Home > Automotive > Egger-Lohner-Elektromobil Modell C.2 Phaeton

Egger-Lohner-Elektromobil Modell C.2 Phaeton

Noto con la breve sigla “P1”, è il primo veicolo realizzato, nel 1898, da Ferdinand Porsche. A “emissioni zero”… essendo azionato da un motore elettrico   

P1- Porsche Museum (2)

P1: motore elettrico

P1: motore elettrico

Il 31 gennaio, nel corso di una cerimonia ufficiale presenziata dal Presidente Wolfgang Porsche e dai vertici della casa di Stoccarda, il primo veicolo realizzato da Ferdinand Porsche ha trovato il suo meritato posto nel Porsche Museum di Zuffenhausen.

Aveva 23 anni quando Ferdinand Porsche decise di motorizzare un calesse, era il 1898 ed erano trascorsi pochi anni (1886) da quando Karl Benz brevettò il primo veicolo con un motore a scoppio, in realtà si trattava di un triciclo, perché il primo veicolo o meglio carrozza a motore con 4 ruote denominato Motorkutsche venne realizzato l’anno dopo da Gottlieb Daimler.

Wolfgang Porsche

Wolfgang Porsche

P1: manometri

P1: manometri

L’elettrico di Porsche

Visti gli albori del motore a scoppio, il giovane Ferdinand Porsche preferì progettare e realizzare un motore elettrico, certo la potenza non era molto elevata, solo 3 cv che in caso di necessità potevano arrivare a 5 cv, ma tant’è che Jakob Lhoner, proprietario insieme al padre Heinrich della fabbrica di auto e carrozze Lohner-Werke a Vienna, decise di chiedere la collaborazione dell’ingegnere Ferdinand Porsche per realizzare un veicolo con motore elettrico: il primo della storia ad emissioni Zero!

P1: mozzo posteriore

P1: mozzo posteriore

In pratica era un calesse con il motore elettrico posizionato sull’asse posteriore dal quale uscivano due semiassi che trasferiscono il moto rotatorio ad una ruota dentata fissata nella parte interna delle ruote in legno a raggi.

La velocità massima era di 34 km/h per una velocità di crociera di 25 km/h con una autonomia di circa 80 chilometri.

Questo innovativo veicolo venne immatricolato a Vienna il 26 giugno del 1898 e a settembre del 1899 venne esposto al Mitteleuropäische Motorwagenverein (MMV) di Berlino, una sorta di Salone dell’automobile organizzato dall’Unione Motoristica dell’Europa Centrale nella Sala delle Armi del Secondo Reggimento di Guardia della Capitale tedesca.

Salone Berlino 1899

P1: motore elettrico

P1: motore elettrico

A conclusione di questo evento Ferdinand Porsche decise di partecipare con la sua “P1” ad una corsa automobilistica su un anello stradale di 40 km da Berlino al sobborgo di Zehlendorf.

Il risultato fu sorprendente, la P1 tagliò per prima il traguardo, distanziando di ben 18 minuti il secondo classificato e fece conquistare la vittoria a Ferdinand Porsche.

Dalle due alle quattro ruote motrici

Lohner-PorscheDi questo primo modello furono prodotti 4 esemplari a cui seguirono altri modelli, anche ibridi, realizzati dalla Lohner-Porsche.

Nel 1900 suscitò molto scalpore il modello “Semper Vivus” presentato al Salone di Parigi per la caratteristica di avere un motore elettrico posizionato su ciascuna delle ruote anteriori, eliminando di fatto ogni tipo di trasmissione.

Lohner-Porsche Semper Vivus

Seguì anche un modello con un motore elettrico per ruota, il primo veicolo a 4 ruote motrici. Purtroppo la tecnologia delle batterie non era ancora molto avanzata e il loro peso penalizzava molto le prestazioni della vettura che pur avendo una carrozzeria al minimo, essendo in pratica un calesse, pesava oltre 1.800 kg.

Lohner-Porsche 4x4

Dopo questi successi, la P1 venne probabilmente riportata in Austria, ma senza darle il giusto valore storico. Dopo oltre 100 anni questo “calesse” con il motore Porsche venne ritrovato da un collezionista nel modo più classico: dentro un fienile.

Venuta a conoscenza di questo eccezionale ritrovamento, la Porsche ha voluto acquistarla e dopo un meticoloso restauro, a parte la carrozzeria andata irrimediabilmente perduta, è stata messa nelle moderne sale del Museo accanto all’ultima nata: la 918 Spyder.

Paolo Pauletta

Caratteristiche

[ Egger-Lohner-Elektromobil Modell C.2 Phaeton – anno 1898 ]

Motore elettrico Tipo ottagonale Porsche
Potenza massima 3 cv / 5 cv
Batterie Tudor system con 44 celle, 120 Ah
Velocità massima 34 km/h
Autonomia Circa 80 km
Trazione Posteriore con differenziale
Trasmissione Semiassi con ruota dentata rapporto 1:6,5
Freni Meccanici + elettrici
Passo 1.600 mm
Ruote Corona e raggi in legno + cintura di gomma
Peso motore 130 kg
Peso batterie 500 kg
Peso totale veicolo 1.350 kg
Posti                                       4

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email