Home > Automotive > Classic Car Museum di Malta

Classic Car Museum di Malta

Una piacevole sorpresa fuori dai soliti itinerari turistici per gli appassionati di motori

Sta per iniziare il periodo dell’anno da sempre dedicato alle vacanze, soprattutto balneari e Malta è senz’altro una meta straniera privilegiata considerando la vicinanza all’Italia. Con la sua posizione al centro del Mediterraneo, è sempre stata crocevia di culture diverse e i molti siti archeologici che vi si trovano ne sono la testimonianza. Dopo 10 anni dall’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1964, Malta è diventata una Repubblica, dal 2003 fa parte dell’Unione Europea e adotta l’euro come moneta nazionale. Con tante cose da vedere sull’isola e le irrinunciabili giornate balneari, può essere che il periodo previsto per la vacanza non basti, ma i soli 80 chilometri che la separano dalla Sicilia possono indurre a ritornarci sfruttando le varie possibilità di collegamento, sia aereo che navale.

05

Tra le cose da vedere, gli appassionati di auto non possono trascurare una visita al Classic Car Museum di Qawra, località a ovest dell’isola, non lontano dal traghetto per Gozo.

Oltre 100 vetture e memorabilia degli anni ’40, ’50 e ’60 con grammofoni, juke-box e altra oggettistica proposta in ambientazioni d’epoca ricostruite, consentono di apprezzare al meglio la vasta collezione privata esposta negli oltre 3.000 mq del museo.

02

03

Il tutto nasce dalla passione per le auto di Carol Galea, creatore di questo museo.

Carol Galea, proprietario del Classic Car Museum di Qawra

Carol Galea, proprietario del Classic Car Museum di Qawra

La sua professione nel campo dell’edilizia, che ha avuto grande sviluppo dopo l’indipendenza di Malta, gli ha consentito di arricchire costantemente la sua collezione di automobili. Giunto all’età della pensione, anziché tenere gelosamente nascosti questi «gioielli», ha ben pensato di creare una esposizione permanente, forse impropriamente chiamata museo, dove ogni appassionato di auto potesse provare la sensazione di tornare indietro negli anni, forse a quelli della giovinezza, e rivedere quelle vetture o quegli oggetti che probabilmente appartenevano ad un desiderio mai raggiunto.

06a

06b

L’elenco di questi miti dei bei tempi che furono è lungo. Si va dalla Ford Thunderbird cabriolet del ’56 alla Corvette C1 Roadster del ’62, dalla Jaguar E Type spyder alla Austin Healey 100/6, ma anche la Mercedes 190 SL, una Fiat 1200 spyder accanto ad una 124 Spyderamerica.

07a

07b

Da grande appassionato Alfa Romeo, la collezione di Carol Galea è impreziosita da una Giulietta SS, una 2000 spyder e una Duetto osso di seppia.

08a

08b

Tra i modelli anteguerra, una Bean 18/50 Tourer del 1927 e una Austin Seven Roadster del 1927. Interessante e rara la Jaguar XJS Eventer dei primi anni ‘90, con carrozzeria Shooting Brake, uno dei 67 esemplari prodotti dalla carrozzeria inglese Lynx.

09

10

Paolo Pauletta

 

Print Friendly, PDF & Email