Home > Automotive > Nuovo impianto di verniciatura dei dischi freno: un must di accesso ai mercati

Nuovo impianto di verniciatura dei dischi freno: un must di accesso ai mercati

Metelli risponde alla crescente richiesta nell’Aftermarket portando al proprio interno il processo per la verniciatura dei dischi freno DSP
 Metelli S.p.A., azienda bresciana nata nel 1962 e specializzata nella produzione di parti auto e uno dei maggiori player nel mercato dell’Automotive, grazie all’installazione di un nuovo impianto al proprio interno garantirà ai propri clienti una maggiore sicurezza nella riuscita della speciale procedura di verniciatura dei dischi freno DSP – Disc Surface Protection, acronimo utilizzato per contraddistinguere una particolare categoria di dischi freno rivestiti di un’apposita vernice tale da impedire alla parte non sollecitata dalle pastiglie freno di ossidarsi.
Con l’introduzione nell’Aftermarket dei Dischi Freno Verniciati, la richiesta di questo tipo di prodotti è incrementata in maniera significativa negli ultimi 3-4 anni, diventando un fattore discriminante per avere accesso in determinati mercati, dove ormai è considerata un “must”.
Con l’inserimento del nuovo impianto di verniciatura in un’area ricavata all’interno del reparto di produzione dei dischi freno debitamente compartimentato secondo le norme antincendio in vigore, dati i requisiti di sicurezza richiesti, la Metelli potrà offrire, con garanzia del proprio nome, un ulteriore servizio prima affidato ad aziende esterne, rafforzando ancor di più la propria presenza nel settore dell’Automotive.
L’impianto di verniciatura sarà composto da due diversi processi: i dischi freno verranno inizialmente sottoposti all’impianto di lavaggio, composto da un lungo tunnel nel quale, trasportati da una serie di mandrini speciali, passeranno attraverso tre diversi stadi di sgrassaggio a caldo effettuato con prodotti ecologici a base acqua. Successivamente i pezzi passeranno nei due stadi di risciacquo ed entreranno in una stazione di soffiaggio in cui verranno parzialmente asciugati dall’acqua prima di entrare definitivamente nel forno di asciugatura. Al termine del ciclo di lavaggio una stazione di raffreddamento riporterà i pezzi alla temperatura richiesta dall’impianto di verniciatura, per poi essere caricati su di esso mediante un robot.
Nella cella di verniciatura due robot appositamente programmati per ogni codice di disco effettueranno invece la spruzzatura della vernice Alutherm R80, vernice sempre ecologica a base acqua. In seguito i dischi transiteranno nel forno di asciugatura ad una temperatura costante di 80 gradi, e di nuovo nello stadio di raffreddamento. A procedura ultimata, prima di essere confezionati e spediti, i pezzi verranno scaricati dall’impianto e sottoposti ad alcuni test, tra i quali la verifica degli spessori di verniciatura e del colore con apparecchiatura elettronica da laboratorio, il controllo della resistenza alla corrosione effettuato mediante l’utilizzo di un’apposita macchina in grado di creare le condizioni richieste per il tipo di test e della resistenza allo strappo tramite l’utilizzo di strumenti particolari che permetteranno di verificare la corretta adesione della vernice alla superficie, il tutto al fine di offrire prodotti e servizi nel totale rispetto delle norme UNI-ISO o specifiche del cliente.
L’installazione dell’impianto di verniciatura, permetterà all’azienda di incrementare notevolmente la gamma di Dischi Freno Verniciati che oggi ne conta 111 su un totale di 832 a catalogo, estendendo l’applicazione della procedura di verniciatura non solo ad auto di alta gamma, scelta intrapresa fin ad oggi, ma anche a quelle di media, incrementando notevolmente il livello di copertura e di conseguenza il peso delle relative vendite.

Print Friendly, PDF & Email