Home > Automotive > Auto > Nissan: 2015 da record e per il 2016 si punta su crossover e veicoli elettrici

Nissan: 2015 da record e per il 2016 si punta su crossover e veicoli elettrici

Quest’anno Nissan X-Trail avrà in omaggio il sistema Safety Shield, una delle basi per la guida autonoma che Nissan vuole offrire entro il 2020

F1 NISS AUTON 01 016

Quota di mercato in crescita, consegna di auto in aumento e segno positivo anche per le elettriche: sono i frutti di lavoro e strategie mirate, come dichiara Bruno Mattucci, Amministratore Delegato di Nissan Italia: “Abbiamo raggiunto una quota di mercato del 3,7%, un dato mai ottenuto prima.    Abbiamo registrato numeri in crescita per le consegne di autovetture. Abbiamo conseguito un risultato eccellente nel mondo dei veicoli elettrici che ancora non esprimono volumi importanti ma danno un segno della tendenza per la mobilità del futuro. Insomma, il 2015 è stato un anno da record assoluto. Un primato costruito sull’impegno e sulla dedizione degli uomini e della rete di vendita di Nissan Italia, capaci di sfruttare al meglio l’affermazione dei crossover. Il mercato si sta muovendo in quella direzione e noi con Qashqai, X-Trail e Juke riusciamo a soddisfare le esigenze dei consumatori”.

2016: gli obiettivi crescono

Con un mercato previsto in crescita, nel 2016 intorno a 1,8 milioni di veicoli – chiarisce Mattucci – vogliamo consolidare il risultato appena ottenuto e confermare la nostra quota di mercato. Questo, di conseguenza, significa crescere ancora nei volumi. Continueremo a puntare sui crossover e a promuovere la mobilità elettrica, che riteniamo sia l’unica alternativa possibile e sostenibile oggi alla mobilità tradizionale”.

Guida autonoma nel 2020

F2 NISS AUTON 01 016

Il 2016 segna, però, anche l’inizio della «road map» della Casa giapponese verso la guida autonoma che, come spiega lo stesso Mattucci, avverrà secondo tre «step»: “L’obiettivo di Nissan è arrivare a immettere sul mercato nel 2020 un veicolo a guida totalmente autonoma.    Questo target verrà raggiunto attraverso tre fasi. Quest’anno introdurremo dei dispositivi che in condizioni di traffico consentono al mezzo di mantenere automaticamente sia la traiettoria sia la posizione relativa rispetto agli altri veicoli. Il secondo «step», previsto per il 2018, prevede l’introduzione di funzioni in grado di gestire anche le manovre di sorpasso, sempre in condizioni di traffico impegnativo. Infine, appunto, nel 2020 proporremo l’auto completamente autonoma”.

Il Nissan Safety Shield

È una delle basi per lo sviluppo della guida autonoma; si tratta di un sistema di sicurezza proattiva – da inizio anno in omaggio su Nissan X-Trail Acenta Premium con finanziamento – i cui componenti sono:

■ Il Sistema di rilevamento attenzione del guidatore: riconosce lo stile di guida del conducente, esegue un monitoraggio continuo dei suoi input e se le sue azioni sullo sterzo denotano una mancanza di attenzione, il sistema attiva un segnale di allarme sul cruscotto, per invitare il guidatore a fermarsi e riposare.

■ Il Sistema di frenata di emergenza: utilizza un radar integrato che analizza la strada ed in caso di presenza di un ostacolo sulla carreggiata, non rilevato per distrazione dal guidatore, agisce automaticamente sul sistema frenante.

■ L’Avviso cambio di corsia involontario: avverte immediatamente il guidatore qualora il veicolo cambi traiettoria, senza che sia stato attivato l’indicatore di direzione.

■ Sistema di copertura degli angoli ciechi, segnala con una spia luminosa la presenza di veicoli nei cosiddetti «coni d’ombra», ovvero nelle zone non «coperte» dagli specchietti retrovisori.    Inoltre, se il conducente attiva gli indicatori di direzione per cambiare corsia, ma il sistema rileva una potenziale collisione, la spia lampeggia accompagnata da un allarme acustico.

■ Sistema di allerta oggetti in movimento segnala la presenza di qualsiasi cosa si stia muovendo in prossimità della vettura mentre si effettuano manovre, garantendo la massima protezione degli occupanti del veicolo e degli altri utenti della strada.

Il Nissan Safety Shield è disponibile anche su tutta la gamma Nissan Crossover (X-Trail, Qashqai, Juke), così come su Nissan Pulsar e Nissan Note.

Per comprendere l’utilità del Nissan Safety Shield basta ricordare che secondo i dati ISTAT 2014, in Italia si sono registrati 177.031 incidenti stradali, il 75,5% dei quali in città.

Dagli studi condotti dal Nissan Technical Centre di Cranfield (Inghilterra), emerge che la «distrazione alla guida» è causa del 78% degli incidenti su strada e del 65% di quelli in fase di manovra. Pertanto, è facile capire come la tecnologia a supporto dell’attenzione del guidatore possa rappresentare una valida soluzione atta a prevenire situazioni spiacevoli per tutti gli utenti della strada, soprattutto per i più deboli.

Nissan è impegnata da tempo nella Ricerca e Sviluppo di soluzioni tecnologiche per la prevenzione e riduzione degli incidenti stradali. Il Nissan Safety Shield è la soluzione per il presente mentre l’obiettivo per il futuro è mettere in campo tecnologie ancora più innovative per raggiungere «zero mortalità» in caso di sinistri.

F3 NISS AUTON 01 016

Per questo, entro il 2020, Nissan lancerà una gamma di veicoli dotati di guida autonoma. Auto intelligenti che sapranno riprodurre automaticamente lo stile di guida del conducente del veicolo e saranno capaci di compensare l’errore umano, che oggi è causa di oltre il 90% di tutti gli incidenti automobilistici.

[ Redazione Motroi360 ]

Print Friendly, PDF & Email