Home > Automotive > Auto > Nissan: debutta a Rio de Janeiro il «Bladeglider»

Nissan: debutta a Rio de Janeiro il «Bladeglider»

Da concept diventa prototipo per un’avveniristica auto elettrica ad alte prestazioni con guida centrale e due sedili posteriori

F1 BladeGlider 8 016 -

Nissan ha svelato il prototipo BladeGlider, un progetto basato su tecnologia a zero emissioni, performance di alto livello e design di rottura, il cui concept è stato per la prima volta mostrato al Tokyo Motor Show 2013 e la cui evoluzione è stata ora presentata in Brasile per mostrare le tecnologie del futuro che uniranno la Mobilità Intelligente di Nissan, il rispetto per l’ambiente, caratteristiche di guida da sport car ed integrazione nella società.

 

Carlos Ghosn, Presidente e Amministratore Delegato di Nissan Motor Co., Ltd ha dichiarato: “Questi prototipi rappresentano la visione di Nissan della Mobilità Intelligente, dove il piacere di guida si unisce alla responsabilità verso l’ambiente. Per Nissan gli appassionati di auto guardano avanti, verso un futuro a zero emissioni e BladeGlider è la perfetta dimostrazione di tutto ciò. È la vettura elettrica per chi ama le auto”.

I prototipi BladeGlider sono la dimostrazione del continuo impegno profuso da Nissan nello sviluppo di veicoli a zero emissioni e nuove tecnologie automotive che includono sistemi di guida autonoma e connettività: veicoli agili ed efficienti in grado di offrire una nuova dimensione di divertimento ed entusiasmo nella guida, grazie alla loro silenziosa propulsione elettrica ed alla loro aerodinamica.

Questi modelli dimostrativi sono caratterizzati da una configurazione avanzata del telaio, con una carreggiata anteriore stretta e una carreggiata posteriore più larga, per un’ottima efficienza aerodinamica e stabilità di marcia e a nostro avviso ricordano, come impostazione estetica – logicamente meno esasperata quantunque avveniristica – i prototipi da competizione «Zeod» che tanto scalpore fecero in occasione del loro debutto e della coraggiosa esperienza alla 24 Ore di Le Mans e ciò che di comune salta immediatamente all’occhio è la linea stretta e lunga, un po’ a «sigaro» comune ai due veicoli.

F3 Bladeglider 8 016

F5 BladeGlider 8 016

F4 BladeGlider 8 016

Dovendo adempiere ad una missione stradale, nel caso della Bladeglider, siamo in presenza di una linea di cintura alta e a grandi portiere a diedro che, incernierate posteriormente, facilitano l’ingresso e l’uscita dall’abitacolo del pilota quanto dei due passeggeri posteriori. Il tetto aperto del BladeGlider è rinforzato con una struttura di protezione anti ribaltamento integrata la cui chiara visualizzazione non è facilitata dall’angolazione delle due foto ufficiali ma che sembra comunque integrare i montanti del grande parabrezza con le sagome dei due roll-bar posteriori in modo da coniugare l’emozione di una vettura sportiva decappottabile con la sicurezza di un coupé.

I comandi dei sistemi di BladeGlider, montati sul volante, agiscono su un display all’avanguardia che mostra velocità, stato di carica della batteria, modalità di rigenerazione e curva di coppia. A fianco del display centrale ci sono due schermi, che trasmettono le immagini riprese dalle telecamere retrovisori montate appena dietro le ruote anteriori; questo sistema di ripresa ha ovviato al montaggio dei classici specchi retrovisori montati sulle portiere anteriori, migliorando così l’efficienza aerodinamica del BladeGlider.

Le persone a bordo siedono in formazione a freccia (1+2): il sedile centrale del conducente è posto davanti a quelli dei due passeggeri che, essendo disassati, offrono ai relativi occupanti ampio spazio per le gambe mentre la vista è panoramica per tutti, grazie al parabrezza continuo lungo tutto l’abitacolo.

AP BladeGlider 8 016 (1)

L’alimentazione è al 100 per cento elettrica con batteria e del motore sviluppati dalla Williams Advanced Engineering, partner tecnico di Nissan per BladeGlider che ha messo a disposizione un complesso che contribuisce in maniera considerevole alle prestazioni complessive dell’auto; l’alimentazione è fornita da una batteria ad alte prestazioni da 220 kW agli ioni di litio in cinque moduli (sistemi di raffreddamento su misura sono stati sviluppati sia per la batteria che per i motori) mentre la trazione è assicurata da due motori elettrici da 130 kW, uno per ciascuna ruota posteriore.

Il sistema di trazione è dotato di «torque vectoring», che controlla la distribuzione della coppia fra le ruote motrici, inviando automaticamente maggior coppia alla ruota esterna ogni qual volta l’auto inizia a sottosterzare; progettato per migliorare l’esperienza di guida piuttosto che governarla, questo sistema ha tre regolazioni: disattivato, agile e modalità «drift».

Ed infine le prestazioni di questi modelli dimostrativi, che sono da vera sportiva: la velocità massima supera i 190 km/h*, mentre per lo scatto 0-100 km/h occorrono meno di 5 secondi*.

Gli interni di BladeGlider riflettono l’orientamento sportivo della vettura, con cinture di sicurezza a quattro punti di attacco per ogni occupante: si potrebbe pensare che in Nissan si siano ispirati più ai «track-days» che non alla guida di tutti i giorni anche perché – per ragioni di sicurezza (velocità di sgancio e svincolo dagli «spallacci») – le cinture a quattro punti non sono «facilmente» omologabili. I sedili offrono un supporto considerevole alla zona lombare e alle gambe del guidatore e dei passeggeri. I rivestimenti sono costituiti da un insieme formato da stoffa e resina epossidica che formano un insieme resistente, piacevole al tatto e anti-scivolo, in grado di mantenere gli occupanti al loro posto in modo sicuro e confortevole.

Due i colori disponibili: Cyber Green e Stealth Orange. Questi colori sono utilizzati nella parte superiore del retro del sedile e incorniciati con un materiale argentato riflettente, per creare un aspetto accattivante e sportivo.  La base dei sedili è rivestita con un materiale nero modellato con una banda verde e arancione che incornicia il cuscino.

Dei due BladeGlider presentati a Rio de Janeiro, uno rimarrà in esposizione statica all’Olympic Park, mentre l’altro sarà utilizzato per le prove dinamiche con la stampa e i VIP.

 [ Giovanni Notaro ]

 

 

Caratteristiche tecniche: BladeGlider

 Velocità max  >190 km/h (115 mph)*
 Accelerazione 0-100 km/h (62 mph)  <5 secondi*
 Potenza  200 kW (268 cv)
 Coppia  707 Nm
 Peso  1.300 kg
 Lunghezza  4.300 mm
 Larghezza  1.850 mm
 Altezza  1.300 mm
 Passo  2.800 mm

 

* Valori stimati

Print Friendly, PDF & Email