Home > Cielo > Aeronautica > Qatar Airways: da Roma decolla il «Dreamliner»

Qatar Airways: da Roma decolla il «Dreamliner»

Battesimo del primo volo della compagnia operato dal Boeing 787 Dreamliner. In continua crescita l’offerta di Qatar Airways da Roma, e per i collegamenti con Doha e oltre 140 destinazioni in tutto il mondo

Qatar 787 Ln 58 air to air

È una compagnia giovane – è nata nel 1997 – e altrettanto giovane è la flotta che porta le insegne di Qatar Airways. Fra i 147 aerei in linea di volo vi sono, attualmente, 43 Boeing 777: di cui 28 in configurazione mista passeggeri/cargo 300ERs e 7 solo cargo, più altri 9 della serie 200LRs. Completano la flotta 85 velivoli Airbus – dai «piccoli» «319» lungo raggio ai quattro giganti «380» – e 18 Boeing 787 Dreamliner. La compagnia ha in ordinazione ulteriori 335 aeromobili: all’ultimo Farnborough Air Show, ha firmato per 100 Boeing 777X, portando gli ordini di Qatar Airways a oltre 335 velivoli, per un valore complessivo di 70 miliardi di dollari.

Viaggiare in comfort

Qatar Airways è sinonimo di qualità del servizio e attenzione al passeggero: un impegno premiato anche nel 2014 agli Skytrax Awards. Questa agenzia di valutazione indipendente ha attribuito per tre volte, alla dinamica compagnia, il riconoscimento per la «Migliore Business Class al mondo» e, per ben otto volte, il titolo di «Migliore Compagnia del Medio Oriente».

Qatar Airways collega l’Italia con Doha, capitale del Qatar, con 35 voli settimanali: due al giorno da Roma e da Milano e un volo giornaliero da Venezia.

Il crescente interesse del nostro mercato ha spinto Qatar Airways a rafforzare la propria presenza sulle rotte per l’Italia. Il volo inaugurale del Boeing 787 Dreamliner, effettuato la sera di lunedì 30 marzo, segna una stagione di novità che interessa direttamente il nostro paese, e che parte proprio dall’incremento del 30% della capacità sulla rotta che collega Roma Fiumicino con l’Hamad International Airport di Doha.

Qatar-787 Dreamliner (14)

L’introduzione dei Boeing 787 sulla rotta Roma-Doha aumenta la capacità da e per la Capitale italiana e migliora le coincidenze con le destinazioni strategiche per il mercato servito da Roma Fiumicino per i viaggi business e leisure. Chi desidera scoprire luoghi dalla storia millenaria come la Cina, può raggiungere più agevolmente Shanghai, Pechino, Hong Kong e Chengdu, ma anche il paese del Sol Levante con voli per Tokyo e Osaka. Con le nuove frequenze, i passeggeri possono inoltre raggiungere con maggiore facilità alcune delle destinazioni orientali più affascinanti come Bali e Giacarta in Indonesia o Katmandu in Nepal.

Siamo orgogliosi di portare a Roma uno state of the art come il Boeing 787 Dreamliner che conferma la politica della compagnia di investire sul mercato italiano, in particolare su Roma Fiumicino. I clienti di Qatar Airways che viaggeranno da e per Roma su questo aeromobile avranno un’ulteriore conferma del nostro servizio 5 stelle. La Capitale, con le sue attrazioni e il suo fascino, è senza dubbio una delle mete predilette del nostro network su cui stiamo puntando”, ha affermato Morena Bronzetti, Country Manager Qatar Airways Svizzera, Malta e Italia.

Il Boeing 787 Dreamliner operativo da Roma offre ai passeggeri un’esperienza di volo unica, grazie alla combinazione tra un capolavoro di ingegneria aeronautica, tecnologie innovative e un’accogliente ospitalità di bordo. I nuovi 787 hanno una configurazione di 22 posti in Business Class, e 232 posti in Economy Class. La maggiore capacità è affiancata da tante altre interessanti novità, pensate per rendere il volo un’esperienza sempre più piacevole per i viaggiatori. I dispositivi per accelerare filtrazione e ricambio dell’aria, e la maggiore umidificazione della cabina, permettono ai passeggeri di beneficiare non solo di maggiore comfort, ma anche di una grande sensazione di benessere. La cabina è più silenziosa e illuminata con luci a Led, i finestrini sono più grandi e gli spazi a disposizione dei passeggeri aumentano del 30% rispetto agli standard del settore. Completa il quadro la pressurizzazione di ultima generazione, che favorisce un consistente risparmio energetico, e consente minore consumo di carburante e ridotte emissioni di CO2.

Al marzo del 2015, risultano operanti 254 esemplari di «787»: il grande bimotore della Boeing (è lungo più di 56 metri e ha un’apertura alare di 60) ha superato i problemi di gioventù che lo affliggevano, ed è in attesa di essere consegnato alle compagnie di tutto il mondo. Il Dreamliner è costruito con un particolare processo produttivo, in base al quale la struttura della fusoliera viene fabbricata in soli cinque pezzi (one piece barrel) poi uniti tra loro. Mentre il tipico processo produttivo di un aereo di alluminio è costituito da delle strutture intermedie (ordinate) che vengono coperte e rivettate con pannelli di alluminio, di solito di dimensioni molto ridotte.

Il numero limitato di pezzi conferisce alla fusoliera maggiore rigidità, e più resistenza. Giova infine ricordare che il Boeing 787, per oltre un quarto (il 27%, per l’esattezza) è prodotto in Italia, precisamente presso gli stabilimenti di Alenia Aeronautica di Foggia, Grottaglie (in provincia di Taranto, a pochi metri dall’aeroporto di Taranto-Grottaglie) e Pomigliano d’Arco. A Grottaglie si producono le sezioni della fusoliera, a Foggia gli stabilizzatori orizzontali dei piani di coda, a Pomigliano le shear tie e frame, mentre le gondole dei motori sono realizzate presso lo stabilimento Aermacchi di Venegono Superiore. Buona parte del cablaggio interno è infine fornito da un’azienda del gruppo Magneti Marelli.

[ Alessandro Ferri ]

 

 

Print Friendly, PDF & Email