Home > Automotive > Auto > Mitsubishi L200: nuova generazione

Mitsubishi L200: nuova generazione

Dopo 9 anni e 1,3 milioni di esemplari prodotti la quinta generazione dell’L200, è l’ultima espressione del concetto Sport Utility Truck secondo Mitsubishi

mitsubishi-l200-sport-utility-truck-la-nuova-generazione-as3y1475-2[1]

L’attuale pick-up Mitsubishi L200, dopo 9 anni e 1,3 milioni di esemplari prodotti, viene sostituito dal suo nuovissimo successore, un modello che rompe con la tradizione inaugurando l’epoca di una nuova generazione di pick-up.

Sebbene l’utilizzo dei pick-up come veicolo polivalente per il tempo libero e l’uso «civile» sia piuttosto recente in Europa, i clienti dell’L200 beneficiano degli oltre sessant’anni di esperienza e studio del mercato che hanno portato Mitsubishi Motors Corporation a realizzare questo nuovo veicolo, compendio di questa esperienza iniziata nel 1964 con modelli modesti come il Mizushima del 1964, piccolo autocarro rudimentale a tre ruote da 0,4 tonnellate seguito, dal 1978 al 2014, dalle quattro serie successive del modello L200 che hanno totalizzato un volume di produzione di 4.077.000 unità, di cui all’incirca 440.000 tuttora circolanti in Europa.

La 5a serie dell’L200, interamente sviluppata in poco più di 28 mesi dalla Casa giapponese, rappresenta l’ultima espressione del concetto Sport Utility Truck introdotto nel 2005 dal precedente modello L200, ed intende venire maggiormente incontro alle molteplici esigenze della clientela «pick-up», oggi alla ricerca di più stile, comfort, guidabilità, allestimenti e durata.

Inoltre, il nuovissimo L200 è stato progettato all’insegna del minor impatto ambientale possibile, conseguendo in questo caso una riduzione delle emissioni di CO2 che dai 199/234 g/km del modello L200 uscente scende a 169/193 g/km (contro i 180-265 g/km della concorrenza).

mitsubishi-l200-sport-utility-truck-la-nuova-generazione-mac_3875-2[1]

I punti di forza e caratteristici di questo Sport Utility Truck

◘ Una linea nuova che, sempre contraddistinta dal design «J-Line» della versione Double Cab dell’L200 uscente, ha conseguito l’eccellente Cx di 0,40, valore straordinario per un veicolo del genere caratterizzato anche da ragionevoli valori di peso per assicurare un eccellente rapporto potenza/peso.

◘ Maggiore spazio a fronte di dimensioni complessivamente compatte (pur mantenendo un raggio di sterzata di 5,9 m, il più stretto del segmento).

◘ Notevole miglioramento della qualità percepita, insieme a sedili e posizione di guida ottimizzati, maggiore comfort di marcia, livelli NVH migliorati.

◘ Quattro porte sul modello Club Cab per aumentare praticità e comfort.

◘ Nuovo motore Clean Diesel MIVEC 4N15 da 2,4 litri e 154 cv/181 cv – versione di cilindrata superiore rispetto alle unità 4N13 (ASX e Lancer) e 4N14 (Outlander), con emissioni di CO2 ridotte dai 199 g/km dell’uscente L200 ai 169 g/km del nuovo modello (contro valori della concorrenza che vanno da 190 a 250 g/km) e con ridotta manutenzione (intervalli di cambio olio passati da 15.000 km a 20.000 km).

mitsubishi-l200-sport-utility-truck-la-nuova-generazione-as3y1253-2-2[1]

◘ Nuovo cambio manuale a 6 marce con migliori prestazioni, miglior contributo al contenimento delle emissioni di CO2 e riduzione degli interventi di manutenzione; il nuovo cambio automatico a 5 rapporti prevede assistenza ogni 80.000 km.

◘ Livelli di resistenza superiori grazie alla maggiore robustezza della scocca lastrata e del telaio la cui rigidità torsionale è aumentata del 7% ed al rafforzamento della scocca RISE brevettata da MMC, misure che hanno portato al potenziamento della sicurezza passiva (implementato dagli airbag per ginocchia sul lato guida, ecc.), trattamento anti-corrosione ecc.

◘ Potenziamento della sicurezza proattiva: mantenuto il sistema SS4-II (Super Select 4WD II con ridotte e trazione integrale permanente) con sistema di trasferimento elettronico tramite selettore a rotazione, introdotti i sistemi Lane Departure Warning, Trailer Stability Assist e Hill Start Assist nonché i fari HID (con luci diurne a LED integrate e proiettori bi-Xeno), ottimizzato l’assetto delle sospensioni.

◘ Nuove dotazioni, di serie che, a seconda della disponibilità in funzione del modello e del mercato, possono comprendere la telecamera posteriore, il telecomando di apertura/chiusura porte con interruttore di avvio/arresto motore, il cruise control con limitatore di velocità regolabile, il climatizzatore automatico bi-zona, le leve del cambio sul piantone dello sterzo, la regolazione di inclinazione e distanza del volante, la radio Digital Audio Broadcasting (DAB), la porta USB e via dicendo.

mitsubishi-l200-sport-utility-truck-la-nuova-generazione-mac_3378-2[1]

Modello strategico per MMC, l’L200 («Triton» o «Strada» al di fuori dell’Europa), supporta un vasto ecosistema industriale in Thailandia, dove è stata concentrata la produzione – a partire dalla 3a serie – nel «2° Stabilimento» dell’impianto Laem Chabang di Mitsubishi Motors Thailandia.

Questo nuovo L200 punta a vendere 200.000 unità/all’anno (contro le 130.000 unità dell’attuale variante L200), in tutti i mercati globali (esclusi Giappone, USA e Canada), con l’Europa che con il suo 12% rappresenta il secondo bacino per volumi di vendita dopo l’area ASEAN.

In Europa le vendite totali del modello uscente L200 totalizzeranno entro la fine della produzione, all’incirca 220.000 unità; nell’anno solare 2014 – l’ultimo anno completo nel ciclo di vita di questo modello – sono stati venduti 18.371 esemplari (esclusi Russia e Ucraina), pari al 13% del volume delle vendite del mercato MMC europeo (34 paesi) con Regno Unito, Turchia, Francia, Germania e Austria nella Top Five.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email