Home > Automotive > Auto > Oltre 500 cv per le Hyundai Genesis coupé e Veloster

Oltre 500 cv per le Hyundai Genesis coupé e Veloster

Al SEMA 2015 i migliori tuner si sono esibiti sui modelli della Casa coreana calando un tris, Genesis Tjin, Genesis Sleek Racer e Veloster Turbo R-Spec BTR Edition, per un totale di oltre 1.500 cavalli…  

16 - HYUNDAI

Oltre al SUV Tucson, i tuner statunitensi si sono impegnati anche sulle coupé della Casa coreana con risultati molto interessanti.

Hyundai Genesis Tjin

17 - HYUNDAI

La prima, chiamata semplicemente «Genesis Tjin», dal nome del tuner Neil Tjin, esibiva una livrea verde Axalta con cerchi Rotiform da 19” e pneumatici Falken Azenis FK453, dietro ai quali facevano capolino le pinze dei freni Bear CBA Extreme Plus.

Il motore di origine V6 tipo Lambda da 3,8 litri è stato rivisto dai guru del tuning Bisimoto Engineering che tra gli altri interventi hanno montato una turbina Vortech V3 con intercooler e un impianto di scarico specificatamente realizzato. Alla fine la potenza dichiarata è salita dagli originari 348 cv ad oltre 500 cavalli.

Hyundai Genesis Sleek Racer

20 - HYUNDAI

Più appariscente l’altra Genesis coupé, la «Sleek Racer» realizzata da ARK Performance, azienda di Ontario in California che da molti anni collabora con Hyundai per realizzare il tuning dei loro modelli. lo stesso responsabile marketing dell’azienda californiana Kevin Bentley ha detto che la Genesis coupé è una ideale base di partenza per le loro creazioni.

Esteticamente la Sleek Racer è completata da un body kit in fibra di carbonio che comprende il frontale con prese d’aria maggiorate, parafanghi allargati, cofano motore, sottoporta e parte posteriore con spoiler. Di grande effetto i cerchi  Forged Wheels da 19” con pneumatici Nitto NT05 255/35ZR.

Rispetto al modello precedentemente descritto, pur prendendo come base di partenza il motore V6 da 3,8 litri, gli ingegneri di ARK Performance hanno preferito incrementare la cilindrata portandola a 4 litri per poi installare comunque una turbina, ma di altro tipo, una Rotrex. Determinante l’adozione del sistema di iniezione acqua/metanolo AEM gestito da una centralina elettronica che ha consentito di incrementare la potenza e portarla a 500 cavalli. Gli altri interventi di ARK Performance hanno riguardato le sospensioni con il kit DT-P e l’impianto di scarico GRiP Thermal Coated.

Veloster da oltre 500 cavalli

Il tuner di Chicago Blood Type Racing Inc., ha preparato per il SEMA la «BTR Edition Veloster», una versione molto pepata della Veloster Turbo R-Spec, la sportiva compatta da 1,6 litri turbo e 201 cv commercializzata negli Stati Uniti. Innovativa e pratica la soluzione adottata da Hyundai di dotarla di 2 porte dal lato marciapiede per agevolare l’accesso ai passeggeri posteriori e una sola porta di maggiori dimensioni dal lato guida.

Il radicale intervento nel motore da parte del tuner, ha comportato la sostituzione di pistoni, bielle, albero a cammes e altri particolari, nonché l’adozione di un turbo Garrett GTX3582R, con il risultato di superare la potenza di 500 cv, ovvero 312 cv/litro. La carrozzeria si presenta nel colore Carbon Black con fascia rossa sul cofano, sulla quale è stato applicato un body kit in fibra di carbonio che comprende gli spoiler anteriore e posteriore, nonché parafanghi maggiorati per consentire l’alloggiamento dei cerchi SSR Professor TF1 da 19”x9,5” sui quali sono montati pneumatici Toyo Proxes R888.

30 - HYUNDAI

Le sospensioni sono state fornite da Pierce Motorsport e comprendono il kit molle/ammortizzatori, barra di torsione e barra duomi. Nell’abitacolo che già nella versione di origine evidenzia lo spiccato carattere sportivo, sono stati montati 2 sedili anatomici Sabelt GT-130 Racing con cinture di sicurezza a 4 punti.

[ Paolo Pauletta ]

Print Friendly, PDF & Email