Home > Automotive > Auto > Ferrari e Maserati ritornano in India

Ferrari e Maserati ritornano in India

Dopo un periodo di forzata assenza i due Marchi rientrano in un Paese con oltre 1 miliardo di persone. Non tutti clienti, ma per una questione di numeri… 

ferrari_india

I due prestigiosi marchi Italiani erano entrati la prima volta nel mercato indiano nel 2011, appoggiandosi allo Shreyans Group che viene nominato importatore ufficiale e allo scopo crea la concessionaria «Automobili Italia Private Ltd».

Purtroppo le cose non sono andate come previsto, dopo 1 anno furono vendute solo 10 Maserati, senza contare le numerose lamentele da parte dei clienti indiani per la carenza di assistenza e servizio da parte del titolare Ashish Chordia. Tra questi, Gautam Singhania, proprietario del Raymond Group, il più importante produttore indiano di capi di abbigliamento con oltre 700 negozi in 200 città.

Una situazione inaccettabile per vetture prestigiose come Ferrari e Maserati, tanto da costringere i vertici a chiudere i rapporti con il gruppo Shreyans e comunicare ai vari proprietari delle vetture, quanto segue: Automobili Italia Private Ltd non è più l’importatore ufficiale Ferrari in India. In assenza di un rappresentante ufficiale, Ferrari garantisce a tutti i clienti ogni tipo di assistenza diretta fino al momento in cui verrà nominato un nuovo importatore”.

Dopo oltre 1 anno di assenza i 2 Marchi ritornano in India

Ferrari è presente dal 26 agosto con 2 concessionari privati, il Select Cars Pvt. Ltd in Mathura Road a New Delhy e Navnit Motors nel Bandra Kurla Complex a Mumbai. I modelli disponibili per i clienti indiani sono la California T Convertibile, 488 GTB Coupé, 458 Spyder, 458 Speciale e F12 Berlinetta. I prezzi al cambio attuale partono da 450.000 a 650.000 euro.

L’assenza di Maserati dall’India è più lunga in quanto è terminata dopo i scarsi risultati di vendite del primo anno. I vertici dell’azienda di Modena hanno detto che per questo rientro si lavorerà in sinergia con il Gruppo FCAI (Fiat Chrysler Automobiles India).

A sinistra: Bojan Jankulovski e a destra Umberto Cini

A sinistra: Bojan Jankulovski e a destra Umberto Cini

In occasione di questo ritorno, Umberto Cini, responsabile del marchio per il Medio Oriente, India e Africa, ha dichiarato: “Questo nuovo ingresso sul mercato è un passo significativo per il nostro marchio nella sua storia di oltre 100 anni”. Da parte sua il responsabile in India per Maserati, Bojan Jankulovski ha aggiunto: “Il nostro ritorno nel mercato indiano è un impegno verso i nostri clienti in quanto vi è una precisa domanda di mercato per prodotti di lusso ed esclusivi, tra i quali le auto”.

I modelli Maserati per il mercato indiano sono 4, Ghibli Diesel, Quattroporte GTS, Quattroporte Diesel, Gran Turismo e GranCabrio, con prezzi da 150.000 a 300.000 euro.

Inizialmente si potranno acquistare presso i rivenditori AMP Supercars di New Delhy, Bagga Luxury Motorcars di Mumbai e Jubilant Autoworks di Bangalore, ma come ha anticipato Bojan Jankulovski: “Stiamo pianificando per espanderci anche in altre città come Kalkata (Calcutta), Hyderbad, Ahmedabad e Chennai”.

[Paolo Pauletta]

Print Friendly, PDF & Email