Home > Automotive > 4x4 > Toyota festeggia il 30° Anniversario della Serie 70

Toyota festeggia il 30° Anniversario della Serie 70

Una pietra miliare tra le Land Cruiser della Casa giapponese  sarà prodotta per un anno in versione speciale. E non solo lei…

(01)_Toyota 30° Anniversario

Anche se le tendenze di mercato hanno creato la moda dei SUV e dei Crossover, chi per necessità o per piacere deve affrontare percorsi particolarmente impegnativi, può contare ancora su dei veri fuoristrada. Certo ormai è un mercato di nicchia, almeno in Italia, ma il leader mondiale Toyota produce ancora alcuni modelli adatti a soddisfare le esigenze per ogni utilizzo gravoso, tra questi le ben conosciute «navi del deserto» della serie Land Cruiser.

(02)_Toyota 30° Anniversario

(03)_Toyota 30° Anniversario

(15)_Toyota 30° AnniversarioPer festeggiare il 30° anniversario della Land Cruiser Serie 70 prodotta dal 1984 al 2004 e poi fino ad oggi con la sigla «J7» anche in versione pick-up, la Casa giapponese ha deciso di produrre una Edizione Speciale che sarà in vendita per un anno e sarà accompagnata da un esclusivo set in pelle comprendente la chiave di accensione e il portadocumenti.

(05)_Toyota 30° Anniversario

(12)_Toyota 30° AnniversarioLa struttura del veicolo è quella della Land Cruiser Prado che si caratterizza per la ben collaudata robustezza del telaio e l’affidabilità della meccanica per una lunga durata nel tempo. Esternamente si identifica principalmente per i badge commemorativi sulle fiancate della carrozzeria a 4 porte che aveva già subito un recente restyling, in particolare nel frontale.

La meccanica è quanto di più affidabile si possa chiedere ad un veicolo di questo tipo. Il motore è un V6 a benzina serie 1GR-FE da 4 litri e 231 cavalli con blocco in alluminio e dotato del sistema ACIS (Acoustic Control Induction System) che ne riduce la rumorosità e migliora l’efficienza.

(08)_Toyota 30° AnniversarioIl cambio è un manuale a 5 rapporti con triplo sincronizzatore sul secondo e terzo rapporto per migliorare la manovrabilità e la durata, nonché le marce ridotte.

Il sistema di trazione è part-time, ovvero posteriore con inserimento manuale di quella anteriore in caso di necessità con blocco/sblocco ruota libera automatico. Come optional è prevista la dotazione di bloccaggio elettrico dei differenziali anteriore e posteriore, nonché un sempre utile verricello inserito nel paraurti anteriore.

(11)_Toyota 30° Anniversario

Per garantire una sicurezza di marcia su strada, la Land Cruiser Prado è equipaggiata con SRS (Supplemental Restraint System) airbag e impianto frenante con ABS.

(06)_Toyota 30° Anniversario

(09)_Toyota 30° Anniversario

Tradizionalmente semplici ed essenziali gli interni per nulla impreziositi con quelle rifiniture che abitualmente troviamo anche sulle utilitarie. Tutto è progettato per durare nel tempo pur offrendo un sufficiente comfort.

(07)_Toyota 30° Anniversario

Uniche concessioni, un quasi sempre indispensabile efficiente impianto di condizionamento e come optional il sistema di navigazione T-Connect con schermo da 8” posizionato al centro della plancia.

Per festeggiare questo 30° anniversario della Land Cruiser 70, Toyota ha voluto creare due Edizioni Speciali anche per gli altri modelli della serie Land Cruiser.

Toyota Land Cruiser TX Argento Cross
Toyota Land Cruiser TX Argento Cross

La Prado TX Argento Cross deriva dalla Land Cruiser Serie 150 e si presenta con una esclusiva livrea Liquid Bronze metallizzato, abbinamento di nero e argento per gli interni e colore Dark Grey per i cerchi e pannello strumenti. Il motore è 2,7 litri a 4 cilindri benzina serie 2TR-FE con cambio automatico a 4 rapporti e Full-time 4WD.

(14)_Toyota Land Cruiser ZX Bruno Cross

L’altra Edizione Speciale è la ZX Bruno Cross che deriva dalla Land Cruiser Serie 200. In questo caso la carrozzeria è in colore Ebony e gli interni sono in preziosa nappa. Il motore è un più potente V8 da 4,6 litri serie 1UR-FE con l’evoluta trasmissione Super ECT a 6 rapporti a controllo elettronico con la trazione integrale permanente.

Paolo Pauletta

 

Print Friendly, PDF & Email