Home > Mare > Barche > Enfant Terrible e Low Noise campioni mondiali vela d’altura ORC

Enfant Terrible e Low Noise campioni mondiali vela d’altura ORC


Dopo una lunga e difficile settimana con condizioni di vento da 0 a 30 nodi su una flotta molto affollata,i sono laureati due nuovi Campioni del Mondo ISAF a Cres. Alberto Ross, sul Farr 40 Enfrant Terrible, che ha lasciato alle spalle 55 rivali in Classe A e Giuseppe Giuffrè, sull’ M37 Low Noise, che sale sul gradino più alto del podio davanti a 62 rivali in Classe B.
In un campionato pieno di alterne vicende a causa delle condizioni atmosferiche e polemiche sulla linea linea di partenza: “ E’ stata una regata davvero difficile – ha commentato Rossi, che corre con il guidone dello Yacht Club Ancona – e penso ci abbia davvero aiutato regatare nella Classe Farr40. La nostra barca è di serie (nessuna modifica tranne che per 200 kg di zavorra) e il nostro peso equipaggio aveva solo 20 kg di differenza rispetto al limite della classe. Anche la nostra dotazione di vele è la stessa.” Questa è la prima vittoria di Rossi in una regata ORC.
Il successo di Rossi è però in parte dovuto ai punti acquisiti dagli errori di molti avversari, come le squalifiche per le bandiere nere, rotture e altri incidenti a bordo. A volte le condizioni della Bora, altamente instabili, hanno però impedito al Comitato di dare la partenza di più di una regata, anche iniziando la giornata con due ore di anticipo, e questo non ha permesso di raggiungere il numero di sette regate inshore, necessario per poter effettuare lo scarto.
A differenza di Enfant Terrible, Low Noise non è estranea al podio ORC, dopo aver vinto nel 2009 ORCI, titolo di Campione del Mondo a Brindisi. Ma come il vincitore di classe A, Low Noise è solo leggermente modificato rispetto alla produzione di serie M37 design. Il designer Maurizio Cossutti, infatti, afferma che Low Noise ha solo una chiglia lievemente modificata.
Le medaglie d’argento in classe A e B sono Bohemia Express , il Grand Soleil 42R05 di Richard Vojtas , il cui team misto Ceca, portoghese e brasiliano, è stato ben contento di essere tornato sul podio dopo averlo mancato di poco nell’ultimo mondiale a Flensburg, e l’italiano Gianfranco Cioce, Comet 38s Scricca Indeco, progettato dallo Studio Vallicelli. Medaglie di bronzo di classe A e B sono rispettivamente, l’italiana Man , GS42R05 (una gemella di Bohemia Express, ma con una chiglia diversa) di Ricardo Bartolomeo detentore del titolo di Campione Europeo, e Escandalo, M37 di Inna Vaclavovas della Repubblica Ceca.
I Corinthian Trophy sono stati assegnati a Pietro Mosnys su Quebramar, un Judel / Vrloijk 42 provenient e dalla Slovacchia, che ha concluso al 4 ° assoluto nella Classe A, e a Escandalo in Classe B.
I premi per gli armatori – timonieri sono andati a Enfant Terrible in classe A e Scricca Endeco in classe B.
I vincitori del maggior numero di regate inshore sono stati il croato GS56 Marina Kastela in classe A, e l’italiano Iacoppo Lacerra su NM 38S Energy Resources Rewind in Classe B.
Le regate d’altura sono andate a Man in classe A e l’italiano Claudio Semagiotto sul Grand Soleil 40R Despeinada Classe B. “Questo è stato un campionato molto difficile – ha detto il tattico e veterano di Coppa America Tommaso Chieffi – riteniamo che le regate con una flotta così numerosa debbano essere organizzate su due campi diversi con differenti modalità di partenze. Ma abbiamo commesso un errore e dobbiamo accettarlo, ad ogni modo aspettiamo con impazienza la partecipazione al campionato italiano ORC a Trieste nel mese di agosto.”
Per i risultati completi dell’ ORCI 2011 World Championship, video e foto dall’evento del fotografo Dean Miculinic – http://www.scor.hr/regate/2011e/orcwc.htm.
Per ulteriori informazioni sulle regole ORC, sistemi di rating e gli eventi – www.orc.org

Print Friendly, PDF & Email