Home > Automotive > Accessori & Tuning > Impianti di scarico ultraleggeri: Akrapovič detta gli standard

Impianti di scarico ultraleggeri: Akrapovič detta gli standard

Akrapovič ha svelato il suo ultimo impianto di scarico omologato più leggero al mondo. L’high-tech, nato dall’abilità ed esperienza degli specialisti sloveni per la muscle-car  Mercedes-AMG S63 Coupé

F1 AKRA MB 10 015

Presentato al 66° salone internazionale dell’auto di Francoforte (IAA), l’impianto Evolution in titanio per questa fantastica vettura. Il risultato della sfida che il team di Akrapovič ha affrontato (migliorare un’auto già tra le migliori), si è materializzato in un impianto di nuova generazione che ha ridotto il peso, creato un profilo di suono con diverse sfaccettature e migliorato la performance.

F2 AKRA MB 10 015

Due le caratteristiche distintive dell’impianto Evolution (interamente realizzato in titanio top quality con particolari forgiati nella fonderia interna dell’azienda): la prima è stato l’utilizzo di una speciale lega di titano – il 45% più leggera dell’acciaio – che ha permesso di creare un impianto più leggero di quasi il 45% dell’impianto originale mentre la seconda peculiarità risiede nella connessione attiva ad X nei tubi di raccordo che permette ai gas di scarico di scorrere da entrambi i lati del motore per mescolarsi migliorando flusso e prestazioni e mantenendo queste ultime inalterate nel tempo.

Per poter quindi sviluppare questo scarico esaltandone sia il lato prestazionale che quello del sound, è stato necessario raggiungere una precisione assoluta tanto nelle lavorazioni quanto nei calcoli di dilatazione dei metalli che raggiungono temperature di 800 °C.

F3 AKRA MB 10 015

Il rendimento sonoro ha ricevuto pari attenzione arrivando a superare la sfida di creare due diversi caratteri del sound. Gli ingegneri del suono hanno rifinito l’intensità dello scarico affinché il V8 della S 63 AMG Coupé potesse emettere un sound allo scarico con una tonalità ricca, piena e piacevole, oppure un ruggito più pulsante, tipico delle muscle cars americane e tutto questo semplicemente premendo il pulsante dell’Akrapovič Sound Kit. Questo kit controlla la connessione attiva ad X (prima assoluta per uno scarico Akrapovič) regolata da una valvola che attiva il mix dei flussi di scarico di entrambi i lati del motore; con la valvola aperta, il suono ha una frequenza leggermente più alta ed è più pieno, continuo e risonante; viceversa a valvola chiusa, i flussi di scarico dei due lati del motore vengono separati e l’impianto produce il suono puro e forte dell’impressionante V8 AMG.

F4 AKRA MB 10 015

La Mercedes S 63 AMG Coupé ha un potente motore V8 biturbo da 585 cv (430 kW) e, nonostante il focus sia stato quello di produrre un impianto ultraleggero, il reparto R&D di Akrapovič ha anche ottenuto un miglioramento di performance sul motore. Riducendo le perdite dei gas di scarico, gli ingegneri hanno aumentato la potenza di ben 11,7 cv, con una curva di coppia continua e più alta a tutti i regimi.

F5 AKRA MB 10 015

L’ultimo, innovativo impianto Evolution segna anche l’introduzione di una speciale tecnica di integrazione tra titanio e carbonio, utilizzata per creare una finitura senza interruzioni nei terminali. Questi si adattano perfettamente al posteriore della vettura e aggiungono un tocco firmato che mostra in pieno la conoscenza tecnica e abilità di Akrapovič.

AP AKRA MB 10 015

Il lancio di questo impianto ultraleggero di nuova generazione è indicativo delle rivoluzioni tecniche che Akrapovič sta portando avanti in questa ricerca costante nel voler creare gli impianti di scarico migliori al mondo.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email