in Italy» e l’intesa stabilita con il Costruttore di Maranello è stata così stretta che il progetto finale ha avuto l’approvazione della stessa Ferrari, che ha concesso l’uso del marchio in esclusiva europea per 30 anni.

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email