Home > DueRuote > Continua la ripresa delle due ruote. Anche a febbraio la moto «tira»

Continua la ripresa delle due ruote. Anche a febbraio la moto «tira»

Dati di mercato confermano il trend positivo che è iniziato da oltre un anno e che vede, in questo primo bimestre, un +26,3% rispetto allo stesso periodo del 2015  

motodays_2016_01

Il mercato moto, fortunatamente dopo i tristemente noti anni di crisi, continua l’andamento positivo che fa registrare ormai quasi ininterrottamente da un anno e colleziona un altro risultato molto buono a febbraio: nei primi due mesi del 2016, il totale delle due ruote a motore vendute in Italia (moto e scooter immatricolati più veicoli 50 cc) raggiunge le 27.576 unità, +26,3% rispetto al primo bimestre 2015. In leggero progresso anche i «cinquantini», notizia nella notizia visto il deprimente andamento degli ultimi anni per questa fascia di cilindrata.

E, dopo gli exploit di EICMA e Motor Bike Expo, anche il Motodays di Roma, appena concluso e che chiude il «giro» delle fiere dedicate alla moto di autunno e inverno e a cui si riferiscono le foto, conferma che la passione per la moto è più viva che mai, con i suoi 145.000 visitatori che bissano il dato dello scorso anno.

motodays_2016_02

L’andamento generale

Prosegue il trend positivo e a febbraio fanno la parte del leone le immatricolazioni di targati, con ben 13.756 pezzi, pari ad un incremento del 38,8% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Il risultato, esaltante se solo si pensi alle recenti difficoltà degli anni scorsi, è frutto di una crescita che ha visto moto e scooter spalla a spalla, rispettivamente con 6.647 (+ 38,9%) e 7.109 (+ 38,7%) unità piazzate sul mercato nel secondo mese dell’anno

motodays 1 (11)

C’è poi da gridare quasi al miracolo per i 50 cc, finalmente in zona positiva, con un leggero aumento a 1.405 registrazioni nel mese e un +6,3%, dato che non si registrava ormai da anni con un continuo e inarrestabile declino di quella categoria che un tempo era un po’ il fiore all’occhiello di molti marchi italiani. Che poi in questo anno bisestile febbraio – che mediamente «pesa» per circa il 6% nel totale annuo – abbia beneficiato di un giorno i più nelle vendite sembra incidere poco visti lusinghieri risultati del mese che fa ben sperare per una primavera a tutto gas.

Nei primi due mesi del 2016 il totale delle due ruote a motore vendute in Italia (moto e scooter immatricolati più veicoli 50 cc) è pari quindi a 27.576 unità, con una crescita del 26,3% rispetto allo stesso bimestre 2015.

Le dichiarazioni di Corrado Capelli, Presidente ACMA

“Nonostante la congiuntura economica mostri ancora una crescita lenta e contrastata, le immatricolazioni presentano un indice più che positivo e sembra proprio che il mercato stia operando un cambio di passo nel suo complesso. A sostegno della domanda c’è un recupero delle persone occupate e una diminuzione dei costi dei carburanti, oltre alla necessità di sostituire veicoli per i quali l’acquisto è stato rimandato da anni – dichiara Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) – L’incertezza sullo sviluppo economico e la volatilità finanziaria ha intaccato leggermente la fiducia, sia delle imprese sia dei consumatori, ma sempre su livelli più alti della media dell’anno scorso. Il mercato dei mezzi di trasporto sta recuperando in termini di volumi più congrui all’importanza del nostro Paese. In particolare le 2 ruote a motore vedono un’ottima accoglienza delle novità presentate ad EICMA, evidentemente molto attese, che si traducono in un impennata delle vendite con la disponibilità dei modelli nelle concessionarie. Contemporaneamente anche l’interesse per l’usato appare coerente con l’aumento dell’uso delle 2 ruote. Speriamo che anche le decisioni che emergeranno sulle modifiche al Codice della Strada possano aiutare il corretto sviluppo del settore”. 

motodays_2016_03

L’immatricolato

Il primo bimestre del 2016 certifica una significativa crescita dell’immatricolato con 24.811 veicoli a gennaio-febbraio 2016 e un +29,5%. Il dato deriva da un ottimo andamento delle moto con 11.570 vendite e un +34,4%, seguite dalla forte crescita anche negli scooter, con volumi maggiori a quota 13.241 veicoli immatricolati per un incremento pari al +25,5%. I veicoli 50cc nei primi due mesi del 2016 consolidano finalmente una crescita e registrano 2.765 veicoli con un +3,4%.

motodays_2016_04

Gli scooter

L’analisi per cilindrata delle immatricolazioni di scooter «targati» (over 50 cc) sottolinea un risultato superiore alla media per gli scooter 125 cc che da soli valgono un quinto del mercato con 4.644 unità immatricolate e un +33%, seguiti dal segmento 300-500 cc con 4.316 unità e un +37,8%; gli scooter da 150 fino a 250 cc con 3.240 unità crescono del +13,5%. Solo i maxiscooter oltre 500 cc arretrano, con 1.041 vendite e un -2,6%.

motodays_2016_05

Le moto

Per le moto over 50 cc si delinea uno scenario articolato. Le cilindrate oltre 1.000 cc totalizzano 3.182 unità immatricolate, in  aumento del +23,6%. Si registra un boom per le moto tra 800 e 1.000 cc con 3.742 unità e un +62,1%. Le medie cilindrate tra 600 e 750 cc con 1.835 moto si portano ad un +18,1%; nella fascia da 300 fino a 500 cc si registrano 1.492 moto in salita del +32%. Solo 452 pezzi e un -1,3% per le 150-250 cc; in forte ripresa le 125 cc con 867 moto e un +48,7%.

motodays_2016_06

I segmenti

L’andamento dei segmenti della moto «targata» accentua la leadership delle enduro stradali con 4.778 unità e il trend più dinamico, pari al +53,4. Le naked con 3.741 unità segnano un +28,7%; seguono le moto da turismo con 924 immatricolazioni e un +26,9%, stabili le custom con 892 unità e un leggero progresso del +1,1; le sportive con 623 pezzi e un +38,4%, infine le supermotard con 384 moto spuntano un +51,8%.

[ Alessandro Cortellessa ]

In collaborazione con ANCMA

Foto Press Motodays

Print Friendly, PDF & Email