Home > Automotive > Attualità > Peugeot Foodtruck «Le Bistrot du Lion»

Peugeot Foodtruck «Le Bistrot du Lion»

Questo esemplare unico del Foodtruck della Casa del Leone, sarà esposto dal 14 aprile alla Milano Design Week 2015 e poi al Padiglione francese dell’EXPO

F1 PEUGEOT FOODTRUCK 4 015

Saranno rimasti sorpresi gli habitué parigini del Carreau du Temple, il famoso mercatino nel cuore del Marais, quando lo scorso 2 aprile si sono trovati davanti la bronzea interpretazione di «Foodtruck», nella quale Peugeot Design Lab (il laboratorio di global brand design della Casa francese), ha sintetizzato le sue idee per una ristorazione veloce e in movimento.

F3 PEUGEOT FOODTRUCK 4 015

Non solo auto

La storia di Peugeot è iniziata più di due secoli fa in Francia, terra della gastronomia e dell’automobile, e quindi, a partire dal 1810 il mulino della famiglia Peugeot si trasforma in fabbrica per iniziare la realizzazione di lame per seghe; la produzione si diversifica ed arriva, nel 1840, a toccare anche gli articoli per la tavola tra i quali il primo macina pepe Peugeot, con meccanismo garantito a vita.

F4 PEUGEOT FOODTRUCK 4 015Nel 2015, Peugeot è l’unico Marchio automobilistico e motociclistico al mondo che continua ad essere attivo nella realizzazione di oggetti per la tavola, ma anche nel design e nell’industrializzazione di modelli per la mobilità individuale – automobili, biciclette, scooter – prodotti in milioni di esemplari. Questa attività ebbe inizio ben 72 anni dopo la conversione del mulino in opificio, con la nascita, nel 1882, del ciclo Grand Bi, poi seguito dalla prima automobile Peugeot.

Da allora, Peugeot ha lanciato sulle strade di tutto il mondo oltre 65 milioni di veicoli.

Dalla tavola al Foodtruck… passando per divani e pianoforti

Questi due secoli particolarmente ricchi di creazioni e di design espressi in campi tanto diversi (si pensi ad esempio al divano ed al pianoforte recentemente realizzati da Peugeot Design Lab) si incontrano oggi per dar vita a un innovativo concetto di «foodtruck», che rappresenta la visione di Peugeot di una ristorazione veloce e di classe al servizio del benessere e del piacere dei sensi.

Questo interessante prototipo, da quanto è dato sapere l’esemplare sembra al momento essere unico, è derivato da un commerciale Peugeot ed è composto dal furgone stesso e da un carrello che, una volta bloccati, «scomposti» ed aperti, si trasformano in una vera e propria zona ristorazione autonoma con tanto di cucina attrezzata, ospitata nel vano di carico del furgone, e di una zona bar (da quanto è dato capire dall’immagine), ricavata quest’ultima nel rimorchio; completano il tutto due contenitori verticali che – una volta distesi in orizzontale, potrebbero essere stivati all’interno dei «corridoi» centrali ricavati nel furgone e nel rimorchio fra i rispettivi banconi e pareti attrezzate.

F2 PEUGEOT FOODTRUCK 4 015

Le fiancate sinistre di entrambe le unità sono completamente apribili ed in questa posizione sono sostenute da una parte dalla o dalle cerniere che la/le uniscono alle cellule dei due mezzi e dall’altra da appositi piedini retraibili, analoga osservazione va fatta sui due tavoli retrattili che, una volta in posizione aperta, vengono sostenuti dal dinale che rimane all’interno del vano di stivaggio e dall’altra da un piedino a colonna che si suppone ripiegabile al di sotto del tavolino stesso.

Facile immaginare infine, guardando l’immagine, che il Foodtruck si possa fermare nei pressi di qualche area attrezzata ed entrare quindi a far parte di un paesaggio urbano provvisto di panchine ed un po’ di verde.

Le orgogliose valutazioni dei responsabili del Foodtruck

Il Direttore del design Peugeot Gilles Vidal, ha precisato:Sin dalle origini, Peugeot ha disegnato e prodotto migliaia di oggetti domestici al servizio della mobilità, che sono altrettante dimostrazioni del nostro sfaccettato know-how industriale, come della nostra capacità di realizzare nuove forme al servizio di una funzione. Il Foodtruck Peugeot scaturisce da quest’eredità: un oggetto mobile, un veicolo in movimento che, una volta fermo, si trasforma in uno spazio di ristorazione viaggiante caratterizzato da forme inedite per un veicolo-ristorante. Il nostro obiettivo è sollecitare al massimo i sensi: la vista, il gusto, l’olfatto, l’udito, il tatto, con una modernità e un’armonia tipiche di Peugeot”.

Cathal Loughnane, responsabile del Peugeot Design Lab: “Gli utenti sono sempre al centro delle nostre creazioni. Per il Foodtruck Peugeot abbiamo pensato sia ai cuochi sia ai loro clienti. Non esistono più confini fra interno ed esterno del Foodtruck, ognuno può vedere quello che lo chef prepara e come si fanno le preparazioni. Il cuoco è vicinissimo ai suoi clienti. Abbiamo voluto anche evidenziare nelle forme la trasformazione di un prima e di un dopo. Un prima, perché quando il Foodtruck Peugeot è in movimento, è un furgone compatto, dotato di tutti i codici stilistici Peugeot”.

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email