Home > Automotive > Rifugi di stelle sulla neve in alta badia

Rifugi di stelle sulla neve in alta badia

Anche quest’inverno la valle più gourmand dell’intero arco alpino propone piatti stellati di chef nazionali e internazionali, accessibili a tutte le tasche.

I rifugi di montagna aprono le porte agli chef stellati internazionali. La vallata più gourmand delle Alpi e delle Dolomiti, divenute Patrimonio Naturale dell’Unesco, ripropone a partire da dicembre a fine marzo 2012 la terza edizione di “Sciare con gusto”, il nuovo modo di gustare la neve e la montagna che vede coinvolte le diverse realtà del territorio: i ristoranti stellati, i rifugi alpini e i masi. Il tutto all’insegna  dei prodotti dell’Alto Adige. Saranno diverse le iniziative rivolte all’ospite buongustaio.   In diversi rifugi sulle piste si potrà gustare durante tutta la stagione invernale, il piatto ideato con originalità da uno chef stellato internazionale. Tra i big Josean Martìnez Alija del Nerua, ristorante stellato del Museo Guggenheim Bilbao, che presenterà il suo piatto presso il rifugio Las Vegas. Al Pralongià troveremo Bobby Bräuer, lo chef pluripremiato del Petit Tirolia, il ristorante del Grand Tirolia di Kitzbühel. Il tedesco Martin Fauster del Königshof di Monaco di Baviera sarà invece presente all’Ütia Lée. Presso l’Ütia Mesoles troveremo il piatto di Andrea Aprea, il nuovo chef del ristorante milanese Vun presso il Park Hyatt. Sergio Mei del Four Seasons di Milano verrà associato al rifugio Col Alt e Alberto Faccani del Magnolia di Cesenatico all’Ütia Jimmy. Dall’Inghilterra Hywel Jones del The Park & Brasserie presso il Lucknam Park Hotel & Spa di Wiltshire, associato all’Ütia Arlara, il piatto di Giancarlo Morelli del Pomiroeu di Seregno potrà essere assaggiato al Club Moritzino al Piz La Ila. E per finire i tre dolomitici dell’Alta Badia: Norbert Niederkofler del St. Hubertus presso la Ütia Bioch, Arturo Spicocchi della Stüa de Michil presso la Ütia I Tablà e Fabio Cucchelli della Siriola presso Ütia Bambi.     E questo è solo l’inizio di una stagione che raggiungerà l’apice con la Chef’s Cup Südtirol, la rassegna eno-gastronomica che si svolgerà sempre in Alta Badia dal  22 al 27 gennaio 2012. Per la settima edizione, che durerà una settimana, sono attesi più di 100 chef tra i migliori al mondo insieme a importanti produttori di vini internazionali, in un connubio tra alta cucina, sport, divertimento e solidarietà. Gli chef stellati si cimenteranno non solo ai fornelli ma anche sulle piste, gareggiando sugli sci insieme ai personaggi internazionali del mondo dello sport. Il programma della settimana della Chef’s Cup 2012 prevede convegni, ski safari, corsi di cucina degli chef stellati dell’Alta Badia, molto divertimento di giorno sulle piste e poi la sera nei locali a valle e nelle baite in quota con musica e dance – www.chefscup.it <http://www.chefscup.it> .    Da non perdere, durante tutta la stagione invernale, la colazione tra le vette presso il rifugio Col Alto  e il Gourmet Skitour Santa Croce. Inoltre, il progetto “Sciare con gusto”  è accompagnato da altre gustose iniziative: i corsi di cucina ladina e di sci di fondo con Maria Canins, il piatto del fondista, il piatto etico e con gusto dei Dolomitici e il “Dé dl vin”, la giornata sugli sci dedicata ai vini altoatesini, che quest’inverno avrà luogo il 18 marzo 2012.   Colazione tra le vette con sciata in anteprima Assapora le piste in anteprima nel silenzio delle cime dolomitiche. Hai mai provato l’emozione di percorrere una pista da sci prima dell’apertura degli impianti di risalita, mentre i  primi raggi del sole illuminano di rosso fuoco le cime del gruppo del Sella e del Sassongher? Da quest’inverno è possibile sul Col Alto, la storica montagna sciistica di Corvara,dove nel 1947 il pioniere del Dolomiti Superski Erich Kostner costruì la prima seggiovia d’Italia. Ogni martedì e giovedì  mattina il rifugio Col Alt propone la salita con il gatto delle nevi dal centro di Corvara con partenza alle ore 06.50 e alle ore 07.20. Presso il rifugio si inizia la giornata con un’energetica colazione a base di prodotti altoatesini a 2.000 metri (latticini, formaggi e marmellate dei masi locali, miele, pane, speck, uova, mele e succhi di mele dei prodotti qualità Alto Adige/Südtirol.) per godersi il panorama e il silenzio  delle cime dolomitiche circostanti. E poi tutti in pista per raggiungere il fondovalle prima dell’apertura degli impianti di risalita. Un’esperienza unica, che rimarrà nei Tuoi ricordi per il resto della vita!  Rifugio Ütia Col Alt – Tel. 0471/836324   Connubio tra lezioni di fondo e di strudel insieme al mito dello sport. Tra i fornelli e sugli sci di fondo con Maria Canins. L’ex-campionessa nazionale è il filo conduttore della novità, che lega i corsi di cucina allo sci di fondo. Il martedì mattina Maria Canins insegna a preparare lo strudel presso il Camping Sass Dlacia. Il corso continua di mercoledì, stavolta però sugli sci di fondo, presso il Centro Fondo Alta Badia. Prenotazione obbligatoria negli uffici turistici.   Con il “dé dl’vin” un vino safari sugli sci Il 18 marzo 2012, l’Alta Badia porta i migliori vini altoatesini a 2000 m per una degustazione, accompagnata da speck, pane e formaggi targati Südtirol. A quattro baite verranno assegnate e suddivise le zone produttive tra la Val d’Isarco, Merano, Burgraviato e Val Venosta, Bolzano e dintorni, Bassa Atesina e Oltradige. I biglietti a 15,00€ sono acquistabili presso i quattro rifugi.

Print Friendly, PDF & Email