Home > Automotive > Peugeot alla Milan Design Week 2014

Peugeot alla Milan Design Week 2014

Peugeot Design Lab, ovvero un ritorno alle origini che vide la  luce nel XVIII secolo

M_e3c7a91a-391f-44e1-a208-bfe5e4504f0c

Peugeot Design Lab è un laboratorio di design al servizio dei clienti esterni al settore dell’auto che Peugeot ha lanciato nel 2012 per meglio utilizzare il bicentenario know-how del Gruppo in tema di creazione industriale. Non tutti sanno – infatti – che Peugeot ad Audincourt iniziò la sua attività alla fine del XVIII secolo come manifattura di trasformazione del cotone, per soddisfare la richiesta di divise per l’esercito di Napoleone Bonaparte; nel 1810 l’attività si diversificò e comprese una fonderia ed un laminatoio, avvicinandosi così al settore meccanico; solo 80 anni dopo, iniziò l’attività automobilistica.

Nel frattempo la produzione passò dall’utensileria semplice agli orologi, alle stecche per ombrelli, alle molle, a componenti in metallo per prodotti di corsetteria ed ancora alle montature in acciaio per le crinoline ma la svolta si ebbe nel 1881, con l’inizio della produzione di biciclette; dalle due alle quattro ruote il passo divenne naturale.

È quindi nel DNA di Peugeot, e del suo Global Brand Design, guardare oltre l’automobile e di questo potrà rendersi conto chi visiterà la Milan Design Week aperta da oggi sino al 13 del mese in zona Tortona, luogo emblematico di quest’appuntamento del design.

peugeot-design-lab-meuble-onyx-001

DIVANO 1Lì, in uno inedito spazio espositivo di 750 metri quadri all’interno di un edificio del primo ‘900 dall’atmosfera industriale, è esposto il sofà Onyx realizzato dal Global Brand Design della Casa francese. Questo sofà, in realtà un monolite lungo tre metri e pesante 400 chili, consiste in una seduta dalla forma lineare realizzata in carbonio hi-tech e pietra vulcanica di Volvic. Quest’opera è accompagnato da sette sculture comprendenti, fra le altre, una lampada, una mensola, un tavolo e una poltrona, tutti complementi, questi, realizzati seguendo il medesimo concetto sul quale si basa la seduta scolpita, spaziando quindi nei materiali – e relativi abbinamenti – dall’ossidiana al cemento, dall’alluminio al quarzo, dalla palma nera al basalto.

peugeot-design-lab-Piano-Pleyel

piano-peugeot-design-lab-pour-pleyel-009Dopo il bellissimo pianoforte recentemente disegnato per Pleyel – uno strumento del tutto peculiare che ha sovvertito i codici del mondo musicale sia per i materiali utilizzati che per il design del tutto all’avanguardia, ecco quindi questa nuova provocazione a proposito della quale Gilles Vidal, Direttore dello stile del marchio, ha sottolineato come Peugeot abbia sin dalle sue origini “disegnato e realizzato migliaia di oggetti, domestici, di uso quotidiano, o al servizio della mobilità”, e a proposito della nuova opera d’arte, ha continuato “con il sofà Onyx, tiriamo un filo di Arianna ellittico tra la concept-car Onyx, connubio tra efficienza e materiali audaci e naturali, e il sofà Onyx, oggetto contrastato ed armonioso”.

peugeot onyx

“Mediante un taglio netto, – ha continuato Vidal – questo contrasto è potente, voluto e sostenuto dal nostro sguardo sui materiali e sulla loro messa in opera: il carbonio hi-tech con la sua trama molto strutturata e tecnica, dalle forme precise al millimetro; la pietra vulcanica con le sue imperfezioni, gestita nelle dimensioni e nelle proporzioni, ma sulla quale accettiamo di non dovere controllare tutto, come il risultato aleatorio del colpo di scalpello dell’intagliatore di pietre”.

È proprio in questo modo che il sofà di Peugeot diviene dimostrazione della possibile convivenza fra materiali “duri” e funzioni “morbide” apparentemente contrastanti.

Giovanni  Notaro

Print Friendly, PDF & Email