Home > Automotive > Nuova Renault Twingo, la francesina “tutto dietro”

Nuova Renault Twingo, la francesina “tutto dietro”

La nuova Twingo è una city-car che va contro corrente: tanto spazio a bordo e un’architettura con motore e trazione posteriore per migliorare la sterzata 

nuova-renault-twingo_3
Sono passati 20 anni dal debutto della prima Twingo (ve la ricordate la famosa Ranocchia?) ed oggi in casa Renault sono cambiate molte cose, non solo per quel che riguarda il look della vettura, ma soprattutto per la meccanica, completamente riprogettata e sviluppata grazie ad accordi presi con il Gruppo Daimler.

nuova-renault-twingo_1

Il progetto della nuova Twingo ricalca, infatti, quello delle future Smart a 2 e 4 posti, basati su una piattaforma con motore e trazione posteriore la cui architettura offre diversi vantaggi; in particolare l’assenza del motore all’avantreno libera l’asse anteriore dai carichi di trazione ottenendo così un decisivo miglioramento dell’angolo di sterzata, qualità utile ed apprezzata negli stretti spazi cittadini ai quali la city-car francese sembra essere elettivamente destinata. L’idea è infatti quella di offrire al pubblico un’auto che riesca a competere nel vasto panorama delle “cittadine”, alle quali vengono richieste agilità, compattezza e naturalmente bassi consumi.

nuova-renault-twingo_2

Ispirata al passato

Nel disegnare la nuova Renault Twingo i tecnici della Losanga hanno preso ispirazione dalla mitica Renault 5 Turbo, icona dei rally degli anni ‘80 che montava il motore in posizione centrale. Si tratta naturalmente di dettagli, come l’inclinazione del lunotto e la forma dei montanti dei passaruota posteriori, ma ai più attenti non sarà sfuggito il tocco sportivo donato a questa piccola city-car. Al momento del lancio la Twingo sarà disponibile in quattro differenti tonalità cromatiche che ne vogliono proprio sottolineare il dinamismo:  Blu Shopping, Bianco Dream, Giallo Race e Rosso Passion.

Sarà svelata a Ginevra

nuova-renault-twingo_5

Per il momento i dettagli tecnici e meccanici, oltre che le foto degli interni, non sono stati ancora svelati e questo è probabilmente frutto di una maliziosa strategia commerciale attuata da Renault. E in effetti dovremo attendere il Salone di Ginevra che aprirà i battenti il 4 marzo; in tale occasione verranno comunicati anche i prezzi delle relative versioni.

Lorenzo Gentile

 

Print Friendly, PDF & Email