Home > Automotive > Auto > IoSonoElettrica: il tour italiano a zero emissioni‎ di Classe B Electric Drive

IoSonoElettrica: il tour italiano a zero emissioni‎ di Classe B Electric Drive

Con #IoSonoElettrica, il più grande #eTour mai realizzato in Italia,‎ Mercedes-Benz racconta un futuro a zero emissioni insieme a Enel, ACI e Michelin

DSCN6903

La mobilità del futuro passa attraverso la progressiva elettrificazione dei veicoli che, partendo da versioni ibride e plug-in ibride, arriverà alle ZEV (Zero Emission Vehicle). Mercedes, che ha abbracciato con decisione la mobilità 100% elettrica, conscia del gap esistente tra potenzialità dell’auto elettrica ed infrastrutture chiamate a sostenerne la diffusione, si sta impegnando a 360° per la sua diffusione in Italia.

DSCN6818

Per illustrare oggi ad una platea più vasta possibile questo futuro verde, Mercedes-Benz insieme a Enel, ACI e Michelin – ognuno per la sua parte – ha organizzato #IoSonoElettrica, grande #eTour ‎ che tra ottobre e novembre farà tappa a Roma (ieri la presentazione), Firenze (dove una Classe B Electric Drive entrerà a far parte del parco auto del Comune), Bologna, Modena, Torino, Perugia, Udine, Genova, Trento,Venezia e Arese; in questi centri il Tour toccherà Concessionarie Mercedes-Benz, punti Enel, Autodromi dell’ACI, ristoranti stellati Michelin; inoltre, le tre Classe B Electric Drive impegnate nel tour saranno protagoniste al Congresso Nazionale dell’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani).

DSCN6820

Non si può a questo punto non notare come il tour tocchi solamente il Centro-Nord; pensiamo sia quindi auspicabile, proprio ai fini della diffusione nel lungo termine degli ZEV in tutto il territorio italiano, che si possa in futuro pensare ad una replica dell’iniziativa anche per il Centro-Sud ed Isole, tanto più che è di questi giorni la notizia che la Regione Sardegna ha acquistato 9 veicoli 100% elettrici da destinare all’analisi ed al monitoraggio dei consumi e dei dati energetici per pianificare le reali necessità di infrastrutture per una futura programmazione della mobilità elettrica di tipo privato e pubblico nella Regione (lo studio partirà proprio da Cagliari), mentre in Sicilia la Sibeg, imbottigliatore ufficiale di una nota bevanda gassata dal 1960, ha formalizzato nel giugno di quest’anno l’acquisto di una flotta di 100 vetture full electric C-Zero che permetteranno all’azienda di bilanciare nel tempo i costi dell’investimento eliminando i costi carburante e quelli relativi agli eventuali permessi di circolazione e sosta all’interno dei centri storici nonché l’esborso della tassa di possesso; da sottolineare ovviamente anche il risparmio di 330 tonnellate all’anno di emissioni di CO2; di pari interesse è il fatto che l’Enel, partner dell’iniziativa, installerà 57 colonnine di ricarica accessibili al pubblico in ipermercati e distributori a fronte delle sole 9 – del tutto private – esistenti a giugno sull’isola.

I partners

Ed ora torniamo all’evento Mercedes e vediamo più da vicino il coinvolgimento di ciascuno dei partners:

● Enel: tramite la propria rete illustra a clienti, appassionati e curiosi, le caratteristiche delle offerte dedicate alla ricarica dei veicoli elettrici, con una gamma di soluzioni flessibili per tutte le esigenze; a ciò si accompagna l’impegno di realizzare una capillare rete di punti di ricarica per assicurare l’accesso a tutti coloro che decidono di guidare elettrico.

DSCN6830

Vale ricordare che in Italia, ad oggi, sono in funzione 1.208 «Pool Station» (colonnine a carica rapida = 1 ora) tra pubbliche e private, cui si aggiungono altre 827 «Box Station» (colonnine per la ricarica normale) 823 private e 4 pubbliche; Eneldrive offre la possibilità di applicare un prezzo «tutto incluso» oppure la più classica offerta a consumo; maggiori dettagli sul sito Eneldrive.

● Michelin: fornitrice di primo equipaggiamento della Mercedes, è impegnata nello sviluppo di pneumatici a basso attrito, sempre più vicini tanto all’ambiente quanto alle prestazioni di un pneumatico a mescola tradizionale e sotto quest’ultimo aspetto, va ricordato che Michelin è fornitrice unica del Campionato mondiale di Formula E, disputato da monoposto tutt’altro che ferme, le cui prestazioni si basano anche, ed ovviamente, sulle performance degli pneumatici che nel caso della Michelin, sono i Pilot Sport EV da 18 pollici (prima volta che un pneumatico di tale diametro interno, viene impiegato su una monoposto).

La scelta della misura persegue due obiettivi: la ricerca dell’efficienza energetica ottimale e la ricaduta sempre più stretta tra pneumatici da corsa e pneumatici di serie destinati all’utilizzo quotidiano tanto che lo sviluppo di Michelin Pilot Sport EV ha lo scorso anno coinciso con il lancio di Michelin Energy EV, pneumatico stradale a basso attrito che offre alle vetture elettriche sino al 6% di incremento dell’autonomia energetica.

DSCN6839

Inoltre Michelin, in quanto Deus ex Machina dell’omonima e celebre Guida, ha fatto in modo che alcune tappe del tour prevedessero una sosta in uno dei ristoranti dalla stessa stellati, del resto la qualità della vita si basa su diversi tasselli fra cui la mobilità sostenibile e anche, in questo caso, una ristorazione consapevole e di qualità «stellata».

● ACI: Le auto elettriche iniziano a «farsi vivere», senza grosse rinunce, perlomeno nelle aree urbane, e senza perdere nulla del piacere di guida, persino in pista. Ed è in quest’ottica che l’Automobile Club d’Italia ha messo a disposizione dell’#eTour il tracciato di Arese dove di formeranno a breve piloti green….

Il sostegno concreto di ACI alla sviluppo della mobilità elettrica si traduce in un grande contributo con la definizione del primo protocollo italiano di guida sicura ed ecologica. Il protocollo, caratterizzato da prove e test stradali sviluppati dagli ingegneri e collaudatori dei Centri di guida sicura ACI di Vallelunga ed Arese, è finalizzato a determinare quale sia il corretto e più efficace stile di guida per una auto elettrica che, rispetto ad un’auto a motore endotermico, ha di norma un baricentro più basso (pacco batterie), una più immediata erogazione della potenza (coppia lineare), e – spesso – un peso leggermente superiore.

● Mercedes: la Casa tedesca è stata la prima, 5 anni fa, a parlare di futuro elettrico per la mobilità anche in Italia partendo poi, insieme a Enel, con smart e il progetto e-mobility Italy.

DSCN6828

Oggi inizia una nuova fase che vede protagonista la Classe B Electric Drive che abbiamo potuto assaggiare per pochissimi minuti a Roma, attorno alla sede dell’Outdoor Festival, nelle ex-Caserme Guido Reni; l’auto ha il «vestito», noto, della Classe B e, all’approccio, non sembra essere in grado di offrire particolari emozioni; viceversa, grazie al suo propulsore con batteria agli ioni di litio da 180 cv (132 kW) e 340 Nm di coppia massima già al regime minimo, le prestazioni sono sportive in accelerazione (0-100 km/h in 7,6 secondi nel silenzio più assoluto), in frenata (potente, pastosa, modulabile) con un’autonomia di circa 200 km sempre influenzata, questo è bene sottolinearlo, dallo stile di guida adottato.

E comunque vuoi mettere il grande piacere di non inquinare unito a quello di non dover pagare il bollo pur avendo l’equivalente di 180 cavalli sotto il piede?

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email