Home > Mare > Nautica > Iguana 29, l’imbarcazione che cammina… sulle spiagge

Iguana 29, l’imbarcazione che cammina… sulle spiagge

Un anfibio veloce come un motoscafo e confortevole come un’auto di lusso. Grandi prestazioni sia in acqua che a terra

10_Iguana

L’idea di avere una barca che potesse muoversi anche sulle spiagge, venne a metà degli anni 2000 ad Antoine Brigidou, un ingegnere che abita in Normandia e che, appassionato di mare, aveva l’esigenza di spostarsi liberamente da una spiaggia all’altra e da un’isola all’altra della Manica senza dover ormeggiare al largo e senza la conseguente difficoltà di raggiungere terra.

01_Antoine Brigidou“A Bréhal devo affrontare ogni giorno gli stessi problemi di altri appassionati di mare, difficoltà di ormeggio nel piccolo porticciolo e difficoltà di accesso alle spiagge con un trattore o un 4×4 per le operazioni di alaggio anche di una piccola imbarcazione”.

Stanco di dover affrontare questi problemi, ma affascinato dalle bellezze della Normandia e dalle memorabili esperienze diportiste dalle parti di Mont Saint Michel, Antoine Brigidou ha chiesto al designer Antoine Fritsch di disegnare una barca esteticamente bella e prestazionale, ma anche anfibia!

Alla realizzazione di questo progetto ha partecipato anche l’architetto navale Tanguy La Bihan, che ha già disegnato le carene delle più performanti imbarcazioni francesi.

Formato questo team di progettisti di alto livello, nel 2008 Antoine Brigidou ha fondato la Iguana Yachts con sede a Bréhal, cittadina tra Mont Saint Michel e Caen.

03_Iguana

Dal concept alla famiglia Iguana

Dopo 3 anni di studio, ricerca e sviluppo, nonché numerosi test sia in mare che sulla terraferma, a settembre 2011 viene presentato al Salone di Cannes il prototipo dell’Iguana 29.  Si trattava di un concept rivoluzionario di barca a motore che poteva anche spiaggiarsi e continuare a spostarsi agevolmente. L’idea stravagante piacque molto, tanto che a breve arrivò il primo ordine e nel 2013 venne consegnato il primo esemplare ad un cliente del Bahrein.

04_Iguana

Il principio di base di questa insolita imbarcazione è stato progettato da Tanguy La Bihan che è riuscito ad integrare nella fiancata, un treno cingolato retrattile che non va ad interferire né con l’estetica, né con le prestazioni nautiche dello scafo. Soluzione senz’altro più valida rispetto alle ruote utilizzate su altri veicoli anfibi, ma che sulla sabbia tendono ad affondare.

Questo sistema brevettato «Iguana Mobility System» si differenzia da altri sistemi di rullaggio esistenti per la sua robustezza, semplicità di funzionamento e integrazione perfetta con lo scafo. Tutta la componentistica è realizzata in materiale anticorrosione, i bracci che portano i cingoli sono in alluminio marino 5083, i rulli di rotolamento sono in nylon e carbonio, gli assi in acciaio inox. I cingoli sono prodotti su misura e specifiche, da un importante produttore mondiale e sono rinforzati con kevlar per aumentarne la robustezza.

05_Iguana

Per gestire la fuoriuscita dei cingoli per mezzo di un sistema idraulico e la loro motricità, viene attivato un motore entrobordo a benzina che sviluppa 40 cv e consente una velocità sulla sabbia di 8 km/h. In mare la velocità massima di 40 nodi viene assicurata da un motore fuoribordo con una potenza massima di 300 cv. Il serbatoio carburante di 300 litri alimenta ambedue i motori.

06_Iguana

Exclusive, Classic e Adventure

L’Iguana 29 viene prodotto in 3 diverse varianti:

● «Exclusive» è come il nome suggerisce una imbarcazione esclusiva, realizzata secondo le richieste del cliente e rifinita con materiali pregiati, come pelle e legno, ma anche preziosi. Un modello attualmente in costruzione e destinato negli Emirati Arabi ha il corrimano della scaletta posteriore rivestito in oro 24 carati…

La dotazione di serie dell’Exclusive comprende un tavolo posteriore disegnato dalla designer Vivien Durisotti che può accogliere fino a 7 ospiti, nel quale è stato ricavato un vano bar estraibile con bicchieri in cristallo Saint-Louis.

I divanetti realizzati con 3 diverse densità di imbottitura per migliorare il comfort, sono rivestiti in pelle e per rendere più piacevole l’atmosfera si può contare su un impianto Hi-Fi Bose. La completa strumentazione di bordo è integrata da un navigatore GPS e, come su una vettura di lusso, il timone e il joystick per la mobilità dei cingoli sono rivestiti in pelle.

● «Classic» è meno pretenzioso pur offrendo un comfort di prima classe e come per tutte le versioni, è molto ampia la scelta di colori per lo scafo e per gli interni, comunque in pelle.

● «Adventure» è più essenziale, è rivolto ai pescatori, ai subacquei, ai surfisti e a tutti coloro che vivono sportivamente il mare, ma che non vogliono rinunciare alla praticità di arrivare fino a terra.

11_Iguana

Allo scopo di ampliare la scelta e contenere il prezzo di acquisto, Antoine Brigidou ha voluto affiancare anche una versione più corta, l’Iguana 24 che, pur mantenendo le stesse caratteristiche del fratello maggiore, è lungo 7 metri ed ha un motore fuoribordo con una potenza massima di 150 cv. Uguale quello entrobordo per l’apparato cingolato.

12_Iguana

Pur essendo una imbarcazione di nicchia, al momento richiesta prevalentemente nei Paesi arabi, Antoine Brigidou ritiene che possano essere interessati alle sue «Iguane» anche i corpi della Difesa o della Guardia Costiera e chi fa servizio water-taxi o come tender per maxi yacht.

Il prezzo delle Iguana può variare sensibilmente, dipende dalle versioni e dalle finiture, ma orientativamente si parte da poco più di 200.000 euro per il 24 piedi ai 300.000 euro per il 29 piedi. È in fase di progetto anche un modello da 34 e 36 piedi.

Paolo Pauletta

 

Print Friendly, PDF & Email