Home > News > Renault: risultati finanziari 2015

Renault: risultati finanziari 2015

Nel 2015, il fatturato del Gruppo si attesta a 45.327 milioni di euro, registrando un incremento del 10,4% rispetto al 2014. A tasso di cambio costante, l’incremento è del 10,6%.

Il fatturato del Ramo Auto si attesta a 43.108 milioni di euro, con un incremento del 10,9%, grazie all’aumento dei volumi delle Marche del Gruppo e delle vendite ai partner.

L’effetto prezzo contribuisce positivamente, grazie soprattutto agli aumenti attuati in alcuni Paesi emergenti per compensare l’effetto negativo del calo delle valute mentre il margine operativo del Gruppo si attesta a 2.320 milioni di euro (+44,2%), rispetto a 1.609 milioni di euro nel 2014 e rappresenta il 5,1% del fatturato (3,9% nel 2014).

Il margine operativo del Ramo Auto registra un incremento di 638 milioni di euro (+74,4%), con 1.496 milioni di euro, e rappresenta il 3,5% del fatturato (rispetto al 2,2% nel 2014). Questa performance è indotta dalla crescita dei volumi (480 milioni di euro) e dal costante impegno nella riduzione dei costi (527 milioni di euro).

Viceversa, l’effetto mix/prezzi/arricchimento è negativo di 379 milioni di euro (in particolare a causa dell’impatto sfavorevole di alcuni modelli a fine vita e della norma Euro6) mentre

gli impatti delle divise e delle materie prime sono lievemente favorevoli, rispettivamente di 22 milioni di euro e 61 milioni di euro.

Il contributo del Finanziamento delle vendite al margine operativo del Gruppo raggiunge 824 milioni di euro, rispetto a 751 milioni di euro nel 2014.     Tale incremento è ascrivibile, in particolar modo, al crescente sviluppo dei servizi. Il costo del rischio migliora, attestandosi allo 0,33% dei finanziamenti fruttiferi medi, rispetto allo 0,43% nel 2014.

Gli altri proventi e oneri operativi sono negativi, con 199 milioni di euro (504 milioni di euro in negativo nel 2014), essenzialmente a causa di oneri correlati all’accordo di competitività in Francia e a costi di ristrutturazione in altri Paesi.

Il risultato della gestione corrente del Gruppo si attesta a 2.121 milioni di euro, rispetto a 1.105 milioni di euro nel 2014. Questo miglioramento è indotto dall’incremento del margine operativo e dalla forte riduzione degli altri oneri operativi.

Il contributo delle imprese associate rappresenta 1.371 milioni di euro, rispetto a 1.362 milioni di euro nel 2014 e più precisamente:

► Nissan: 1.976 milioni di euro nel 2015, rispetto a 1.559 milioni di euro nel 2014.

► AutoVAZ: la congiuntura eccezionalmente difficile in Russia (mercato che si contrae del 35%, corso medio del rublo che perde il 33%, tassi d’interesse in aumento), disallineata rispetto alle previsioni, ha indotto una perdita per Renault di 620 milioni di euro.

Il risultato netto si attesta a 2.960 milioni di euro (+48,1%) e il risultato netto di pertinenza del Gruppo a 2.823 milioni di euro (10,35 euro per azione, rispetto a 6,92 euro per azione nel 2014, in aumento del 49,6%).

Un dividendo di 2,40 euro per azione, rispetto a 1,90 euro l’anno scorso, sarà presentato all’approvazione della prossima Assemblea Generale degli azionisti.

Le buone prospettive di crescita del mercato (a fronte di una flessione fra il sei e 12% dei mercati brasiliano e russo, la crescita a livello mondo – 2016 su 2015 – dovrebbe attestarsi tra l’1% e il 2% rispetto al 2015 a livello mondiale, 2% a livello europeo e francese, dal +4% al +5% la Cina ed 8% l’India).

In tale contesto, il Gruppo Renault punta a incrementare il fatturato del Gruppo (a tasso di cambio costante), a migliorare il margine operativo del Gruppo ed a generare un freecashflow operativo positivo del Ramo Auto.

Print Friendly, PDF & Email