Home > Automotive > Peugeot 207 Super 2000 e i rally: il “vizio” di vincere

Peugeot 207 Super 2000 e i rally: il “vizio” di vincere


Con questo quarto “scudetto” Paolo Andreucci, portacolori di Peugeot Italia, ha conquistato il suo sesto Tricolore, diventando il pilota più titolato di sempre nella storia del Campionato Italiano Rally.
L’equipaggio ufficiale Peugeot è stato protagonista anche del Rally San Crispino – Città di Gubbio: sesta vittoria consecutiva su sei gare, un altro primato per Paolo e Anna nel Campionato Italiano.
La 207 Super 2000 allunga la propria striscia vincente nel CIR: 20 affermazioni assolute, 176 prove speciali vinte. Nessun ritiro in cinque campionati per la vettura ufficiale, grazie anche alla professionalità e alla competenza del team Racing Lions.
Peugeot Italia ovviamente ringrazia e si complimenta con tutti i piloti privati che hanno gareggiato con la 207 Super 2000 e che, con i loro piazzamenti, hanno contributo al titolo Costruttori.
Non potevano mancare i commenti dei protagonisti a questa impresa che ha strappato in anticipo le idee di vittoria a tutte le altre squadre.
Olivier Mornet, Amministratore Delegato Peugeot Italia, ha sottolineato come per lui sia un debutto piacevole: “Sono arrivato in Italia da pochi mesi e la conquista del Campionato Italiano Rally mi riempie di orgoglio. Una vittoria frutto dell’avanguardia tecnica del Leone, dell’impegno e della passione di tutta l’équipe, mai appagata dai traguardi ottenuti in questi anni. Quattro titoli consecutivi dimostrano come la 207 sia protagonista nelle competizioni sportive e nel mercato”.
A sua volta il pilota e campione, Paolo Andreucci: “Sono felicemente frastornato. Credo che, quando un ragazzo si avvicina ad una disciplina sportiva, abbia molti sogni nel cassetto, tra questi, sicuramente, la voglia di lasciare un segno, piccolo o grande che sia, nello sport che ama. Mi rendo conto di aver fatto qualcosa di importante…quando nel 2001 ho visto, per la prima volta, il mio nome nell’albo d’oro del Tricolore mi sembrava di toccare il cielo con un dito, di essere riuscito a coronare tanti sforzi della mia carriera. E oggi, che sono arrivato a quota sei, probabilmente, non mi rendo neanche ancora bene conto del risultato ottenuto. Certo, sono consapevole di aver scritto una pagina importante nella storia del rally…quando ho cominciato a correre avevo il mito di Dario Cerrato, delle sue cinque vittorie nell’Italiano, mi sembrava una cosa impossibile da ripetere, un record che sarebbe rimasto per sempre. E, ora, questo primato non solo l’ho raggiunto ma anche superato. Ci sono riuscito grazie a Peugeot Italia, alla 207 Super 2000 e al supporto, prezioso e costante, di Pirelli. Tre titoli consecutivi insieme al Leone, tre anni di successi costruiti con un gran lavoro di squadra che ci hanno permesso di rendere ancora più performante e affidabile la 207. Mai un inconveniente, mai una noia meccanica pur guidando sempre ai massimi livelli…una superiorità che si commenta da sola. Quando si vince sembra tutto facile e tutto scontato…però direi che questo obiettivo ce lo siamo sudato tutto. La mia dedica per questo campionato va a Alberto, il padre di Anna…sul podio della prima gara della stagione, il Rally del Ciocco, ricordo ancora l’apprensione di tutti per l’incidente stradale di cui era stato vittima… oggi, dopo qualche mese, sta facendo passi da gigante nella riabilitazione…il Tricolore 2011 è per lui, come augurio per la sua rapida guarigione”.
E si allinea a questo entusiasmo anche la navigatrice, Anna Andreussi: « Tre stagioni da incorniciare. Metà dei successi della nostra carriera li abbiamo ottenuti qui in casa Peugeot…sono contentissima anche se, visti i risultati, mi spiace che si sia cominciato a correre insieme così tardi…un rapporto speciale quello che ci lega al Leone e a tutti i ragazzi della Racing Lions,
grazie a loro siamo riusciti ad entrare subito in sintonia con questa grande famiglia e, oggi, siamo felici di esserne parte integrante”.
Le classifiche (provvisorie)
Classifica finale Rally San Crispino – Città di Gubbio
1.Andreucci – Andreussi (Peugeot 207 Super 2000) in 1h28’13” 2. Aghini- Cerrari (Peugeot 207 Super 2000) a 43”4; 3. Batistini – Ciucci (Puegeot 207 Super 2000) a 1’22”7; 4. Perego – Pizzuti (Mini John Cooper) a 1’40”3; 5. Cunico – Pollet (Peugeot 207 Super 2000) a 2’11”5; 6. Trentin – De Marco (Peugeot 207 Super 2000) a 2’18”6; 7. Gianfico – Tolino (Mitsubishi Lacer Evo IX) a 3’03”7; 8. Baldacci –Biordi (Mitsubishi Lancer Evo X) a 3’14”3.
Classifica piloti Campionato Italiano Rally 2011 (6 prove su 8)
1. Andreucci 150 punti; 2. Rossetti, Scandola e Cunico 63; 5. Perico 53; 6. Pisi 38; 7. Chentre 37
Classifica costruttori Campionato Italiano Rally 2011 (6 prove su 8)
1. Peugeot 240 punti; 2. Ford 75; 3. Abarth 67; 4. Citroën 27; Skoda 17

Print Friendly, PDF & Email