Home > Automotive > Auto > Ford Mustang sbarca in Europa

Ford Mustang sbarca in Europa

Dall’apertura degli ordini ad oggi, i configuratori dei siti Ford europei sono stati contattati da più di 500.000 utenti…

Già si sapeva che la notizia del debutto commerciale della Mustang in Europa aveva fatto molto rumore fra gli appassionati di auto sportive ma ciò che probabilmente ha colto (piacevolmente) di sorpresa anche la stessa Ford è stato il gran numero di accessi da parte degli utenti europei ai configuratori della leggendaria «muscle car» (ben più di 500.000) ed alle pagine dedicate alla Mustang (più di 1,1 milioni).

Da sempre iconica e irraggiungibile per gli europei, la Mustang è ora disponibile da questa parte dell’Atlantico in 10 diversi colori, in entrambe le versioni «fastback» e «convertible» e con motore EcoBoost 2.3 da 314 cavalli o V8 5.0 da 418 cavalli.

È dotata, di serie, di cerchi in lega da 19 pollici, sospensioni ed assetto sportivi con impianto frenante Brembo, fari anteriori HID, fari posteriori a Led e diffusore posteriore.

Già dopo la prima settimana «europea», l’iconica «muscle car» dell’Ovale Blu aveva battuto tutti i record risultando l’auto Ford più «configurata» on line di sempre; interessante anche rilevare che metà di tali configurazioni hanno puntato alle vetture equipaggiate con motore EcoBoost 2.3 e l’altra metà sono andate alle più selvagge e potenti V8 da 5.000 cc.

Delle oltre 50.000 configurazioni eseguite sul sito www.ford.it, oltre il 60% dei visitatori ha optato per una Mustang EcoBoost 2.3, portando l’Italia in cima alla classifica, e questo ci sembra ovvio, per non dire scontato, vista l’esosità della tassazione applicata sulla proprietà di questo tipo di auto; gli altri paesi europei che hanno mostrato propensione per questo innovativo turbo da 314 cavalli sono stati la Spagna (59%) e la Francia (55%), per motivi probabilmente analoghi.

Nel Regno Unito ed Germania, i numeri maggiori sono stati invece registrati dal V8 5.0, selezionato rispettivamente nel 54% e nel 60% e la spiegazione, maggior benessere a parte, potrebbe risiedere in motivazioni fiscali di segno opposto.

Ed ancora la preferenza per il cambio manuale è stata del 65%: forse la verde Mustang di «Bullit» oppure l’argentea «Eleonor» di Fuori in 60 secondi sono ancora ben vive nella memoria degli appassionati… molti dei quali – indipendentemente dai film – continuano a preferire questo tipo di cambio in effetti scelto, in Italia, dal 65% di quanti hanno «configurato».

Per quanto attiene ai colori, i più gettonati in tutta Europa sono stati il New York Black e il San Francisco Red. Il nero è il colore preferito anche in Spagna (27%) e Germania (21%), mentre il rosso guida le classifiche in Francia (24%) e Regno Unito (22%); risultati simili a quelli di Spagna e Germania anche per l’Italia che preferisce nell’ordine il New York Black (30%) ed il San Francisco Red (15%), seguiti dal Detroit Blue (13%) e dall’Atlanta White (11%); in assoluto, la Mustang preferita dagli Italiani è nera, equipaggiata con EcoBoost 2.3, cambio manuale e interni in pelle.

L’entusiasmo generato on line dalla Mustang è l’effetto più immediato di un’attesa durata 50 anni”, ha dichiarato Roelant de Waard, vice-Presidente Marketing, Vendite e Assistenza, di Ford Europa. “Per alcuni dei nostri clienti europei, la Mustang è l’auto che hanno aspettato una vita intera”.

Anche gli States non sono stati da meno: nel corso della finale della UEFA Champions League 2014 sono state vendute on line ben 9.300 Mustang, 500 delle quali nei primi trenta secondi.

F14 MUST 015

Questa bella vettura sportiva di scuola americana che più americana non si potrebbe (nella versione V8 ovviamente…) è uno dei pochissimi modelli al mondo ad aver superato la boa del cinquantesimo anno di età e come una Signora che, ancora fascinosa e sexy, decide comunque di rinvigorire un appeal mai perso per far perdere terreno a molte delle sue più giovani concorrenti, la Mustang si rimette efficacemente in giuoco con quest’ultima edizione che, profondamente rivista, è divenuta un po’ più europea senza rinnegare tuttavia le sue origini.

F13 MUST 015

Calandra larga ed aggressiva con un «cavallino» che non «rampa» ma corre (chissà che fine avrebbe fatto quel Mustang se Henry Ford II fosse riuscito negli anni ’60 del secolo scorso ad accaparrarsi la Ferrari… e l’accordo sfumò per poco…), immenso cofano mosso da due nervature, parabrezza inclinato e padiglione da vera fastback coda con accenno di alettone movimentata dai gruppi ottici a tre elementi verticali e, inferiormente da un «piccolo» diffusore al centro degli scarichi laterali.

Gli interni sono impreziositi dal clima dual-zone, da un sistema di connettività con schermo touch da 8 pollici e comandi vocali avanzati SYNC 2. I sedili, bassi ed avvolgenti, sono separati dal grande tunnel centrale con freno a mano rialzato e corta leva verticale del cambio, ed ancora rimaniamo sul classico con il volante a tre razze e la strumentazione analogica.

Eccoci infine ad un listino veramente aggressivo che partendo dai 36.000 euro, iva compresa, per la versione Coupé base con il 4 cilindri Ecoboost da 314 cv con cambio manuale arriva ai 43.000, sempre iva compresa, della versione base sempre manuale equipaggiata però con il più appropriato 5 litri V8 da 418 cv.

I prezzi salgono, ma non più di tanto, in funzione della versione scelta e del fatto che questa sia coupé oppure convertibile; tanto per dare un’idea la versione convertibile più cara rimane, sempre iva compresa, di ben 3000 euro secchi sotto la soglia psicologica dei 50.000 euro.

Se non fosse per il fallimentare superbollo targato «Governo Monti» che ha decretato in Italia la marginalizzazione del mercato di questo tipo di auto (sia del nuovo che dell’usato), molti ci potrebbero fare sul serio un pensierino…

La Ford Mustang è disponibile esclusivamente presso la rete dei Ford Store, i nuovi centri di eccellenza Ford che costruiscono un nuovo rapporto tra l’Ovale Blu e il territorio, portando nelle aree metropolitane l’esperienza di acquisto e possesso più completa e tecnologica.

[ Giovanni Notaro ]

 

Print Friendly, PDF & Email