Home > Automotive > Auto > Golf VII GTI by Sidney Hoffmann

Golf VII GTI by Sidney Hoffmann

Più che un Tuning è un Custom dall’aspetto corsaiolo gradevole, almeno per gli «smanettoni»…

Al Motor Show di Essen gli appassionati del Tuning hanno potuto vedere le più belle realizzazioni da parte di maggiori Tuner, in prevalenza tedeschi. Vetture rifinite nei minimi particolari con prestazioni esaltanti, derivate dagli ultimi modelli di grandi marchi, BMW, Mercedes e Porsche, ma anche Ferrari e Lamborghini. Vetture esclusive riservate ad una clientela altrettanto esclusiva e con prezzi adeguati.

Siccome la passione per il Tuning e per il Custom coinvolge soprattutto giovani che non possono permettersi grosse cifre, la passione per le auto di Sidney «Sid» Hoffmann, probabilmente più conosciuto in Germania per alcuni programmi televisivi, lo ha portato nel 2012 ad aprire insieme all’amico Pedro «Piddi» Matos un’azienda di Custom che cura la personalizzazione di auto e moto a costi più accessibili, la Sidney Industries con sede a Dortmund.

05_Golf VII GTI by Sidney Hoffmann

Nello stand KW Automotive al Motor Show di Essen «Sid» Hoffmann ha presentato la sua Golf VII GTI realizzata applicando il Widebody Kit Rocket Bunny Pandem prodotto dell’azienda giapponese TRA Kyoto, necessariamente modificato perché viene stampato solo per la Golf a 4 porte.

Il kit è composto dallo spoiler anteriore, da quello posteriore sul tetto e dai parafanghi fissati con delle specifiche viti «a vista» che conferiscono un aspetto tipicamente racing con la larghezza del corpo vettura aumentata di 45 mm davanti e 70 mm dietro.

Necessariamente i parafanghi originali sottostanti vengono tagliati per consentire l’alloggiamento degli specifici cerchi Schmidt  CC-Line da 19” con 20 raggi e finitura bicolore rosso/cromo che alloggiano pneumatici Hankook 285/35ZR dietro e 275/40 ZR davanti.

Per le sospensioni è stato montato il kit «Variante 3» di KW Suspension che consente una regolazione personalizzata di estensione (16 click) e compressione (12 click) degli ammortizzatori a seconda dell’uso, stradale o competizione.

Come ormai in uso, la carrozzeria è stata rifinita dalla Check Matt di Dortmund con il sistema del Car Wrapping, ovvero con il vinile a caldo, una soluzione che consente di avere una finitura personalizzata ad un costo inferiore alla tradizionale verniciatura totale della vettura, inoltre, in caso di vendita della vettura, sotto rimane la vernice originale.  Nel caso di questa Golf VII presentata ad Essen, «Sid» Hoffmann ha scelto una finitura grigio opaco con il tetto che richiama la tappezzeria dei sedili della GTI prima serie.

[ Paolo Pauletta ]

Print Friendly, PDF & Email