Home > Automotive > Attualità > Psico-tendenze: in auto si fa la differenza…

Psico-tendenze: in auto si fa la differenza…

Continental Tyres: una indagine sociologica condotta nel Regno Unito svela che i pregiudizi dei britannici al volante creano problemi alla sicurezza stradale

cross-road-425054_1920

Un nuovo studio Continental ha evidenziato che gli oltre 16 milioni di automobilisti britannici giudicano gli altri e la loro guida a seconda del colore, modello e pulizia dell’auto:

circa il 45% dei britannici assume un atteggiamento cortese o aggressivo verso gli altri automobilisti in base ai propri pregiudizi e basta allo scopo un semplice adesivo per innervosire più di una persona.

L’indagine ha coinvolto 2.000 soggetti e più di un terzo degli intervistati ha ammesso di farsi condizionare al volante dai propri preconcetti; la ricerca ha anche rivelato che gli automobilisti sono portati a non lasciar passare qualcuno ad un incrocio se questo si trova al volante di un’auto vistosa “perché loro pensano di essere l’auto”. E ancora, la principale situazione nella quale cercano di non far passare «l’altro» si verifica quando vedono questi che guida parlando al cellulare.

spitzkunnersdorf-

6 automobilisti su 10 possono alterarsi in negativo o in positivo per un adesivo della squadra di calcio rivale o per quella per la quale essi stessi fanno il tifo. Mark Griffiths, spokesman di Continental Tyres, commenta: “È allarmante il fatto che il 34% degli automobilisti sia pronto a cambiare stile di guida a seconda dei propri pregiudizi su qualcosa di irrilevante come la pulizia di un’autovettura. Un’attenta osservazione è vitale per la sicurezza sulla strada e questo studio rientra nel nostro impegno per incrementare la sicurezza stradale, cercando di capire in che modo si comportano gli automobilisti”.

Sembra che i britannici al volante non si preoccupino dei pregiudizi sulla propria auto. Occasionalmente ciò può venire in loro favore, considerato che il 27% degli intervistati ha ammesso di sforzarsi di essere cortese verso le persone che utilizzano lo stesso tipo e modello della loro auto.

Le opinioni si dividono sulle auto elettriche e ibride, con una su tre che considera giusto il rispetto dell’ambiente e un altro terzo che li descrive come «tree-huggers» (ambientalisti sfegatati) o moralisti.

Mark Griffiths aggiunge: “Potremmo formare le nostre opinioni sulle persone in base all’apparenza, ma adottare una guida più aggressiva per questo motivo è estremamente pericoloso. Riteniamo che gli automobilisti dovrebbero essere gentili e disponibili verso gli altri, in ogni situazione. Piuttosto che per requisiti estetici che non incidono sulla sicurezza, l’importanza dovrebbe essere data su fattori come comportamento di guida, sicurezza dell’auto e condizioni del pneumatico essendo queste le uniche cose del mezzo che possono avere reale impatto sulla sicurezza”.

Judge and Fury

Chi fai passare?

Ed ecco la top ten degli automobilisti che generalmente i britannici sono meno propensi a lasciar passare ad un incrocio:

1.        Chi sta parlando al cellulare

2.        Chi guida un’auto ad alte prestazioni

3.        Chi traina un caravan

4.        Chi guida un’auto vistosa

5.        Chi guida una 4×4

6.        Tassista

7.        Principiante

8.        Autista di autobus

9.        Chi guida Van

10.      Pensionato

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email