Home > Cielo > Ala Rotante > Airbus Helicopters H160: l’evoluzione dell’ala rotante

Airbus Helicopters H160: l’evoluzione dell’ala rotante

 Airbus Helicopters ha presentato, all’Heli-Expo 2015 di Orlando, un nuovo modello di elicottero destinato a scrivere una nuova pagina nella storia dell’aviazione

H160_Ref_0827__Lorette_Fabre

Heli-Expo2015Chiude i battenti a Orlando in Florida (3-5 marzo) Heli-Expo 2015, l’evento che ogni anno richiama l’industria elicotteristica da tutto il mondo. A differenza delle precedenti edizioni, in cui le industrie internazionali facevano a gara per lanciare i loro nuovi modelli, quest’anno l’attenzione si è concentrata in particolare sulla novità presentata da Airbus Helicopters. L’Amministratore Delegato Guillaume Faury, della divisione del gruppo Airbus – fino allo scorso anno ancora con la denominazione Eurocopter – ha infatti accompagnato il debutto, con uno show di grande impatto mediatico, certamente insolito per la sobrietà dell’azienda franco-tedesca, il simulacro del nuovo elicottero medio H160.

H160_4

Destinato a succedere alla famiglia Dauphin (vedi galleria sotto), l’H160 è, rispetto al precedente, più leggero, più robusto, più resistente alla corrosione e all’affaticamento dei metalli e richiede meno manutenzione. Detiene 68 tecnologie diverse, brevettate da Airbus Helicopters, e innalza gli standard per quanto riguarda le prestazioni, il rapporto costi/efficacia, il comfort dei passeggeri e l’impatto ambientale.

A lungo noto con la sigla in codice «X4», era stato da tempo annunciato con dei curiosi «teaser» degni dell’industria automobilistica (http://youtu.be/NZTVd4UM8FE), volti a esaltare le caratteristiche di nuova generazione del velivolo, dimostrando un’insolita (e apprezzata) sensibilità alle logiche della comunicazione e dell’immagine.

Il primo volo dell’H160 avverrà entro l’anno, e il lancio sul mercato è previsto entro il 2018. La presentazione a livello mondiale di questo nuovo elicottero bimotore, primo elicottero in materiali compositi della storia del mercato civile, avviene in parallelo con l’introduzione di una nuova offerta di supporto e di servizi per i clienti. Novità in linea con il Piano di trasformazione della società, sempre più accentrato sull’obiettivo di offrire agli utilizzatori di tutto il mondo le soluzioni più avanzate ed efficienti. 

H160_3

H160: punto di riferimento per gli elicotteri di medie dimensioni

L’H160 è un elicottero destinato a impieghi diversificati fra cui le operazioni oil&gas, compiti di pubblico servizio, di elisoccorso e di guardia costiera, di trasporto commerciale e di aviazione privata e business: sarà propulso da una coppia di turbine Turbomeca Arrano, ciascuna da 1.100 shp, in grado di contenere l’impatto ambientale aumentando le prestazioni.

H160_2

Il velivolo avrà una velocità massima di 160 nodi, e potrà trasportare 12 passeggeri con un’autonomia di 120 miglia nautiche. Le versioni per i servizi più avanzati (piattaforme petrolifere, per esempio), avranno un’autonomia maggiore (450 miglia nautiche) e 20 minuti di riserva. L’estetica svela il family feeling di Airbus, e la similitudine con il più grande «H175», e l’innovazione dell’abbinamento al rotore Fenestron con il nuovo stabilizzatore bipiano. Un’impostazione voluta per agevolare le manovre in volo a velocità ridotta, e in hovering. Le pale del rotore principale sono costruite con una tecnologia inedita (denominata «Blue Edge») in grado di ridurre l’impatto acustico del 50%, e aumentare il carico utile.

H160_5

Per Airbus l’H160 incarna in pieno i valori aziendali volti a ricercare eccellenza, agilità, coesione e affidabilità. La priorità della società è quella di assicurare la sicurezza di chi utilizza i propri elicotteri, migliaia di persone che, ogni anno, volano per oltre 3 milioni di ore. Airbus conta 23mila dipendenti in tutto il mondo e, detenendo una quota di mercato del 44% nel comparto dell’aviazione civile e parastatale, è leader nel settore e, a livello mondiale, offre la più ampia gamma di elicotteri civili e militari. La flotta attualmente in servizio è di circa 12mila velivoli, operati da oltre tremila clienti in circa 150 paesi.

La presenza sullo scenario internazionale di Airbus Helicopters, e la gestione delle esigenze della clientela, è assicurata grazie ai suoi 29 customer center, alle partecipazioni e al suo network globale di Centri di assistenza, strutture di addestramento, distributori e agenti certificati.

[ Alessandro Ferri ]

 

Print Friendly, PDF & Email