Home > News > Bugatti Vision GT: da modello virtuale in esclusiva per il videogioco Sony PlayStation Gran Turismo a tangibile realtà

Bugatti Vision GT: da modello virtuale in esclusiva per il videogioco Sony PlayStation Gran Turismo a tangibile realtà

Bugatti ha trasformato la sua Vision Gran Turismo da intangibile realtà virtuale composta da byte e pixel in scultura automobilistica, appositamente realizzata per il 66° International Motor Show di Francoforte in occasione del quale il supersportivo marchio francese ha svelato il progetto realizzato in esclusiva per il videogioco PlayStation Gran Turismo; un modo lussuosamente glamour per fidelizzare ancora di più gli innumerevoli fan del glorioso marchio francese.

bugatti_vision_gt_dallara_side[1]

Il progetto virtuale è un’anteprima per il futuro linguaggio del design di Bugatti come confermato da Wolfgang Dürheimer, Presidente di Bugatti Automobiles SAS che al riguardo ha dichiarato che Bugatti Vision Gran Turismo “è la prima tappa di un nuovo viaggio in cui Bugatti si sta imbarcando, a seguito del completamento del capitolo Veyron, e che si concluderà con la presentazione della prossima Bugatti super sportiva, in un futuro non troppo lontano; questo progetto mette in mostra il nuovo linguaggio stilistico di Bugatti che abbiamo sviluppato per celebrare questo nuovo capitolo nella storia della nostra azienda. La serie Veyron è stata limitata a 450 veicoli, che sono tutti ora di proprietà di orgogliosi conoscitori automobilistici, tuttavia, i nostri tifosi, che amano il marchio e sono rimasti fedeli a noi per anni in tutto il mondo, sono in numero illimitato. Questo progetto è il nostro modo per ringraziarli per la loro fedeltà ed entusiasmo”.

Il debutto della show car Bugatti Vision Gran Turismo segue il completamento della vendita dei 450 veicoli della gamma Veyron e questo, stiamo speculando, potrebbe se si guarda al futuro non essere casuale.  Il design della Bugatti Vision Gran Turismo, segna infatti un nuovo capitolo nella storia di questo marchio di lusso e, pur rendendo omaggio alla grande tradizione di corse di Bugatti degli anni ‘20 e ‘30, in particolare le sue vittorie alla 24 Ore di Le Mans del secolo scorso, si basa su tecnologia motorsport d’avanguardia.

Print Friendly, PDF & Email