Home > Automotive > HYUNDAI PORTA A GINEVRA LA i40, BELLA AMMIRAGLIA COREANA

HYUNDAI PORTA A GINEVRA LA i40, BELLA AMMIRAGLIA COREANA

Progettata e sviluppata presso l’R&D Europeo con sede a Rüsselsheim (Germania), questa innovativa wagon di segmento D, di gusto e stile europeo, guiderà Hyundai verso un nuovo posizionamento “modern premium”, un prodotto di fascia alta, ma a prezzi accessibili. Lunga 4,70 metri, i40 sarà inizialmente commercializzata in Italia (già dall’inizio dell’estate) nella versione wagon; naturalmente, disporrà del pacchetto di servizi Tripla 5: 5 anni di garanzia, assistenza stradale e controlli gratuiti. Secondo le previsioni dell’azienda, il segmento D europeo crescerà del 12,6% complessivo nei prossimi cinque anni; gli analisti del settore prevedono un volume di vendita complessivo di 890.000 unità a livello continentale entro il 2016. L’ambizioso obiettivo che si è posta Hyundai per i40 è quello di raggiungere 60.000 unità già nel 2012, contendendo alle rivali un posto nella Top 5 assoluta del segmento. Tracce del design della i40 si ritrovano già nella concept car Genus, l’idea Hyundai in merito ad una berlina di segmento D destinata all’Europa e dal design emozionale. All’epoca,  Genus  ha  contribuito  a formare una nuova identità aziendale, con  il  debutto della griglia esagonale – in seguito divenuto il vero marchio delle nuove Hyundai destinate al mercato europeo. Il grintoso design della i40 si ritrova anche all’interno della vettura, che vanta un passo lungo di 2,77 metri. Capacità di carico di rilievo, proporzionata ai grandi volumi interni, da 553 a 1719 litri con i sedili posteriori abbattuti. La nuova i40 sarà posta in vendita con quattro motorizzazioni Euro 5, due benzina e due diesel. Propulsori da 115 a 177 cavalli, con una coppia robusta che si estende lungo un ampio arco d’erogazione, rendono la i40 piacevole da guidare sia in città che fuori, ed in autostrada. Sarà disponibile un cambio manuale o automatico. In un segmento dove i diesel rappresentano oltre il 75% del totale, inoltre, Hyundai ritiene che il motore U-II 1,7 litri diesel da 136 CV diverrà in breve la motorizzazione più popolare, fra clienti privati e aziende. Il due litri GDI ‘Nu’ debutta, infatti, proprio sulla i40, elevando a livelli record i valori di coppia, e riducendo consumi ed emissioni. Il due litri benzina a iniezione diretta GDI eroga 177 Cavalli e 213 Nm di coppia se abbinato al cambio manuale a 6 rapporti, da fermo raggiunge i 130 km/h in 15,7 secondi, con 6,7 l/100 km (ciclo combinato) ed emissioni di CO2 di 156 g/km. Peraltro, a livello europeo, Hyundai si attende un rapporto di vendita 65/35% fra le versioni diesel e quelle a benzina. In termini di ecosostenibilità, la nuova i40 sarà equipaggiata con tutte le più recenti tecnologie  sviluppate  nell’ambito  del programma aziendale  “Blue Drive™”,  fra  cui  non mancano il dispositivo “Stop & Go” (ISG), pneumatici con ridotta resistenza al rotolamento e l’innovativo sistema di gestione dell’alternatore (AMS). Hyundai, inoltre, ha sviluppato nuove soluzioni dedicate alla i40 in tema di contenimento della rumorosità del propulsore diesel. Le prestazioni NVH, specie nei dati rilevati dall’esterno, sono così notevolmente migliorate grazie all’adozione di “Olografie Reciproche” (che hanno permesso di visualizzare l’effettiva riduzione della rumorosità ad una determinata frequenza) e dell’innovativo algoritmo diagnostico ADNA (Advanced Diagnostic Network Algorithm) per classificare le specifiche fonti di rumore. Le tante caratteristiche Hi-Tech adottate sulla nuova wagon includono l’assistenza al parcheggio (Smart-Parking Assist) ed il dispositivo che assiste il guidatore nel mantenimento della corretta corsia in movimento (Lane-Keeping Assist System), così come la connettività Bluetooth® con riconoscimento vocale e le mappe complete di navigazione – con anche la telecamera posteriore. In termini di comfort e praticità, i40 sarà disponibile con freno di stazionamento elettrico, sedili anteriori ventilati, schienale posteriore reclinabile e riscaldabile, oltre a dispositivi mai installati prima su una vettura del segmento D come il dispositivo di antiappannamento automatico del vetro anteriore e il volante riscaldabile. Anche i gruppi ottici sono alpasso con i tempi, con dispositivo di luci diurne sempre accese (di serie su tutte le versioni), in abbinamento ai fari allo xeno o alla strumentazione LCD più visibile (Supervision cluster): anche questi elementi contribuiranno a rendere i40 come l’ammiraglia della gamma Hyundai e del segmento D in Europa. La i40 adotta le più recenti tecnologie di sicurezza attiva e passiva per garantire la massima protezione degli occupanti. Di serie in diversi paesi continentali vi saranno ESP, ABS, Hill Start Assist Control (assistenza alla partenza in salita), VSM (Vehicle Stability Management, che gestisce la stabilità del veicolo) ed il ripartitore di frenata (Brake Assist System). In termini di sicurezza passiva, i40 può essere equipaggiata con fino a nove airbag – frontali, laterali ed a tendina, mentre quelli dedicati alle ginocchia del guidatore sono di serie su tutte le versioni. Hyundai intende fermamente continuare il proprio record di “5 stelle” di sicurezza (quattro vetture consecutive: i30, i20, ix35 ed ix20) e raggiungere anche con la i40 il massimo risultato nei test Euro NCAP.

Print Friendly, PDF & Email