Home > Automotive > Attualità > Le Audi adottano il cruscotto digitale

Le Audi adottano il cruscotto digitale

A breve su tutti i modelli con i quattro anelli il Virtual Cockpit

01_Audi Virtual Cockpit

Il cruscotto digitale Virtual Cockpit che aveva debuttato lo scorso anno sulla TT per poi essere stato inserito anche sulle Q7, R8 e A4, sarà inserito su tutti i modelli del Marchio.

I prossimi, sui quale sarà possibile disporre di questo optional, saranno la Q5, che debutterà a metà del 2016, e la A3, che verrà proposta con un facelift come Model Year 2017.

Oltre all’aspetto cromatico e alla sua presenza di fronte al guidatore, al centro della strumentazione, il Virtual Cockpit si avvale del sistema Tegra 3 quad-core con un processore dedicato che consente di visualizzare video, suono e immagini sul Visual Computing Module (VCM) da 12,3” realizzato da Nvidia, l’azienda tecnologica della Silicon Valley che sta sviluppando il sistema di guida autonoma visto recentemente al CES di Las Vegas.

Tra le modalità personalizzabili a piacere del guidatore in modo da visualizzare le informazioni preferite, c’è naturalmente anche il navigatore MMI Plus con mappe 3D Google Earth.

06_Audi Virtual Cockpit

Probabilmente questo accessorio non sarà richiesto per gli utenti che richiedono le versioni entry level, ma la possibilità di equipaggiare la propria Audi con questo innovativo cruscotto è stata confermata da Ricky Hudi, vice-Presidente esecutivo per lo Sviluppo Elettronico di Audi.

[ Paolo Pauletta ]

Print Friendly, PDF & Email