Home > DueRuote > Nuova Suzuki GSR750 SP: la naked di chi non vuole essere omologato

Nuova Suzuki GSR750 SP: la naked di chi non vuole essere omologato

La naked sportiva Suzuki si arricchisce della nuova versione «SP», con finiture e accessori che ne esaltano il carattere streetfighter. Allettante, fino al 31 marzo, il prezzo di lancio

GSR750-SP-nera-(1)

Suzuki GSR750 è la nuova versione della naked sportiva giapponese creata in collaborazione con Valter Moto Components, il cui allestimento ne esalta l’aggressività, peraltro già al top della categoria nelle performance di guida e prestazioni. Disponibile con e senza ABS, la nuova GSR750 SP si distingue, infatti, per i numerosi particolari pensati per chi vuole distinguersi pretendendo dalla propria moto un carattere davvero unico.

La diversa impostazione della posizione di guida, maggiormente caricata sull’anteriore per trasmettere al pilota maggiori feeling e sensibilità, è stata ottenuta adottando il manubrio Piegabassa che non solo è funzionale allo specifico scopo ma è anche bello a vedersi grazie ai contrappesi Extreme in alluminio anodizzato, caratterizzati dalla stessa pregevole fattura del dado del cannotto di sterzo, delle ghiere di regolazione del precarico molla della forcella e del tappo dell’olio.

 

Se si guarda la moto frontalmente si notano il ricercato coperchio della vaschetta del circuito idraulico del freno anteriore e le piastrine di attacco degli indicatori di direzione ora a Led mentre, posteriormente, salta all’occhio il nuovo portatarga Pista in acciaio, con kit di attacchi dedicato, illuminazione a Led, profilo assottigliato e possibilità di regolazione per meglio assecondare i gusti e le esigenze dell’utente.

Il carattere sportivo e lo spirito da vera streetfighter della nuova GSR750 SP sono evidenziati anche dal puntale inferiore in tinta, dai tamponi paratelaio Street, dallo scarico Yoshimura R11 e dalle livree bianco/blu Suzuki, con finiture blu e puntale bianco, oppure nero Mat, caratterizzata dai particolari color Titanio e dal puntale in nero opaco.

D’altra parte questa nuova Suzuki GSR750 SP, conservando intatte le caratteristiche tecniche del modello conosciuto, rappresenta un riuscito mix di design, tecnologia e prestazioni al top del segmento di appartenenza: il propulsore è il noto quattro cilindri in linea della GSX-R750, ritoccato nella distribuzione e nei condotti per garantire elevate doti di coppia (ben 80 Nm) e linearità di erogazione della potenza (106 cv) proprio in funzione di un impiego stradale.

La naked sportiva Suzuki è stata infatti pensata per il divertimento di guida ed ecco quindi l’importanza di un telaio robusto, compatto e in grado di garantire un’ottimale distribuzione dei pesi. La forcella Kayaba da 41 mm di diametro (con precarico delle molle regolabile) è stata studiata per offrire solidità e consistenza nella risposta mentre il forcellone è collegato ad un ammortizzatore con precarico regolabile su sette diverse posizioni, grazie ad un leveraggio progressivo. La GSR750 è equipaggiata con cerchi in lega leggera di alluminio a tre razze ed un impianto frenante di grande livello, con due dischi anteriori flottanti da 310 mm ed un disco singolo posteriore da 240 mm.

Le diverse versioni di questa Suzuki, tutte franco concessionario partono da 8.090 euro per la versione d’attacco GSR750 SP per passare progressivamente ai 8.190 della GSR750Z SP ai 8.690 della GSR750 SP ABS, ed infine ai 8.790 euro della GSR750Z SP ABS.

GSR750-SP-nera-(12)

L’Offerta di lancio è valida fino al 31/03/2015 presso tutti i concessionari che aderiscono all’iniziativa.

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email