Home > Automotive > Chevrolet al Salone di Francoforte: icone sportive, concept sbalorditive e la nuova ammiraglia europea

Chevrolet al Salone di Francoforte: icone sportive, concept sbalorditive e la nuova ammiraglia europea

L’anno del centenario di Chevrolet è stato finora contrassegnato da una serie di notizie positive, sviluppi ed eventi degni di questa celebrazione. Il quarto marchio al mondo è molto attivo e questo dinamismo caratterizzerà lo stand al Padiglione 9 al 64° Salone di Francoforte.

“Al Salone di Francoforte 2011, Chevrolet offrirà una immagine equilibrata della direzione che il nostro marchio intende prendere,” ha dichiarato Wayne Brannon, Presidente e Amministratore Delegato di Chevrolet Europe. “Con due anteprime per l’Europa e due rivoluzionarie concept in mostra, non vediamo l’ora di partecipare al più grande salone europeo.”

Tra le vetture esposte, quattro meritano una particolare attenzione: con l’ultimo modello di Malibu, la nuovissima ammiraglia del marchio in Europa, Chevrolet amplierà la sua presenza sui mercati continentali nel segmento delle medie. La Malibu sarà in vendita il prossimo anno. Quest’autunno verrà lanciata l’efficiente versione turbodiesel 1.3 della sportiva Aveo. Sebbene non sia prevista la vendita nel prossimo futuro, le concept Miray e Colorado Rally affrontano nuovi territori del design interpretando in maniera creativa le tipiche caratteristiche Chevrolet.

La quinta generazione di Camaro, lungamente attesa, e la Centennial Edition della Chevrolet Corvette sottolineano quanto Chevrolet consideri importanti passione e prestazioni. Gli appassionati delle corse avranno inoltre la possibilità di vedere la Corvette che è giunta al primo posto nella categoria GTE a Le Mans a giugno.

 La nuova Malibu porterà valore in Europa nel segmento delle vetture medie grazie al suo aspetto premium. Con un coefficiente aerodinamico vicino ai 0,28 della Volt, la nuova ammiraglia europea di Chevrolet sarà una delle vetture più aerodinamiche nella gamma del marchio. Con un passo di 2.737 mm e una carreggiata di 1.577 mm, la nuova Malibu ha un aspetto atletico e un abitacolo spazioso. La struttura della carrozzeria, molto rigida e robusta, garantisce un assetto preciso e un ottimo controllo della dinamica del veicolo, elementi fondamentali per rendere Malibu maneggevole e piacevole da guidare. La nuova Malibu è caratterizzata dal nuovissimo cruscotto sdoppiato che crea un ambiente accogliente, spazioso e comodo. Gli accenti metallici o cromati utilizzati, l’illuminazione soffusa del quadro strumenti e all’interno delle tasche portaoggetti e le cuciture a contrasto rendono l’abitacolo della vettura più elegante. I clienti potranno scegliere tra due efficienti e potenti motori benzina o diesel a 4 cilindri da 2.0 litri e 2.4 litri di cilindrata con potenze di 164 cv e 169 cv, rispettivamente. In Europa, la nuova Malibu sarà offerta con trasmissione manuale e automatica.

 La nuova Chevrolet Aveo vanta una carrozzeria vivace e originale, un nuovo telaio che assicura eccellente dinamica, maneggevolezza e prontezza, e un abitacolo pratico e intelligente. Lanciata a primavera quest’anno, viene offerta con controllo elettronico della stabilità (ESC) di serie, con il sistema di assistenza alla partenza in salita hill-start assist e una gamma ottimizzata di motori dai consumi ridotti e basse emissioni. A partire dal prossimo autunno, una versione turbo diesel 1.3 litri con dispositivo Start/Stop si aggiungerà ai motori benzina 1.2 e 1.4 già disponibili. La versione Eco da 95 cv consuma solo 3,6 litri/100 km nel ciclo misto, mentre i modelli da 75 cv e 95 cv consumano 3,7 e 4,1 litri per 100 km, rispettivamente.  La slanciata Aveo berlina, che monta il motore turbodiesel 1.3 da 75 cv, sarà la 4 porte più economica in Europa. Le tre versioni del motore turbo diesel 1.3 litri sono a norma Euro5 e sono dotate di catalizzatore ossidante di tipo close coupled e filtro antiparticolato. La versione Eco da 95 cv ha emissioni di CO2 pari a soli 95 g al chilometro, mentre il motore da 75 cv produce 97 g di CO2/km. I tre modelli raggiungono la massima potenza a 4000 giri/min. Mentre la versione da 75 cv e il modello Eco del turbo diesel 1.3 litri generano una coppia massima di 190 Nm, la motorizzazione standard da 95 cv eroga 210 Nm a 1.750 giri/min.

I truck hanno svolto un ruolo cruciale nella storia del marchio Chevrolet. Con una carrozzeria verniciata con tre strati di bianco perla e spruzzi di particelle ‘dorate’, la concept Colorado Rally intende rappresentare in maniera autentica come potrebbe essere una versione rally di questo truck. Le caratteristiche fuoristrada sono sottolineate da diversi particolari. “Colorado Rally mostra il DNA Chevrolet in versione fuoristrada. Per sviluppare questo veicolo abbiamo osservato con grande attenzione il mondo delle competizioni fuoristrada. Ogni particolare è stato studiato nei minimi dettagli per garantire la massima autenticità, e progettato tenendo a mente la categoria dei raid,” ha dichiarato Carlos Barba, direttore del GM South American Design Center. La concept Colorado Rally monta un motore turbodiesel da 2.8 litri ed è dotata di ammortizzatori Fox Racing Shox (corsa: 140 mm) e di un sistema di sospensioni regolabili in altezza (fino a 50 mm). I cerchi da 18 pollici sono realizzati da un unico pezzo in alluminio e montano ruote specifiche per i terreni fangosi. I due verricelli da 5,5 cv inseriti nei paraurti anteriori e posteriori hanno una capacità di traino pari a quattro tonnellate e dispongono di 23.000 mm di cavo aeronautico. Tra gli altri elementi della carrozzeria, vale la pena di menzionare i due ganci di traino posti nella zona anteriore e posteriore del truck, i finestrini da rally in acrilico e il rollbar stilizzato color antracite. All’interno, diversi sistemi assicurano sicurezza e funzionalità. Un sistema “air boost” ripulisce rapidamente l’abitacolo dopo che il veicolo è entrato in una nube di polvere, mentre un interruttore centrale integrato nella consolle avvia il motore e, in caso di emergenza, disattiva qualsiasi sistema del veicolo.

Presentata per la prima volta al grande pubblico al Salone di Seoul a marzo, la concept Chevrolet Miray (una parola coreana che significa ‘futuro’) è una roadster che reinterpreta in modo moderno alcuni stilemi tipici di Chevrolet rendendo merito alla tradizione delle sportive della casa. La Miray si caratterizza per la fusoliera aerodinamica che ricorda i moderni caccia, con una fiancata a cuneo in fibra di carbonio e vetroresina. La griglia sdoppiata è definita dai gruppi ottici a LED con le nuove luci per la marcia diurna. I designer hanno deciso di mostrare le varie indicazioni in maniera originale, con un sistema di retroproiezione sul quadro strumenti. Il sistema di propulsione “semi-elettrico” della Miray, posizionato prevalentemente alle spalle e sotto il guidatore, è stato studiato per massimizzare prestazioni e consumi. I due motori elettrici anteriori da 15 kW sono alimentati da una batteria agli ioni di litio da 1,6 kWh che viene caricata dalla rigenerazione dell’energia di frenata. Il motore turbo quattro cilindri da 1.5 litri montato dietro il posto guida si associa ai motori elettrici per consentire una guida sportiva.

Orgogliosi ambasciatori della gamma di auto sportive da corsa Chevrolet, gli appassionati di corse proveranno un brivido avvicinandosi alla Corvette C6.R n. 73 con i due piloti che hanno trionfato  nella categoria GTE Pro alla 24 ore di Le Mans 2011. Finora Chevrolet ha vissuto una splendida annata anche al Mondiale Turismo (WTCC), dominato dai suoi tre piloti, Rob Huff, Alain Menu e Yvan Muller. Una WTCC Cruze show car sarà in mostra a Francoforte, insieme a una Centennial Edition speciale della Corvette realizzata per celebrare il 100° anniversario di Chevrolet. La vettura è verniciata in Carbon Flash Metallic, con grafica nero satinata, cerchi originali Centennial Satin Black e pinze dei freni color rosso.

Durante le giornate dedicate alla stampa, presso lo stand Chevrolet verrà assemblato un vero motore Corvette, durante la cosiddetta Corvette Engine Build Experience. Questo evento unico nel suo genere viene offerto anche a chi acquista una Corvette ZR1 o Z06, consentendo così una ulteriore personalizzazione della vettura. Per €4.832 si ha la possibilità di costruire il motore della propria Corvette presso il prestigioso GM Performance Build Center nei pressi di Detroit nel Michigan (IVA esclusa, viaggio e alloggio inclusi). Accanto alla Corvette Centennial Edition, una modella indosserà il vestito che ha vinto la categoria moda del concorso di arti applicate organizzato da Chevrolet nel 2011 per gli studenti di tutta Europa. Per quanto riguarda il concorso Young Creative Chevrolet (YCC) di quest’anno, ai partecipanti alla categoria moda è stato chiesto di prendere ispirazione dal 1911 e reinventare lo stile di quegli anni adattandolo ai giorni nostri. Disegnato da Lubica della FA STU di Bratislava in Slovacchia, questo vestito nero integra e reinterpreta numerosi elementi del periodo intorno al 1911.

100 anni di Chevrolet: festeggiare il passato come ispirazione per il futuro. Al Salone di Francoforte 2011, i visitatori potranno vedere e guidare la pluripremiata Chevrolet Volt. Caratterizzata da una carrozzeria tra le più aerodinamiche del marchio e da una rivoluzionario sistema di estensione dell’autonomia, la Volt è già una pietra miliare nella storia di Chevrolet e dell’automobile.

 Parlando metaforicamente, Volt cavalca un’onda di innovazioni le cui origini risalgono a un’epoca antica. La storia di Chevrolet inizia nel 1900, quando Louis Chevrolet, emigrato dalla Svizzera, decise di recarsi in Canada. Undici anni dopo a Detroit nel Michigan fondò la Chevrolet Motor Company insieme a William Durant. La sua passione per la guida e il suo spirito ottimista continuano a essere fonte di ispirazione per il marchio anche nel XXI secolo. Chevrolet è una fautrice del cambiamento e i clienti che si recheranno presso le concessionarie europee non troveranno un solo modello con più di due anni di età. Entro la fine dell’anno Chevrolet avrà lanciato sette nuovi modelli, che contribuiranno a incrementare la presenza del marchio nei mercati europei. Nel mondo si vende una Chevrolet ogni sette secondi e il marchio affronta con entusiasmo un altro secolo di grandi automobili pratiche e affidabili, dal design iconico e che offrono valore ai clienti e ne semplificano  la vita.

Print Friendly, PDF & Email