Home > Automotive > Auto > Bentley Bentayga by Startech, oggetto del desiderio…

Bentley Bentayga by Startech, oggetto del desiderio…

Dal tuner tedesco la prima personalizzazione al mondo del SUV inglese da oltre 3 tonnellate che raggiunge i 300 km/h

01_Bentayga Startech

Se Brabus è un marchio apprezzato in tutto il mondo per gli up level su base Mercedes, Startech è un suo brand che si occupa prevalentemente di vetture inglesi, Jaguar, Land Rover e ora anche Bentley. Solo Startech poteva osare di mettere le mani su una vettura top di gamma come la Bentayga, il SUV prodotto dalla Casa inglese icona mondiale del lusso: Bentley.

L’intervento di Startech riguarda principalmente l’aspetto estetico, reso più sportivo con i nuovi paraurti anteriore e posteriore, studiati in modo da migliorare l’aerodinamica e il raffreddamento. Confrontando il frontale del modello di origine con quello realizzato da Startech, si nota l’inserimento di uno spoiler sagomato in carbonio e un aero flap inserito nelle prese d’aria laterali di maggiori dimensioni. Con questi leggeri interventi, è stata migliorata la deportanza dell’avantreno che ora non si alleggerisce più alle alte velocità.

Inoltre, nella parte inferiore è scomparsa la piastra di protezione in alluminio, particolare che senz’altro rimarca la possibilità di mettere le ruote fuori dall’asfalto, anche se difficilmente qualcuno lo farebbe con una Bentayga, è pur sempre una Bentley.

La sportività della vettura si riscontra anche nella parte posteriore, con il paraurti completamente ridisegnato e disponibile anche in tinta carrozzeria, pur evidenziando nella parte centrale un estrattore d’aria in carbonio con al centro una luce Led rettangolare, come nella Formula 1, con la funzione di retronebbia.

06_Bentayga Startech

Ai lati fuoriescono 2 coppie di terminali di scarico satinati che confermano la presenza del nuovo impianto specificatamente realizzato da Startech. Come in altri modelli del tuner tedesco, il sound può essere regolato dal posto di guida selezionando la posizione silenziosa «Coming Home», oppure «Sport», per liberare anche acusticamente tutta la potenza del W12 twin-turbo da 6 litri e 600 cavalli.

07_Bentayga Startech

Nella vista laterale si nota una differenza nei sottoporta, ora meno tondeggianti, che si raccordano con i codolini dei passaruota maggiorati della serie Widebody. Oltre che conferire un aspetto più sportivo, consentono di alloggiare i cerchi 10,5”x 23” della serie Monostar S; sono prodotti con una speciale forgiatura che consente di ridurre del 15% il peso rispetto ai cerchi in lega convenzionali. Gli pneumatici Sport Contact 6, nella misura 295/35 ZR, sono stati sviluppati specificatamente da Continental per la Bentayga, un SUV che a pieno carico supera le 3 tonnellate e può raggiungere i 300 km/h.

08_Bentayga

Le sospensioni sono quelle di serie, pneumatiche a controllo elettronico e regolabili su 4 livelli in base alla velocità e alla strada che si deve percorrere. Startech ha voluto ulteriormente migliorare questa scelta, consentendo alla Bentayga di abbassarsi di ulteriori 25 mm in modo da migliorare l’agilità di guida e la stabilità.

Gli interni di origine sono già perfetti, perciò Startech non ha voluto toccarli, però, come ogni vettura realizzata dall’azienda di Bottrop, la personalizzazione può essere illimitata e ogni cliente può scegliere tra vari tipi e colori di pelle per sedili e rivestimenti, legni preziosi o carbonio.

11_Bentayga

Per il momento anche il motore rimane quello di serie, ma è stato già confermato che è in fase di sviluppo un up-grade per aumentare di qualche cavallo… la potenza.

[ Paolo Pauletta ]

Print Friendly, PDF & Email