Home > Automotive > 4x4 > Eterno Mercedes «G»: per Ginevra il concept 500 4×4²

Eterno Mercedes «G»: per Ginevra il concept 500 4×4²

Nato per chi vuole sempre di più, nulla concede al compromesso: dal motore ipervitaminizzato (V8 bi-turbo da 422 cavalli) all’assetto, dall’altezza da terra alla capacità di guado è tutto «oltre»

Stanno circolando le prima immagini dell’ultimo modello, presentato come concept, della celebre Serie G, il fuoristrada che ha stabilito sin dal suo apparire nuovi parametri nella mobilità a trazione integrale.

F 3 AMG 6X6

In molti ricorderanno l’inconsueta Mercedes G63 AMG 6×6 a sei ruote motrici, derivata dalla G 63 AMG «normale»; partendo da quella base la Casa della Stella ha «sfornato» l’auto che ciascun appassionato del 4×4 più duro e puro sognerebbe di avere in garage.

Partiamo dall’altezza da terra, la misura che determina la capacità di superare gli ostacoli, misurata staticamente su terreno piano; ebbene qui siamo a 45 cm dal suolo contro i già notevoli 21 della versione di serie, più che un aumento un vero e proprio raddoppio ottenuto grazie all’adozione degli assali a portale, simili a quelli presenti sugli Unimog o sul Volvo C303, ma prodotti, come per il G63 AMG 6×6, da LeTech.

G500_4x4-2

La loro particolare architettura consente una capacità di guado di 1 metro e angoli di attacco anteriore e posteriore rispettivamente di 52° e 54°.

 

Sui cerchi in lega diametro 22” sono montati pneumatici stradali  325/55 R 22 mentre con i cerchi in acciaio da 18” dotati di Beadlock specifici per il fuoristrada, sono montati pneumatici MT 37×12.50. Le sospensioni sono doppie, ogni ruota è cioè servita da due sistemi «molla-ammortizzatore», il primo studiato per un uso normale e l’altro – provvisto invece di controllo elettronico dello smorzamento – per un utilizzo in condizioni limite; di conseguenza due sono le modalità di regolazione dell’assetto (Sport e Comfort). 

Il propulsore è un V8 4 litri bi-turbo, lo stesso montato sulla AMG C63 e AMG GT, ma depotenziato a 422 cavalli, mentre la trazione integrale è dotata di tre differenziali bloccabili.

Dal punto di vista estetico vanno citati i numerosi componenti in fibra di carbonio (fra gli altri il paraurti anteriore, ed i 4 passaruota); sul tetto troviamo una struttura che ospita fari supplementari a Led mentre inferiormente sono state collocate delle barre di protezione della scocca.

Il discorso cambia totalmente nell’esatto istante nel quale si aprono le portiere per accedere in un abitacolo il cui lusso e le cui rifiniture in pelle pregiata e tessuto Dinamica del tipo «Designo Exclusive Package», smentiscono completamente la rudezza dell’aspetto esterno.

La presentazione di questo G 500 4×4² in versione concept potrebbe preludere ad produzione in versione limitata e, come tutti i modelli della Serie G, anche quest particolare 4×4 sarà prodotto in Austria, negli stabilimenti Magna Steyr di Graz.

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email