Home > Automotive > Progetto Hybrid Metro Mobility

Progetto Hybrid Metro Mobility

Un’iniziativa Toyota che dopo Roma coinvolge i Comuni della Città Metropolitana di Torino nell’obiettivo di diffondere la virtuosa tecnologia ibrida, amante dell’ambiente

FOTO 1

«Hybrid Metro Mobility» è un progetto mediante il quale Toyota Italia vuole diffondere la tecnologia ibrida a favore dell’ambiente e coinvolgere gradualmente i Comuni italiani, nella fattispecie quelli della Città Metropolitana di Torino, nella presentazione di progetti concreti di mobilità sostenibile per la riduzione dell’inquinamento atmosferico nel territorio locale.

Dopo Roma, nella cui centralissima Via Frattina venne realizzata l’area espositiva «The hybrid space» per far conoscere il sistema full hybrid, è stata nei giorni scorsi la volta della città torinese con l’iniziativa – nata dalla collaborazione fra Toyota e l’Assessorato ai Trasporti, Viabilità, Infrastrutture, Mobilità e Politiche per l’Area Metropolitana – che è stata presentata ai Sindaci della Città Metropolitana di Torino e alla stampa nell’Urban Center Toyota.

Alla conferenza di presentazione sono intervenuti il Sindaco Piero Fassino, l’Assessore Claudio Lubatti e Andrea Carlucci, Marketing Strategy, Communication&Lexus Director, Toyota Motor Italia.  Lubatti ha dichiarato che il progetto “Toyota Hybrid Metro Mobility pone l’accento sulla mobilità sostenibile che costituisce uno dei principali obiettivi di ogni Amministrazione moderna e attenta alle esigenze del territorio che rappresenta; la forza di questo progetto, inoltre, sta nell’allargare il proprio raggio d’azione non coinvolgendo la città di Torino, ma tutti i Comuni della Città Metropolitana”. Andrea Carlucci ha a sua volta ringraziato “il Sindaco Fassino e l’Assessore Lubatti per aver Patrocinato e sostenuto questa iniziativa” ed ha poi sottolineato l’orgoglio “di essere riusciti a metterla in atto, si tratta di un’attività originale che per la prima volta coinvolge un territorio molto vasto come quello della Città Metropolitana di Torino. Siamo convinti dell’importanza che la strada della mobilità sostenibile deve essere percorsa insieme a chi opera direttamente sul territorio. Unendo le forze trasmetteremo il messaggio che solo con un approccio condiviso raggiungeremo l’obiettivo comune di vivere in Città più pulite, dove l’Ambiente viene rispettato e tutelato.” 

FOTO 3

FOTO 2Nel corso della conferenza il Sindaco Fassino ha annunciato che le vetture ibride godranno dell’accesso gratuito alla ZTL di Torino. Ma torniamo ai progetti: quello migliore (nuovo, già realizzato o in fase di realizzazione) dovrà essere presentato da un Comune o da una Unione di Comuni entro il 15 dicembre, e dovrà vertere su tematiche quali:

● Incentivo all’utilizzo di mezzi ecologici.

● Interventi per la riduzione dei gas serra e degli inquinanti (CO2, Polveri sottili, NOX e altro) rilevati nelle Città.

● Riorganizzazione del trasporto e della mobilità nei centri urbani.

● Miglioramento della vivibilità e qualità dell’ambiente urbano.

● Innovazione tecnologica nella gestione delle problematiche relative al traffico.

Una Commissione di Esperti selezionerà quello ritenuto migliore che riceverà in premio una nuova Yaris Hybrid donata da Toyota Motor Italia che, come è noto, fa del rispetto dell’ambiente uno dei capisaldi della propria filosofia aziendale. 

FOTO 4

A questo proposito vale ricordare che Takeshi Uchiyamada, Chairman of the Board Toyota ha sempre scommesso sull’ibrido sin dagli Anni ’90 e prevede che nel 2020 le ibride conquisteranno il 20% delle immatricolazioni annue nei grandi mercati mondiali dell’auto. Ad oggi sono infatti circa 7 i milioni le ibride vendute nel mondo, metà delle quali Prius.

Tale risultato scaturisce da una linea aziendale basata da una parte su politiche, processi produttivi, attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle tematiche ambientali e più in generale sulla sostenibilità e dall’altra attuata attraverso investimenti a lungo termine, iniziati molti anni fa, nello sviluppo di propulsori che utilizzino differenti tipi di energia, inclusi elettricità, benzina, diesel e carburanti alternativi.

Ma quello a cui punta già da molto tempo Toyota in tema di riduzione dell’impatto ambientale del settore automobilistico, è la tecnologia ibrida, in quanto applicabile ad ogni propulsore che si decida di rendere il più efficiente ed ecocompatibile possibile.

Giovanni Notaro

Print Friendly, PDF & Email