Home > Automotive > Tokyo Motor Show NAPAC 2016

Tokyo Motor Show NAPAC 2016

Da non confondere con il Salone di Tokyo, oltre 320.000 appassionati del tuning hanno potuto ammirare le più recenti novità proposte prevalentemente dai costruttori giapponesi

In un Paese con una industria automobilistica ai vertici mondiali e in una città immensa come Tokyo non c’è da sorprendersi se, nel corso dell’anno, vengono organizzati due Saloni dell’automobile. Il tradizionale Salone di Tokyo giunto nel 2015 alla sua 44 edizione, si svolge dal 2005 ogni due anni, normalmente a ottobre presso il quartiere fieristico Big Sight, prospiciente la baia della città, mentre questo Tokyo Motor Show NAPAC (Nippon Auto Parts Aftermarket Committee) si tiene nel quartiere fieristico Makuhari Messe nella prefettura di Chiba che si trova dall’altra parte della baia. Nei 3 giorni di questa versione giapponese del SEMA di Las Vegas oltre 320.000 appassionati del tuning hanno «invaso» i padiglioni per vedere le più recenti novità proposte prevalentemente dai costruttori giapponesi.

SUBARU

Subaru nel suo ampio stand ha esposto 8 modelli realizzati dal brand STI (Subaru Technical International) a rappresentare le varie declinazioni per le competizioni dell’esclusivo sistema di trazione integrale abbinato all’altrettanto esclusivo motore boxer.

Oltre alle WRX STI che hanno conquistato il 1° e 2° posto nel Campionato Rally giapponese 2015, anche la WRX STI NBR che parteciperà alla prossima 24 Ore del Nürburgring e la BRZ 300 GT per il campionato giapponese Super GT 2016.

LEXUS

08_Tokyo NAPAC

Lexus ha riproposto a Tokyo la LC500 che ha debuttato al NAIAS di Detroit alcune settimane fa in una nuova finitura Pearl White. Questa coupè a 4 posti è l’evoluzione del concept LF-LC del 2012 ed è equipaggiata con un motore V8 da 5 litri da 470 cv.

Si può apprezzare la sua costruzione altamente tecnologica e di avanguardia osservando lo «scheletro» esposto dove si può notare lo spaceframe in acciaio ad alta resistenza sul quale vengono fissati i pannelli della carrozzeria con portiere in alluminio. Gli interni sono elegantemente rifiniti con selleria in pelle e pannelli in fibra di carbonio. Con lo stesso materiale può essere richiesta la finitura del tetto in alternativa al vetro di serie.

MAZDA

Mazda da parte sua ha esposto due esemplari di grande effetto e richiamo per il pubblico, la RX-Vision, vista allo scorso Salone di Tokyo e la LM55 Vision Gran Turismo, ora non più solo virtuale, realizzata nel 2014 per la PlayStation®3.

Tanto per ricordare, la RX-Vision è l’erede della sportiva RX-8 uscita di produzione nel 2011 e della quale eredita anche il motore rotativo, ma uno Skyactiv-R di ultima generazione che eroga oltre 300 cv.

Oltre a queste supercar il costruttore giapponese ha esposto anche la nuova roadster MX-5 in una inedita versione RS Racing nell’esclusivo colore Brilliant Black con rifiniture Mazda Speed anche per gli interni. Al fine di renderla fruibile sia su strada che in pista, adotta sospensioni regolabili e una rimappatura della centralina per esaltarne le prestazioni.

A conferma dell’indole sportiva del modello, è stato confermato che dal suo lancio sono già stati venduti 90 esemplari nella versione Cup Car per partecipare al Campionato mondiale monomarca. In questo campionato debutterà anche il team Mazda Women Motorsport con la leader Keiko Ihara alla 12 Ore di Sebring.

In occasione di questo Motor Show, il CEO di Mazda Motor America, Asahiro Moro ha confermato il totale supporto di Mazda per le vetture equipaggiate con il nuovo motore LMP2 nel Campionato WeatherTech SportCar US 2016.

DAIHATSU

Daihatsu ha approfittato di questo Motor Show per esporre il concept Copen Adventure, realizzato sulla base della spyder Copen, è stata realizzato dal Dress Formation Design alla fine di un concorso che ha coinvolto 338 studenti designer.

Il vincitore di questo Award è uno studente di 25 anni KoshiBan Keisuke che è stato premiato nel corso di una cerimonia dal CEO di Dahiatsu Mitsui Masanori il quale ora dovrà decidere se dare un seguito produttivo a questo concept.

25_Tokyo NAPAC

Delle altre vetture esposte, alcune erano già state viste nei vari Saloni del 2015, altre sono dei Model Year 2016, anche se prevalentemente concept o show car, cioè realizzati solo per questi Motor Show (vedi gallery).

[ Paolo Pauletta ]

 

 

Print Friendly, PDF & Email