Home > Automotive > Peugeot 2008 DKR, le caratteristiche

Peugeot 2008 DKR, le caratteristiche

Il Team Peugeot Total, dopo le anteprime fotografiche, svela alcuni segreti di questa due ruote motrici che sfiderà le 4×4 alla prossima Dakar

M_6977d990-2676-46a4-b2a2-2af81b267ffe
Per equiparare mezzi a due e quattro ruote motrici, il regolamento della Dakar, offre alle prime alcuni importanti vantaggi che Jean-Christophe Landing, responsabile tecnico del progetto Dakar, riassume così: “Nel motorsport, il peso è nemico delle prestazioni. Ora, in questo rallye-raid una vettura a due ruote è autorizzata a trasportare un peso significativamente inferiore ad una 4×4. Può utilizzare anche ruote più grandi, che danno un vantaggio nel superamento degli ostacoli” quali dune, montagne, canyon, deserto di sale, terreni accidentati, e, non da ultimo, l’insidioso feshfesh, una sabbia finissima simile al borotalco ma molto appiccicosa.

Due invece di quattro ruote motrici

M_5e2ae795-5dc6-4028-8b7c-49d7c8f68756Queste sono alcune delle insidie della prossima Dakar che il team Peugeot Total ha deciso di affrontare progettando una due ruote motrici, una scelta tecnica particolare a proposito della quale Bruno Famin, Direttore di Peugeot Sport, dice “Come alla 24 Ore di Le Mans, dove avevamo optato per una carrozzeria chiusa, così ora abbiamo deciso di puntare su un concetto innovativo; nel caso di questo rally-raid, il dilemma era se utilizzare le quattro ruote motrici o puntare solo su due. Dopo una analisi approfondita, abbiamo scelto di ottimizzare lo schema delle due ruote motrici che presenta vantaggi molto interessanti. Ciò consente di limitare lo sbalzo anteriore: la 2008 DKR potrebbe quasi scalare pareti verticali! E non è tutto: la possibilità di una escursione maggiore delle sospensioni – 460 mm invece di 250 mm – agevola il superamento e l’assorbimento degli ostacoli, un vantaggio importantissimo alla Dakar!”.

M_38e8be2e-771e-4f56-91a9-8960239fb02b

Per sfruttare al meglio le possibilità offerte dal regolamento, gli ingegneri Peugeot Sport realizzato una 2RM molto compatta con motore V6 diesel bi-turbo montato in posizione centrale-posteriore; “Posizionare tutti gli organi essenziali in uno spazio così piccolo è stato un vero rompicapo”, ammette Jean-Christophe Landing. “Una macchina piccola tende ad essere maggiormente a proprio agio nella conformazione tipica delle WRC, una configurazione che consente di recuperare il potenziale proprio di una due ruote motrici là dove le 4×4 hanno di solito il vantaggio”.

Altro vantaggio, il tele-gonfiaggio che consente di modificare la pressione degli pneumatici direttamente dall’abitacolo quando ci si avvicina ad una duna o quando se ne esce… Ciò consente di guadagnare minuti preziosi rispetto agli equipaggi delle 4×4 non provviste di un dispositivo del genere.

Il Grip Control  della 2008

M_255b0e0b-0bb5-40b2-9acf-99b7c761be22

La 2008 DKR rappresenta per Peugeot una sfida tecnica ed agonistica spettacolare e, dal punto di vista del marketing, strizza filosoficamente l’occhio al crossover di serie 2008 dotata di tecnologia Grip Control: il loro comune denominatore è la trazione a due ruote motrici e sono entrambe destinate a lasciare l’asfalto, la prima per vocazione, e la sua più urbana cugina per saltuaria necessità. Ma il Leone che hanno in comune punta a portare una due ruote motrici diesel per la prima volta alla vittoria della Dakar. Non ci resta che attendere! 

Giovanni Notaro

 

   

Caratteristiche tecniche 2008 DKR

 

MOTORE

V6 biturbo Diesel a 24 valvole da 2.993 cc situato in posizione centrale posteriore;

angolo bancate 60°; potenza 340 cavalli (coppia 800 Nm); regime max 5.000 g/min, velocità max 200 km/h.

TRASMISSIONE

Trazione 2 ruote motrici con cambio longitudinale a 6 rapporti a comando sequenziale manuale. 

TELAIO

Struttura Tubolare in acciaio e carrozzeria fibra di carbonio.

SOSPENSIONI / FRENI / STERZO

Sospensioni a doppi triangoli con 2 molle elicoidali e 2 ammortizzatori regolabili per ruota; corsa del complesso molla-ammortizzare 46 cm; barre antirollio Anteriori e Posteriori;

servosterzo idraulico.

Freni a disco ventilati (diametro sia anteriore che posteriore 355 mm); doppio circuito idraulico e pinze monoblocco in lega leggera 4 pistoncini.

Cerchi alluminio 17 x 8,5 componibili in 2 parti con pneumatici Michelin 37/12,5/17. 

DIMENSIONI

Lunghezza 4.099 mm; Larghezza 2.033 mm; Altezza 1.912 mm; Sbalzo anteriore 641 mm; Sbalzo posteriore 658 mm; Passo 2.800 mm; Capacità serbatoio 400 lt.

 

Print Friendly, PDF & Email