Home > Automotive > Nuovo frontale e nuovi motori per il crossover Renault Koleos

Nuovo frontale e nuovi motori per il crossover Renault Koleos


Il crossover riunisce in sé il meglio dell’Alleanza: progettato e disegnato da Renault, equipaggiato con tecnologie Nissan (soprattutto per la trasmissione 4×4), è prodotto nel sito Renault Samsung Motors di Busan, in Corea del Sud, apprezzato per il suo elevato livello di qualità.
Ma l’evoluzione non riguarda solo il design e l’ambiente interno, nel crossover franco-coreano appaiono anche nuovi motori.
Sul frontale di Koleos le due prese d’aria della precedente versione, disposte ai due lati del logo Renault, lasciano spazio ad una calandra cromata unica e centrale; i fari, ridisegnati e assottigliati, esaltano le linee del veicolo ed il suo carattere sportivo, i retrovisori esterni diventano più moderni, grazie agli indicatori di direzione a LED.
Il profilo del veicolo trasmette robustezza ed un’identità 4×4, con un assetto rialzato, passaruota marcati e nuovi cerchi in lega, ancora più moderni e sportivi, come i nuovissimi bi-tono o i cerchi ”Austral” rinnovati con l’effetto glossy ultrabrillante. Lo stile distintivo della parte posteriore resta invariato: il lunotto, molto inclinato, conferisce al veicolo un profilo fluido, scattante e distintivo.
Inoltre il nuovo Koleos propone, in occasione del lancio, un’inedita tinta Arancio Cayenne, dinamica e molto attuale, che ne mette ancora più in risalto la spiccata personalità.
Le motorizzazioni per il mercato italiano sono tutte a gasolio, con potenza di 150 e 175 cavalli che offrono a questo crossover, lungo 4,52 m e largo 1,85 m, soddisfacenti prestazioni.
Il lavoro effettuato sul motore e sulla trasmissione, ha permesso di ridurre notevolmente le emissioni di CO2 delle motorizzazioni diesel. La versione 4×2, equipaggiata con il dCi 150, ad esempio, emette soltanto 148 g/km rispetto ai 165 g/km emessi dalla vecchia gamma. Con queste prestazioni, Renault Koleos 4×2 si posiziona, in Italia, come il migliore della sua categoria per rapporto potenza/emissioni. Le emissioni sono in ribasso anche per il più potente propulsore diesel, il dCi 175, che passa da 174 a 166 g/km.
Nuovo Koleos è perfettamente a suo agio sia sull’asfalto cittadino che sui tortuosi sentieri di campagna. In versione 4×4, la trasmissione integrale, sviluppata da Nissan, gli assicura reali capacità di superamento ostacoli. In ambiente urbano, la sua sagoma contenuta, lo sterzo preciso e la grande stabilità garantiscono una guida equilibrata in ogni condizione di fondo.
Pratico e modulabile, nuovo Koleos dispone di numerosi vani portaoggetti, il cui volume raggiunge 70 litri. Il portellone a doppia apertura (Clamshell) facilita l’accesso all’ampio vano bagagli (450 dm3 VDA), con la parte inferiore che diventa una piattaforma robusta e comoda come appoggio e che sostiene anche fino a 200Kg di peso.
Il divano posteriore, sdoppiabile 2/3 1/3, è dotato del sistema Easybreak che permette di ribaltare completamente i sedili posteriori con un semplice gesto (grazie ad una leva nella parte posteriore del veicolo) liberando un pianale piatto e regolare ed un volume bagagli di ben 1.380 dm3 VDA.
Il tetto apribile panoramico (in opzione), inoltre, aumenta la luminosità ed il piacere di vita a bordo per tutti i passeggeri.
Tecnologie al servizio del comfort e della sicurezza. Nuovo Renault Koleos dispone, già di serie, di un equipaggiamento molto ricco, tipicamente alto di gamma. Tutta la tecnologia a bordo non è solo utile ma soprattutto di facile utilizzo. L’ergonomia è particolarmente curata e consente una guida serena: l’accesso e l’avviamento del veicolo senza chiave, il freno di stazionamento assistito, l’accensione automatica delle luci e dei tergicristalli o ancora il sistema di navigazione satellitare integrato in plancia Carminat TomTom® Live di serie, con joystick sulla console centrale.
L’utilizzo della radio, del navigatore e del climatizzatore automatico bi-zona è intuitivo, con tutti i comandi a portata di mano.
Sulle versioni 4×4, Nuovo Renault Koleos dispone, inoltre, di serie, dell’assistenza alle partenze in salita e del sistema di controllo della velocità in discesa.

Print Friendly, PDF & Email