Home > News > FCA e Autogrill: all’EXPO Milano 2015 un incontro sulla sostenibilità dei materiali: dalla ristorazione all’automotive

FCA e Autogrill: all’EXPO Milano 2015 un incontro sulla sostenibilità dei materiali: dalla ristorazione all’automotive

FCA ed Autogrill sono i protagonisti dell’incontro sul tema «Gli scarti alimentari come materia prima del futuro: un viaggio dalla ristorazione all’automotive», in scena oggi allo Slow Food Theater dell’EXPO. L’incontro sarà un importante momento di riflessione sulla sostenibilità collegata al tema del riutilizzo degli scarti alimentari che, attraverso alcuni progetti innovativi presentati da FCA e Autogrill sul loro appropriato trattamento e consapevole riutilizzo, possono rappresentare una vera e propria ricchezza alternativa.

Generare valore dagli scarti è una delle sfide da vincere per il traguardo di un mondo più pulito, come dimostrano le best practice dei due Gruppi; FCA sottolinea come il proprio impegno per la salvaguardia dell’ambiente passi anche attraverso lo studio e l’utilizzo nei propri veicoli di materiali eco-compatibili. Una visione più consapevole in tema di valorizzazione delle materie prime, oltre che di recupero e riciclo, può infatti contribuire alla riduzione dell’impronta ecologica delle vetture in tutte le fasi del loro ciclo di vita. È per questo che il Gruppo attraverso le attività dei Global Materials Labs partecipa a progetti di ricerca per la valorizzazione di scarti organici, tra cui quelli dell’industria alimentare, da utilizzare come filler per polimeri sostenibili.

Con lo sviluppo e l’applicazione di nuovi materiali, ecologici e sostenibili, per diverse parti dell’auto, inclusi olii e vernici, si può contribuire al miglioramento continuo del prodotto e delle sue prestazioni in termini di riciclabilità e durabilità, riducendo di conseguenza l’impatto sull’ambiente.

Anche per Autogrill la Sostenibilità rappresenta una leva competitiva per la crescita e lo sviluppo dell’impresa. Questa consapevolezza ha determinato, nel 2007, la realizzazione di una strategia di lungo periodo, «Afuture», che orienta il business del Gruppo. Nell’ambito di questo laboratorio internazionale di sperimentazione, sono state avviate best practice e progetti in tutti gli ambiti di attività – persone, prodotti e ambiente – con particolare attenzione al tema della gestione dei rifiuti e degli scarti prodotti nei punti vendita Autogrill durante le fasi di preparazione e servizio. Tra i principali: l’hub di sperimentazione sul tema dello spreco alimentare realizzato nel 2013 con WWF Italia, grazie al quale i rifiuti organici di alcuni punti vendita sono stati trasformati in compost destinato a «nutrire» l’orto all’interno dell’Oasi WWF Bosco di Vanzago e, nel 2015, l’accordo siglato con FAO per la riduzione degli sprechi lungo la catena alimentare.

Sono intervenuti alla discussione rappresentanti delle due aziende, che hanno portato all’attenzione del pubblico le esperienze e i risultati raggiunti negli ultimi decenni attraverso un approccio globale e trasversale agli aspetti di sostenibilità.

Per FCA, che è anche Sponsor ufficiale e partner per la mobilità sostenibile di Expo 2015, hanno partecipato Claudia Berruti, responsabile di Environmental&Chemical Analysis all’interno dei Global Materials Labs, Silvia Avataneo, Environmental Issues&Innovation dei Global Materials Labs, Laura Viada, FCA Sustainability Manager, e Giuseppe Tecco, titolare di Agrindustria.

Per Autogrill sono intervenuti Silvio de Girolamo, Autogrill Group Chief Internal Audit & CSR Officer, con la partecipazione di Michele Fino, Professore e vice-Rettore dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Lisa Casali, scienziata ambientale ed esperta di cucina ecosostenibile, con il suo ultimo libro «Tutto fa brodo. Dagli scarti alle scorte: la mia rivoluzione in cucina».

Print Friendly, PDF & Email