Home > Cielo > Aeronautica > Airbus punta in alto… Risultati record nel 2014

Airbus punta in alto… Risultati record nel 2014

L’Azienda, superati gli obiettivi per l’anno appena trascorso, guarda avanti con crescente fiducia

2015_Airbus_annual_press_conf_-_Bregier

Alla Conferenza Stampa Annuale di Airbus, il Presidente e CEO di Airbus, Fabrice Brégier, insieme al Chief Opearting Officer-Clienti, John Leahy, hanno tirato le somme di un anno ancora una volta in crescita, che incoraggia a delineare confini ambiziosi per l’attuale.

La parola ai numeri

● Consegnati 629 aeromobili a 89 clienti (8 nuovi);

● portafoglio ordini: 1.456 contratti da parte di 67 clienti (di cui 14 nuovi);

● consistenza libro ordini: 6.386 aeromobili per un valore complessivo USD 919,3 miliardi

● a prezzi di listino (nuovo record per il settore);

● quota di mercato superiore al 50% nel segmento degli aeromobili da cento e più posti;

● per il nono anno consecutivo, Airbus lavora a «full production». 

Gli ordini evasi

Nel corso dell’appena passato 2014 Airbus ha consegnato:

● il primo A350XWB a Qatar Airways nei tempi programmati;

● 490 aeromobili della Famiglia A320. Nel commentare il dato il Presidente&Ceo di Airbus Fabrice Brégier ha tenuto ad evidenziare, nel corso della conferenza di ieri, il benchmark di questo aereo le cui due versioni «neo» e «ceo» hanno rispettivamente acquisito 1.041 e 504 ordini, mentre il totale degli A320neo venduti (a 70 clienti) ammonta complessivamente a 3.261 aeromobili. Da dire ancora che la famiglia A320 (composta dagli A318, A319, A320 e A321), è la più diffusa nel mondo grazie ai suoi oltre 11.500 aeromobili venduti.

1a320_neo_details-005-2

● 108 esemplari del modello A330;

● 30 aeromobili A380, centrando quindi i propri obiettivi di consegne per questo tipo di velivolo ed aggiungendo le compagnie Asiana, Qatar Airways e Etihad fra gli operatori di questo aeromobile. Le consegne 2014 portano il totale degli A380 operativi a 152 esemplari, gestiti da 13 Compagnie il che fa di questo velivolo il top della linea prodotti di Airbus.

4a380_uae_in_flight_

Queste cifre hanno permesso di registrare il tredicesimo anno consecutivo di crescita delle consegne e superare il precedente record 2013.

Fabrice Brégier, Presidente e CEO di Airbus, ha così commentato l’andamento complessivo dell’anno appena concluso: “Il 2014 è stato un ottimo anno e i team di Airbus hanno non soltanto raggiunto ma superato i propri obiettivi. Airbus ha inoltre compiuto importanti passi in avanti nel diventare un’azienda più veloce, semplice e agile, mentre la nostra strategia di innovazione incrementale ci sta aiutando a consolidare la nostra posizione di leadership in tutti i segmenti di mercato”. 

Gli ordini acquisiti

Il 2014 ha rappresentato il secondo anno più importante nella storia di Airbus che ha incamerato 1.456 ordinativi dei quali 1.321 per aeromobili a corridoio singolo e 135 per i widebody.  81 sono stati gli operatori che hanno preferito Airbus: 67 clienti già a portafoglio e 14 nuovi; di conseguenza, a fine anno il libro ordini raggiungeva un nuovo record per il settore con 6.386 aeromobili per un valore complessivo di USD 919,3 miliardi a prezzi di listino.

Tra i successi commerciali dell’anno, le vendite dell’A330neo (inizio consegne previsto per fine 2017) che ha registrato 120 ordini fermi in soli sei mesi, la conferma del successo riscontrato dagli aeromobili A320neo e ceo che hanno fatto registrare numerosi ordini soprattutto da parte di società di leasing e la decisione dell’americana Delta di scegliere l’A330neo (che verrà lanciato a Farnborough 2015) per i servizi transatlantici e l’A350 per quelli transpacifici.

3a330-242t-delta-airlines-at-station-35_

Da sottolineare che il totale storico degli ordinativi ha complessivamente superato i 15.000 aerei di linea. 

Attività sugli aeromobili

L’Azienda ha comunicato che è partito “il programma di sviluppo dell’A330neo mentre l’A330ceo continua a beneficiare degli sforzi di innovazione incrementale perseguiti da Airbus.

Nel frattempo, il programma A320neo procede secondo la tabella di marcia dopo il primo volo effettuato nel settembre 2014, aprendo così le porte alla certificazione prevista per il terzo trimestre 2015 e alle prime consegne nel quarto trimestre 2015.”

Va sottolineato poi il gradimento da parte del mercato dell’A350 che ha complessivamente  totalizzato più di 780 ordini, tanto che entro 4 anni l’Azienda conta di poterne consegnare 10 al mese mentre sono già in produzione le principali parti dell’A350-1000 le cui prime consegne sono previste per metà 2017.

A350_XWB_Qatar

Ancora va evidenziato che il primo «A330» nella variante MTOW (Maximum Take-Off Weight) ha pochi giorni fa completato con successo il suo primo volo di 3 ore e 30 minuti. Il primo esemplare sarà consegnato in corso d’anno a Delta Airlines. Questa nuova variante presenta inferiori costi di gestione con un range esteso fino a 500 miglia nautiche ed è in grado di volare fino a 15 ore; inoltre costituisce la piattaforma per il futuro A330neo, ciò che va considerato una prova tangibile della strategia di innovazione incrementale di Airbus.

2a330-242t_infographics_

Altri avvenimenti significativi sono stati il primo volo dell’A320neo, avvenuto a settembre 2014 come previsto, e l’attribuzione della certificazione FAA all’Airbus A350-900.

Il nuovo listino prezzi 2015

È entrato in vigore dal 1° gennaio 2015 il nuovo listino per gli aeromobili Airbus, il cui prezzo medio è aumentato del 3,7% (calcolato in base alla formula standard utilizzata da Airbus per il calcolo dei prezzi sul periodo gennaio 2014-gennaio 2015).

L’aumento è stato così commentato da John Leahy, Chief Operating Officer, Customer di Airbus: “I nuovi prezzi 2015 riaffermano il valore della moderna, completa ed efficiente famiglia di aeromobili Airbus. Continuiamo a vedere una forte domanda del mercato in tutti i segmenti per i nostri moderni e innovativi aeromobili. Questo dimostra la soddisfazione dei nostri clienti che beneficiano della combinazione vincente tra costi operativi minimi e il massimo del comfort offerto ai passeggeri”.

Giovanni Notaro

Print Friendly, PDF & Email