Home > Automotive > Auto > Lamborghini Huracán LP 580-2, non più integrale… ma con 580 cv

Lamborghini Huracán LP 580-2, non più integrale… ma con 580 cv

Arriva la versione a trazione posteriore: puro piacere per i più esperti che disporranno di una supercar da 320 km/h che «brucia» lo 0-100 km/h in 3,4” e lo 0-200 km/h in 10,1”

f1 Huracán LP 580-

Lamborghini vanta grande tradizione nel campo della trazione posteriore, basta ripercorrerne la storia per ritrovare la Gallardo LP 550-2 e, prima ancora, Miura, Countach e Diablo, nella variante con trazione posteriore; la storia ora si ripropone con la nuova Huracán LP 580-2.

A questa nuova versione della Huracàn non è stata «solamente» tolta la trazione all’avantreno: la trasformazione ha in realtà implicato una profonda rivisitazione di questa supercar in chiave trazione posteriore, in pratica la riprogettazione di un’auto che ora si presenta con maggiormente dinamica e che va vista e interpretata con occhi diversi rispetto alla versione a trazione integrale.

f2 Huracán LP 580-2_

È un’auto certamente più impegnativa ed emozionale nella guida al limite come sottolineato dallo stesso Stephan Winkelmann, Presidente e Amministratore Delegato di Automobili  Lamborghini che, in  occasione  della sua presentazione, ha detto che “…Il modello a trazione posteriore si inserisce perfettamente nella famiglia Huracán, rivolgendosi a coloro che desiderano un’esperienza di guida ancora più coinvolgente, o che attualmente hanno una vettura a trazione posteriore di altre marche e aspirano a guidare una Lamborghini. Quest’auto può essere considerata, allo stato attuale, l’espressione più pura di una supersportiva Lamborghini. Si tratta di una vettura adatta a conducenti in grado di farla esprimere al massimo del suo potenziale” che è veramente alto visto che parliamo di un’auto da 320 km/h che «brucia» lo 0-100 km/h in 3,4” e lo 0-200 km/h 10,1”.

La trasformazione ha comportato l’introduzione di sospensioni modificate, di un nuovo sterzo a sensibilità variabile, di una diversa taratura della gestione della potenza, dei controlli di stabilità e trazione e dei settaggi di guida strada, sport e corsa in modo da fornire caratteristiche di sovrasterzo tipiche di una trazione posteriore; tutto questo fa “sentire” nel modo più diretto possibile la strada al conducente che, fra l’altro, può contare anche sul recente Lamborghini Infotainment System II, con uno schermo per la strumentazione di tipo TFT da 12,3 pollici ad alta risoluzione.

Esterni

F13 H2R 11 015

L’anteriore e il posteriore sono stati ridisegnati per accentuarne l’immagine decisa ed ogni dettaglio è il risultato di un lavoro di équipe fra i designer del Centro Stile e gli «aerodinamici» di Lamborghini.

La grande presa d’aria frontale oltre a convogliare aria ai sistemi di raffreddamento crea carico aerodinamico sull’assale anteriore mentre al retrotreno l’azione combinata di spoiler e diffusore del sottoscocca ha evitato il ricorso ad appendici aerodinamiche mobili per creare portanza.

Huracán LP 580-2_3-4

La Huracán LP 580-2 monta nuovi cerchi Kari da 19” su gomme Pirelli Pzero sviluppate in esclusiva per questa vettura a trazione posteriore.

F3 H2R 11 015

Meccanica e scocca

F10 HR2 11 015

Il V10 a 90° aspirato da 5,2 litri della Huracán, collocato in posizione centrale, è a duplice iniezione IDS + MPI ed ora eroga 580 cavalli (426 kW) con una coppia massima di 540 Nm, disponibile al 75 per cento a soli 1.000 giri al minuto e beneficia del sistema di lubrificazione a carter secco.

F11 H2R 11 015

La perdita della trazione su quello anteriore ha comportato un risparmio di 33 kg portando il peso a soli 1.389 kg distribuiti per il 40% all’avantreno e 60 al retrotreno, riducendo così l’inerzia sull’asse anteriore rispetto alla versione a quattro ruote motrici. Tale riduzione ha inoltre portato il rapporto peso-potenza di appena 2,4 kg/cv. La Huracán LP 580-2 utilizza infatti il telaio ibrido in alluminio e fibra di carbonio della famiglia Huracán, che contribuisce sensibilmente alla riduzione del peso e all’incremento della rigidezza torsionale, migliorata del 50% rispetto a quella della Gallardo LP 550-2.

F9 H2R 11 015

La trasformazione ha comportato l’introduzione di sospensioni modificate, di un nuovo sterzo a sensibilità variabile, di una diversa taratura della gestione della potenza, dei controlli di stabilità e trazione e dei settaggi di guida strada, sport e corsa in modo da fornire caratteristiche di sovrasterzo tipiche di una trazione posteriore.

Anche la LP 580-2, come gli altri modelli Huracán, dispone di una funzione «disattivazione cilindri» che, quando non è richiesta la piena funzionalità del propulsore, disattiva un’intera bancata lasciando in funzione solamente 5 dei suoi 10 cilindri e ottimizzando così consumi ed emissioni che scendono rispettivamente a 11,9 litri/100 km (ciclo combinato) e 278 g/km di CO2 (misurati in accordo con Dir. EC/1999/100). Quando il guidatore accelera, il sistema ritorna istantaneamente alla modalità 10 cilindri, in modo praticamente impercettibile per chi guida.

I freni a disco in acciaio – riprogettati per conseguire una riduzione di peso e un migliore raffreddamento – sono da 365 x 34 mm con pinze in alluminio ad 8 pistoncini all’anteriore e da 356 x 32 mm con 4 pistoncini dietro.

La trasmissione Lamborghini Doppia Frizione (LDF) a 7 rapporti, garantisce rapidi cambi marcia e comprende un «launch control» per ottenere massima accelerazione in caso di partenza da fermo.

F7 H2R 11 015

Il servosterzo elettronico e l’opzionale Lamborghini Dynamic Steering (LDS) sono stati rimodulati al fine di migliorare l’agilità della vettura e il controllo in ogni condizione di marcia, a seconda dello stile di guida e della velocità.

Una nuova cinematica della sospensione posteriore aumenta la sensazione di “centralità” della vettura mentre il sistema di sensori «Lamborghini Piattaforma Inerziale (LPI)», situato nel centro di gravità della vettura che traccia tutti i movimenti in 3D, è stata ottimizzata per la versione a trazione posteriore e fornisce informazioni in tempo reale agli ammortizzatori magnetoreologici (optional), allo sterzo e ai sistemi di controllo della stabilità mentre l’ESC è stato regolato per adattarsi a tutte le possibili condizioni di aderenza, allo scopo di enfatizzare il comportamento della trazione posteriore in ogni modalità di guida.

Come calibrare il passaggio alla trazione posteriore? Est modus in rebus!

Orazio sottolinea l’esistenza della giusta misura in tutte le cose “al di là e al di qua della quale non può esservi il giusto”. Un principio di buon senso e “ giusta misura” che, se applicato, rende gestibile ogni situazione ed ecco quindi che la sentenza trova pratica applicazione nell’ANIMA (Adaptive Intelligent Network Management); latinisti ed amanti dei classici ci desteranno per questo gioco di parole)…

F8 H2R 11 015

Il pulsante che comanda il sistema è collocato sul volante e permette al pilota di scegliere fra le diverse modalità di guida, ricalibrate per rispettare al meglio lo spirito di questo modello a trazione posteriore.

In modalità strada, pensata per l’uso quotidiano, la vettura è leggermente sottosterzante ed è orientata alla trazione; in sport offre una guida emozionale e sportiva, grazie a un comportamento lievemente sovrasterzante; in modalità corsa garantisce le massime prestazioni in pista ed assicura un comportamento neutro che permetterà a chi gestisce la vettura di interpretarne al meglio i feedback sia in strada sia in pista.

E sempre a proposito di pista vale ricordare che per chi vuole andare oltre il piacere del track-day, esiste la possibilità di partecipare, al volante della Huracán LP 620-2 Super Trofeo a trazione posteriore, ad una delle tre serie del Lamborghini Blancpain Super Trofeo in Europa, Asia e Stati Uniti.

Dotazioni, opzioni, prezzo

F4H2R 11 015

La LP 580-2 costa (prezzo consigliato alle concessionarie europee) € 150.000 euro tasse escluse ed è disponibile in tutta la gamma di colori e finiture interne ed esterne della linea Huracán. Inoltre, attraverso il programma di personalizzazione «Ad Personam» (e stavolta il ricorso al latino è al 100% made in Lamborghini…), le combinazioni di colori adottabili all’interno e all’esterno sono pressoché illimitate.

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email