Home > Automotive > La Audi R8 GT Spyder: eccezionale potenza e costruzione leggera “Audi ultra”

La Audi R8 GT Spyder: eccezionale potenza e costruzione leggera “Audi ultra”

Vari elementi estetici modificati mettono in risalto il carattere sportivo della R8 GT Spyder. Spiccano gli applicati in colore a contrasto grigio titanio, lo splitter anteriore con doppio labbro, le slanciate alette poste lateralmente nel paraurti anteriore, le scritte GT rosse, i terminali di scarico circolari, il diffusore di maggiori dimensioni e i gruppi ottici posteriori in tecnologia LED dall’alloggiamento scuro e con copertura in vetro trasparente. Su richiesta la Audi fornisce il telaio del parabrezza in materiale composito opaco in fibra di carbonio.
Gli ingegneri Audi sono intervenuti anche sui componenti tecnici di cambio, ruote e freni per ridurre il peso della vettura. Nell’abitacolo, i soli sedili a guscio con telaio in materiale plastico rinforzato in fibra di vetro (PRFV) hanno comportato un alleggerimento di ulteriori 31,5 kg.
Nel classico stile Audi, la R8 GT Spyder è dotata di una leggera capote in tessuto perfettamente idonea alle alte velocità e molto silenziosa. Il soft top, azionato da un motorino elettroidraulico, si apre e si chiude in 19 secondi, anche durante la marcia, fino a una velocità massima di 50 km/h. Il lunotto termico in cristallo, integrato separatamente nella paratia, può essere abbassato o sollevato. Nella paratia è integrato il roll bar, composto da due robuste piastre, che all’occorrenza fuoriescono sotto la spinta di potenti molle.
Il nuovo modello top della gamma R8 offre performance straordinarie. Il V10 da 5,2 litri con basamento in alluminio è un propulsore a iniezione diretta di benzina secondo il principio FSI. La lubrificazione a carter secco garantisce la corretta quantità d’olio anche in caso di massima accelerazione trasversale e longitudinale.
Dotato di gestione elettronica rielaborata, il motore a corsa lunga eroga una coppia di 540 Nm a 6.500 giri e una potenza massima di 560 CV (412 kW). Ogni singolo CV deve muovere solo 2,93 kg. La R8 GT Spyder accelera da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi: la sua spinta propulsiva si placa solo al raggiungimento dei 317 km/h. In ogni condizione di funzionamento, il motore conquista per la capacità di spinta, la grinta e per l’inconfondibile sound del dieci cilindri Audi.
La Audi R8 GT Spyder monta di serie un cambio automatizzato a sei rapporti R tronic dotato di due modalità completamente automatiche. Nella modalità manuale supplementare il conducente può cambiare le marce con i bilancieri al volante o utilizzando il joystick.
Con un carico e un regime elevati il cambio di marcia richiede appena un decimo di secondo. Il programma “launch control” garantisce partenze scattanti a un elevato regime di spunto e ottimale coefficiente di attrito degli pneumatici.
La trazione integrale permanente quattro privilegia la ripartizione sul retrotreno, trasferendo tuttavia all’occorrenza la forza motrice sull’asse anteriore. Insieme al bloccaggio del differenziale sull’asse posteriore, la trazione integrale garantisce un valore aggiunto decisivo in termini di capacità di trazione, stabilità e velocità in curva. Tutte caratteristiche che differenziano la R8 GT Spyder dalle concorrenti a trazione posteriore.
Anche il telaio è frutto di una raffinata lavorazione. Le ruote vengono guidate da doppi bracci triangolari in alluminio, il servosterzo a pignone e cremagliera dà la sensazione dell’eccellente aderenza al fondo stradale. L’assetto rigido abbassa la carrozzeria di circa 10 millimetri. La vettura sportiva aperta ad alte prestazioni monta cerchi da 19” con pneumatici anteriori in misura 235/35 e pneumatici posteriori da 295/30. I grandi dischi in carboceramica estremamente leggeri assicurano eccellente potenza frenante. Il programma elettronico di stabilizzazione (ESP) è dotato di una modalità sportiva e può essere completamente disattivato.
Nell’abitacolo i materiali sono stati scelti con estrema accuratezza e le lavorazioni sono di qualità eccellente. I comandi sono chiari e strutturati in modo logico. L’abitacolo di questa biposto si rivela decisamente spazioso e nella zona anteriore della vettura è disponibile un volume pari a 100 litri per la sistemazione dei bagagli. La paratia posteriore è dotata di tre vani portaoggetti.
Gli interni sono neri e possono essere rifiniti con cuciture a scelta in grigio titano o rosso cremisi. I rivestimenti in Alcantara, anche per il volante sportivo e il telaio del parabrezza, sono di serie.
La Audi fornisce su richiesta il rivestimento in pelle nappa fine. Molti dettagli, tra cui i quadranti bianchi della strumentazione e i loghi R8 GT, conferiscono alla vettura un tocco di raffinatezza. Il “monoposto” tipico della R8, ossia la grande linea ad arco che abbraccia il cruscotto, è in materiale composito opaco di fibra di carbonio.
Nonostante il principio di costruzione leggera “Audi ultra”, la R8 GT Spyder non fa mancare nulla al suo conducente. L’equipaggiamento di serie comprende proiettori e gruppi ottici posteriori in tecnologia LED, il climatizzatore automatico, il sistema di navigazione plus, l’impianto di allarme e il sistema d’informazione per il guidatore con lap timer incluso.
La Audi fornisce su richiesta un potente impianto audio di Bang & Olufsen nonché un’interfaccia cellulare Bluetooth con microfono nella cintura di sicurezza per il massimo comfort di chiamata. Tra le opzioni specifiche della R8 GT rientrano anche sedili a guscio con telaio in materiale sintetico rinforzato in fibra di carbonio, applicazioni opache in materiale composito di fibra di carbonio e rivestimenti dei sedili con logo ricamato.

Print Friendly, PDF & Email