Home > Automotive > Attualità > Shell Eco-marathon Europe 2016: un «pieno» di successi per i Team italiani

Shell Eco-marathon Europe 2016: un «pieno» di successi per i Team italiani

L’Italia si conferma protagonista e migliora ulteriormente i già ottimi risultati degli ultimi anni

F1 SEM 2016

La Shell Eco-Marathon Europe, giunta alla sua 31° edizione, il più importante progetto di educazione e formazione sulla mobilità sostenibile, ha visto sfidarsi sulle strade del Queen Elizabeth Olympic Park di Londra dal 30 giugno al 3 luglio 200 team, provenienti da 29 Paesi europei.

Si tratta di squadre composte da studenti delle scuole superiori e delle università di tutta Europa, che hanno ideato e costruito, nel corso degli ultimi 12 mesi, veicoli in grado di percorrere la maggior distanza possibile con l’equivalente di un litro di carburante o un kWh di energia.

L’Italia ha portato in finale 6 team composti da studenti provenienti da Basilicata, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte con 2 veicoli nella categoria più tradizionale URBAN CONCEPT, e 4 in quella PROTOTIPI che include le auto con design avveniristici.

The IDRA, #206, a hydrogen prototype racing for team H2politO - molecole da corsa from Politecnico Di Torino, Italy, races on the track during day two of Make the Future London 2016 at Queen Elizabeth Olympic Park, Thursday, June 30, 2016 in London, UK. (James Cannon for Shell)

The IDRA, #206, a hydrogen prototype racing for team H2politO – molecole da corsa from Politecnico Di Torino, Italy, (James Cannon for Shell)

Il team H2polit0 molecole da corsa del Politecnico di Torino (6° classificato nel 2015) si è imposto su ben 20 team concorrenti, nella categoria PROTOTIPI alimentati a idrogeno; il suo «IDRAkronos», realizzato in fibra di carbonio e alimentato con una cella combustibile a idrogeno, avendo percorso 737 km con un solo metro cubo di combustibile (una distanza maggiore di quella che separa Torino da Roma), ha infatti ottenuto il 1° posto.

F3 SEM Escorpio 7 016

Ottimi risultati anche per il Team Zero C dell’ITIS Leonardo da Vinci di Carpi (MO) che, con «Escorpio Evo 2», un veicolo a batteria elettrica realizzato interamente in fibra di carbonio, ha conquistato il 2° posto percorrendo 736,1 km/kWh rispetto ai 600,8 km/kWh del 2015 con cui si era classificato in 6° posizione.

F4 SEM Faenza 7 016

Sul podio anche il team FAENZAnaftaRACING dell’ITIP L. Bucci di Faenza (RA) e l’Unibas Racing team dell’Università degli studi della Basilicata, entrambi al 3° posto rispettivamente nella categoria Prototipi Diesel, con il veicolo realizzato interamente in fibra di carbonio «FaBI Sparkless», e Prototipi a gas naturale compresso, con il veicolo «Potentia» che ha percorso 512,8 km/l rispetto ai 349 dell’edizione 2015 che gli avevano permesso di raggiungere il 27° posto.

Buone performance anche nella categoria URBAN CONCEPT dove il team H2polit0 – Molecules going hybrid del Politecnico di Torino e il team Mecc-H2 del Politecnico di Milano hanno ottenuto il 5° posto con veicoli alimentati a etanolo e a batteria elettrica.

classifica italia shell

“Anche quest’anno l’Italia si è distinta non solo per gli ottimi risultati raggiunti dalle squadre durante la competizione, ma anche per la passione e l’impegno profusi in ogni fase della gara” – commenta Valeria Contino, Responsabile Relazioni Esterne Shell Italia O.P. – “Gli studenti, provenienti da tutto il territorio nazionale, hanno combinato creatività e capacità di problem-solving grazie all’uso e all’applicazione di tecnologie avanzate, raggiungendo sempre più elevati standard di efficienza energetica”.

AP SEM 7 016t

Il successo straordinario della manifestazione viene confermato anche dall’affluenza di pubblico, con oltre 30.000 visitatori di tutte le fasce di età e la partecipazione di due legende dello sport come Pelé e Kimi Räikkönen i quali sono stati testimoni delle imprese e dei risultati degli studenti e dei loro veicoli. Inoltre, grazie al festival «Make the Future», è stata offerta l’opportunità al pubblico di osservare e vivere in anteprima gli aspetti che potrebbero rappresentare il futuro dell’energia.

Novità assoluta dell’edizione 2016 è stata la Drivers’ World Championship, una competizione globale dove i migliori team provenienti dall’Asia, le Americhe e l’Europa, si sono sfidati per decretare quale sia il veicolo più efficiente al mondo sul piano energetico.

Ad ottenere questo prestigioso riconoscimento è stata l’indonesiana Universitas Pendidikan. Il team è stato premiato con una settimana di formazione presso la Scuderia Ferrari a Maranello, dove i membri della squadra potranno incontrare il team della Formula 1 e ricevere preziosi consigli su come migliorare le proprie prestazioni in occasione della prossima edizione della Shell Eco-marathon.

Riconoscimenti Off-track: Italia ancora vincente

Shell, oltre a premiare i migliori veicoli ad alta efficienza energetica, riconosce la creatività e l’eccellenza emerse dalle performance assegnando gli Off-track Awards ai team che si sono fatti notare per l’innovazione tecnologica, il design, la sicurezza, la comunicazione e per coloro che meglio hanno saputo rappresentare lo spirito dell’evento.

Anche in questo caso il team piemontese H2polit0molecole da corsa si è distinto vincendo l’Off-track Awards per il design. «IDRAkronos», infatti, oltre ad essere stato giudicato quale veicolo efficiente, ecologico ed aereodinamico, è stato realizzato ponendo una particolare cura nei dettagli estetici.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email