Home > turismo > itinerari > IL ‘TEMPO DEGLI ASPARAGI’

IL ‘TEMPO DEGLI ASPARAGI’

Itinerari gustosi nei dintorni di Bolzano, per un autentico km 0. Nel territorio che circonda Bolzano, l’arrivo della bella stagione è segnato da un appuntamento gastronomico legato alla tradizione degli asparagi locali.

Nell’area vacanze Bolzano Vigneti e Dolomiti (www.bolzanodintorni.info) tra vigneti e meleti in fiore, Terlano in primavera, diventa la capitale degli asparagi, con pregiati vini bianchi, passeggiate nei campi, degustazioni e giornate a tema. A Terlano, lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige nell’ampia valle soleggiata che collega Bolzano a Merano, si coltiva una delle varietà più pregiate di asparago, noto per la delicatezza dei suoi turioni. Questo ortaggio, prodotto sotto il marchio di garanzia Margarete, ha una colorazione bianca, una leggera velatura rosata sulla punta e nel gambo e una lunghezza tra i 17-22 cm. Si tratta di una produzione di nicchia e per appassionati gourmet, la quantità che se ne produce non supera i 55.000 kg l’anno e soprattutto va rigorosamente consumato a poche ore dalla sua raccolta. Per questo, può essere degustato e acquistato solo sul posto. Nei mesi di aprile e maggio, per il ‘Tempo degli Asparagi’, si possono trovare in nove ristoranti prelibatezze a base di asparagi coltivati esclusivamente sul posto e accompagnati da un vino bianco imbottigliato appositamente per l’occasione dalla Cantina di Terlano, il ‘Vino d’Asparagi’ Sauvignon DOC. Questi nove ristoranti si trovano tra Terlano, Vilpiano e Settequerce, e ogni giorno preparano piatti a base di asparagi freschi.  Gli appuntamenti interamente dedicati a questa primizia, sono il 25 aprile con un percorso di scoperta sul campo e l’8 maggio, la giornata di ‘Festa degli Asparagi’, un appuntamento gastronomico ispirato alla tradizione locale. L’asparago di Terlano deve il suo sapore inconfondibile al terreno sabbioso lungo il fiume Adige dove viene coltivato. La terra di questo tipo, permeabile e fertile, viene preparata in bei cumuli allineati che coprono le piantine interrate. E’ solo da metà marzo a fine maggio, che dalla terra riscaldata dai primi raggi, iniziano a sbucare i prelibati asparagi. Ogni giorno il prodotto freschissimo arriva a destinazione, perfettamente preservato nei suoi aromi, talvolta raffreddato sul campo con il ghiaccio perché arrivi sempre fresco sulle tavole. Il marchio Margarete è la denominazione protetta con cui si riconoscono gli asparagi di Terlano, a garanzia di qualità e origine. Questa produzione viene servita entro un giorno dalla raccolta, nei nove ristoranti del ‘Tempo d’Asparagi’ e cucinata secondo l’estro creativo degli chef che uniscono alla tradizione nuovi accostamenti. Gli asparagi Margarete si possono acquistare direttamente presso la Cantina di Terlano (solo in aprile e maggio) in Via Silberleiten 7, a Terlano – tel. 0471 256400
lu.-sa. ore 8-12 e 14-18 – do. ore 9-10. Il ‘Vino d’Asparagi’ è nato nella Cantina di Terlano, proprio per affiancare, con appropriate  aromaticità, un piatto di profumati asparagi primaverili. L’etichetta corrisponde alle uve di Terlano Sauvignon DOC, vitigno che a Terlano cresce su terreno ricco di minerali, vicino a quello dove crescono gli asparagi e che rende così delicato il loro sapore. Il vino ha un colore paglierino brillante e un profumo con sentori floreali di sambuco, ortica e note di peperoni verdi. Fresco ed equilibrato, ha una lunga persistenza in bocca e viene imbottigliato dalla Cantina di Terlano esclusivamente per questa speciale occasione, per essere servito nei ristoranti durante il ‘Tempo degli Asparagi’. Oltre che per il Sauvignon dedicato agli asparagi, la Cantina di Terlano è rinomata anche per la fama dei suoi vini bianchi maturi, dal grande corpo e struttura. Mentre solitamente i vini bianchi sono consumati giovani, una parte di produzione di questa cantina si è caratterizzata per vini bianchi che, grazie all’alto contenuto minerale, possono affinarsi anche per vari anni, continuando a dimostrare straordinarie caratteristiche di freschezza e aromaticità. La sede della Cantina di Terlano vale una visita, oltre che per assicurarsi delle bottiglie di grande valore, anche per ammirare la spettacolare ristrutturazione architettonica, con maestose lastre di rocce di porfido e di ferro ossidato, a simboleggiare la presenza di minerali e ferro nei terreni dei suoi vigneti. Un viaggio nella cultura enogastronomica del posto, a passeggio tra i campi a cumuli allineati, circondati dai vigneti. Per tutti i curiosi gourmet, il 25 aprile 2011 è una data da segnare sul calendario, per partecipare a un percorso culinario per conoscere tutti i segreti della produzione e della degustazione dell’asparago di Terlano. Dalle 9.30 alle 16.30 circa, un’intera giornata passata ad ascoltare i segreti della coltivazione di questi pregiatissimi asparagi direttamente da chi vigila sulla loro qualità, assaporare le specialità gastronomiche della tradizione di Terlano, visitare le bellezze artistiche e naturali dei dintorni. E ovviamente acquistare perlacei mazzi di asparagi, appena colti.

Print Friendly, PDF & Email