Home > Automotive > Auto > Opel Adam e cambio Easytronic 3.0: solo vantaggi

Opel Adam e cambio Easytronic 3.0: solo vantaggi

La Casa tedesca lancia un robotizzato di nuova generazione, comodo, economico nei consumi e silenzioso

Opel_Adam 1

Al Salone di Istanbul debutta la Adam con il cambio Easytronic 3.0. Si tratta di un robotizzato di nuova generazione, a cinque rapporti, che abbina i vantaggi del cambio manuale in termini di efficienza, con la comodità di quello automatico. Si basa infatti su una trasmissione manuale dal basso attrito interno, ottimizzata per i motori di piccola cilindrata. In modalità automatica, l’attuatore elettroidraulico espleta le operazioni di inserimento della frizione e l’innesto. A selezionare automaticamente la marcia, provvede poi l’elettronica: sono così garantiti i consumi minori in funzione delle condizioni prevalenti, e la guida diventa estremamente economica; i cilindri idraulici e gli azionamenti elettrici assicurano innesti ideali e rapidi, anche quando il guidatore inserisce manualmente le marce in modalità semi-automatica, spingendo avanti e indietro la leva del cambio.

Opel_Adam 2

La modalità Start/Stop aiuta a ridurre ulteriormente i consumi, soprattutto nella guida urbana. Il cambio Easytronic 3.0, se abbinato al motore aspirato 1,4 litri da 64 kW/87 cv permette – rispetto a un tradizionale cambio manuale a cinque rapporti – un calo dei consumi di 0,4 litri per 100 chilometri nel ciclo misto, con una riduzione delle emissioni di anidride carbonica pari a 10 grammi per chilometro.

Adam 1.4 EcoFlex consuma, pertanto, 4,7 litri per 100 chilometri, ed emette 109 g/km di CO2: l’auto può così passare dalla classe «C» alla classe «B» di efficienza energetica secondo la scala tedesca, approfittando di agevolazioni economiche che, sceglieranno di installare questo cambio (il prezzo è comunque accessibile: 450 euro IVA inclusa) dovranno pertanto «accontentarsi», oltre ai vantaggi sopra descritti, dei tempi di reazione ridotti che permettono innesti più rapidi e fluidi. L’ottimizzazione tecnica è stata possibile grazie ai progressi compiuti su azionamenti, sensori e ingegneria di controllo, oltre che al completo rinnovamento del cambio manuale di base.

In Opel, infatti, hanno sviluppato un set di ingranaggi specifico per questa trasmissione automatizzata. Il rapporto al cambio particolarmente lungo tra le cinque marce riduce la velocità di rotazione del motore col risultato, soprattutto in autostrada, di una piacevole silenziosità. Il cambio Easytronic 3.0 è infine dotato di modalità di «scorrimento» (creep) del veicolo, analoga a quella di un cambio automatico e utile per le manovre a bassa velocità.

[ Alessandro Ferri ]

Print Friendly, PDF & Email