Home > Mare > Barche > Dall’Amerigo Vespucci al Tankoa S801

Dall’Amerigo Vespucci al Tankoa S801

Una «visione» di Francesco Paszkowski che con l’«S801 Ali d’Oro» vuole reinterpretare la famosa nave scuola italiana Vespucci 

FOTO 1v

Innovazione! Sembra essere questa la parola d’ordine alla Tankoa Yatchs che, anche ultimamente, presentando l’«S693» – in consegna per luglio prossimo – si era fatto ben notare in un segmento particolare come quello dei mega yatch.

Innovazione ma con forte richiamo alla tradizione tanto da inserire nella brochure del nuovo «S801» una pagina dedicata all’Amerigo Vespucci con lo scambio di messaggi, avvenuto nel Mediterraneo nel 1962, fra la portaerei americana USS Indipendence e la nostra nave scuola: “Who are you?” “School ship Amerigo Vespucci, Italian Navy” “You are the most beautiful ship in t he world” quindi, proseguendo, si legge “The concept is inspired by the Amerigo Vespucci, the Italian Navy’s tall ship of 80 meters lenght launched in the 1931. An inspiration that fed our desire to explore a new luxury.”


L’«
S801» viene quindi accomunato all’Amerigo Vespucci nella pari lunghezza (80 metri estendibile, nel caso del mega yacht sino ad 88), nel fascino nonostante i generi siano totalmente diversi e nel concetto «velistico» dei ponti “come sospesi tra mare e cielofluttuano come vele al vento”, cosa che in effetti sembra essere se si osservano i bozzetti diffusi dal cantiere che ancor più dei rendering, offrono questa impressione. 

Con l’«S801» si inaugura la piattaforma 80/88 metri

Il concept del Tankoa S801 si basa su una piattaforma navale di 80 metri (estendibile sino ad 88) di lunghezza per una larghezza di 13,5 metri e circa 2.500 tonnellate di stazza lorda (versione 80 metri).


Questo
mega yacht si svilupperà su 4 ponti ed un sundeck. La prima sezione del ponte principale sarà larga quanto l’imbarcazione offrendo così la massima volumetria del segmento; gli interni saranno ovviamente progettati secondo i desiderata dell’armatore ma, nel caso della versione presentazione, a quest’ultimo sarà riservato un ampio appartamento posizionato a prua del ponte superiore e composto da un’area notte con due cabine armadio, una zona massaggi con sauna privata, uno studio privato ed una grande sala da bagno. Gli ospiti avranno a disposizione cinque cabine VIP con bagno privato posizionate come l’appartamento armatoriale a prua, per ottenere il massimo livello di silenzio e di comfort mentre allo spazio comune interno è dedicato, sul main deck, un enorme salone. 

Tecnologia a go-go: acciaio, alluminio e titanio per una struttura innovativa

Il cantiere ha impostato progettazione e costruzione di questo «S801» in modo da renderlo uno fra gli yacht più innovativi al mondo con scafo in acciaio ad alta resistenza, sovrastruttura in alluminio e rinforzi probabilmente in titanio. 

foto 6v

E, visto che il suo completamento è previsto nei prossimi mesi, solo allora si conosceranno ulteriori dettagli circa le specifiche tecniche, le disposizioni dei sistemi principali e relativa impiantistica come confermato dalla momentanea assenza di dettagli della stessa brochure che, al riguardo, così recita:

Short specs

● Lenght Overall: 80 mt

● Breadth: 13,50 mt

● GRT; 2.500 ton

● Classification: Lloyds + MCA

● General Arrangement: Approved

● Short Specification: Development Phase

● Main System: Development Phase

● Hull Engineering: Development Phase

Questa, infine, la dichiarazione di Michel Karsenti, Presidente di Yacht-Ology e responsabile vendite e marketing per Tankoa Yachts: “Nella fase iniziale del progetto S801/S881 lo scopo era quello di portare sul mercato un approccio diverso. Abbiamo visto negli ultimi anni una serie di disegni fuori dagli schemi in fase di lancio. La maggior parte di loro seguiva la moda del momento, ma sembrava obsoleto dopo un paio di anni. Con questo nuovo progetto, stiamo portando un design radicalmente nuovo che mantiene le basi classiche di un elegante yacht. Questo darà sicuramente al progetto quell’eleganza accattivante «senza tempo», importante per l’acquirente di yacht che vuole ottenere il maggiore valore di rivendita possibile”.

Giovanni Notaro

 

Print Friendly, PDF & Email