Home > Automotive > Solar Roadways, l’asfalto fotovoltaico

Solar Roadways, l’asfalto fotovoltaico

Da un’intuizione di due statunitensi, ecco il prototipo dell’asfalto che genera energia

Era il 2006 quando Scott e Julie Brusaw ebbero l’idea di sfruttare l’asfalto per installarvi all’interno dei pannelli solari, al fine di incamerare energia senza deturpare il paesaggio. Una trovata semplice e geniale: in questo modo le strade potrebbero essere energeticamente autosufficienti, generando energia per l’illuminazione o riscaldamento per sciogliere la neve.

Neve, non ti temo!

E così, dopo otto anni, il sogno di questi due coniugi prende forma con il primo prototipo di Solar Roadways, progettato grazie alla fiducia (e i fondi) della Federal Highway Administration. Il risultato è un sistema modulare adatto a tutti i tipi di strade, urbane ed extraurbane. I primi test, condotti in un tratto di strada coperta dal Solar Roadways in inverno, hanno avuto un esito positivo: le strade, ad esempio, sono rimaste pulite da ghiaccio e neve.

solar-roadway-asfalto-solare

Senza controindicazioni

Inoltre, con l’energia del sole incamerata durante il giorno, i pannelli solari (con LED incorporati) utilizzati dal sistema, sono stati in grado di fornire l’illuminazione notturna. E non parliamo solo di lampioni, ma anche di linee della carreggiata (non più verniciate ma illuminate) e di informazioni in tempo reale che i LED hanno composto sull’asfalto speciale. Il tutto senza compromettere l’aderenza della superficie, assicurata anche alle alte velocità; la durata prevista di ogni singolo modulo, invece, è di ben 20 anni.

Valerio Maura

 

Print Friendly, PDF & Email