Home > Automotive > Nuova Opel Zafira Tourer: flessibilità di Prima Classe

Nuova Opel Zafira Tourer: flessibilità di Prima Classe

La Opel Zafira Tourer farà il debutto mondiale al 64° Salone Internazionale di Francoforte, che si svolgerà dal 15 al 25 Settembre 2011.

Grazie al perfetto connubio di funzionalità e benessere, Zafira Tourer porta nel segmento delle monovolume la qualità superiore e le tecnologie innovative di Insignia, insieme al linguaggio stilistico Opel: “l’arte scultorea incontra la precisione tedesca”. Il nome “Tourer” indica un vero e proprio salto in avanti: con il sistema di sedute Flex7 ampiamente riprogettato, la terza generazione della monovolume compatta Opel definisce nuovi standard in termini di flessibilità dell’abitacolo e qualità premium. Ma la metamorfosi va oltre la possibilità di trasformare ancor più radicalmente la disposizione dei sedili nell’abitacolo: l’intera esperienza sale di livello. Alla qualità di classe superiore si accompagna una guida rilassata, grazie all’evoluzione del design, un abitacolo spazioso, un telaio migliorato ed evoluto e tecnologie innovative che aumentano confort e sicurezza. Punto di riferimento per la flessibilità, offre ai passeggeri posteriori la sensazione di viaggiare in prima classe.

Quando fu lanciata nel 1999, la prima generazione di Opel Zafira non era solo la prima sette posti nel proprio segmento, ma definiva nuovi standard grazie alla sua flessibilità pienamente integrata a bordo, che consentiva di non dover smontare e mettere da parte i pesanti sedili. Dal 1999, Opel ha venduto oltre 2,2 milioni di unità di Zafira nelle sue due generazioni in Europa. Insieme a Meriva, vettura leader europea nel settore delle piccole monovolume, Zafira ha reso Opel il punto di riferimento per la flessibilità nel segmento delle monovolume.

I tecnici Opel hanno considerevolmente migliorato il sistema di sedute intelligenti Flex7. L’intera terza fila può essere sempre abbattuta a filo con il piano del vano bagagli, mentre la seconda fila è stata completamente riprogettata: non più un divanetto unico, bensì tre sedili individuali e separati che è possibile abbattere e spostare indipendentemente. Per ognuno la regolazione longitudinale è di ben 210 mm. I passeggeri nella seconda fila possono inoltre sfruttare l’originale sistema Lounge Seating che garantisce ampio spazio di seduta ed elevato comfort, proprio come in una limousine. Grazie a un intelligente meccanismo di abbattimento, lo schienale del sedile centrale nella seconda fila può piegarsi su se stesso, trasformandosi così in un comodo bracciolo per i passeggeri dei sedili esterni. Il movimento longitudinale dei sedili esterni in questo caso arriva a 280 mm – 70 mm in più rispetto alla versione standard, e 80 mm in più dell’attuale Zafira. Inoltre i sedili esterni si possono spostare di 50 mm verso il centro dell’abitacolo, una novità assoluta nel segmento.

Questa caratteristica innovativa genera un movimento longitudinale e laterale che garantisce il massimo confort e la sensazione unica di viaggiare su una “lounge su 4 ruote”, con il massimo spazio individuale e la migliore ergonomia, dato che i passeggeri possono cambiare posizione come preferiscono durante il viaggio. Questo accento sul comfort personale rende Zafira Tourer molto più di una vettura famigliare. I designer Opel hanno trasformato un abitacolo flessibile in un’oasi di benessere, un luogo dove rilassarsi e godere di una atmosfera spaziosa, che ci si debba spostare per lavoro o si affronti un lungo viaggio con gli amici.

Caratteristiche uniche per aumentare ulteriormente la flessibilità di Zafira Tourer grazie all’abitacolo particolarmente spazioso e al sistema di sedute flessibile. Zafira Tourer offre un volume di carico di 710 litri nella configurazione a cinque posti (65 litri in più rispetto all’attuale Zafira), e fino a 1860 litri (+ 40 litri) con tutti i sedili posteriori abbattuti. Molti sono i vani di stivaggio, tra cui la rivoluzionaria e multifunzionale FlexConsole, un ulteriore progresso dell’innovativo sistema FlexRail presentato lo scorso anno su Meriva.

Questa innovazione definisce un nuovo standard ed è uno dei tanti esempi della flessibilità di classe superiore di Zafira Tourer. Il bracciolo contiene un vano portaoggetti e, insieme al portabicchieri, può spostarsi lungo le guide di alluminio per essere portato nella posizione desiderata, consentendo di usare in modo flessibile l’ampio spazio tra i sedili anteriori, proprio dove è più accessibile e utile.

Sulla nuova Zafira Tourer debutta anche la seconda generazione del portabici integrato FlexFix, un’  esclusiva Opel. Fino a oggi sono circa 60.000 i clienti Opel che hanno sceltoquesto portabici molto apprezzato, integrato nel paraurti posteriore e che si estrae come un semplice cassetto. Sfruttando l’esperienza della prima generazione, il sistema è stato rielaborato e dotato di un nuovo dispositivo di fissaggio che lo rende ancora più funzionale e facile da usare.

 L’originale frontale con l’aggressiva grafica a doppio “boomerang” dalla parte superiore dei fari a quella inferiore dei fendinebbia, la caratteristica piega centrale Opel e l’aggressiva griglia trapezoidale creano un look dinamico e originale, insolito per una monovolume. Come in tutti gli altri modelli della gamma, i gruppi ottici anteriori sono caratterizzati dalla tipica grafica Opel “ad ala” delle luci di la marcia diurna.

Le forme di Zafira Tourer sono slanciate e aerodinamiche e ricordano un treno ad alta velocità. La linea di cintura sale verso l’alto assumendo la forma di una mazza da golf con l’effetto visuale di spingere il veicolo in avanti, mentre la caratteristica “lama” Opel scolpisce la fiancata e la rende dinamica. La forma ad ala dei fari anteriori si ripete nei gruppi ottici posteriori, e può essere ulteriormente sottolineata dalle luci a LED. La barra cromata orizzontale con il logo Opel si allunga e penetra nei gruppi ottici con una soluzione innovativa caratterizzando Zafira Tourer per il suo aspetto sportivo, sottolineandone l’ampio posteriore e aggiungendo un ulteriore tocco premium.

Per quanto riguarda l’abitacolo, è notevolmente migliorata la visibilità del posto guida, grazie al design completamente nuovo della zona frontale, con i sottili montanti anteriori, gli ampi finestrini laterali e la nuova posizione dello specchietto retrovisore, ora montato sul pannello della portiera.

La qualità premium degli interni è sottolineata dalle forme dinamiche e scultoree e dalla sensazione di comfort e spaziosità. L’atmosfera luminosa e ariosa dell’abitacolo di Zafira Tourer può essere ulteriormente evidenziata dal parabrezza panoramico a richiesta, una innovazione introdotta da Opel nel 2005 nella Astra GTC, che si raccorda con l’ampio tetto panoramico che prosegue fino al posteriore del veicolo.

 Il telaio meccatronico di Zafira Tourer è stato progettato per garantire livelli eccellenti di comfort e sicurezza, e quindi una esperienza di guida rilassata. Rispetto alla generazione  precedente, passo e carreggiata sono aumentati sostanzialmente, a vantaggio del comfort di guida e della stabilità: il passo è ora di 2.760 mm (+ 57 mm), mentre la carreggiata anteriore è di 1.584 mm (+ 96 mm) e quella posteriore di 1.588 mm (+ 78 mm).

Zafira Tourer è dotata dello stesso asse anteriore di Insignia, con sottotelaio isolato e montante McPherson. La disposizione dell’asse posteriore è unica tra le monovolume in quanto, analogamente ad Astra, unisce assale torcente e parallelogramma di Watt.  Una struttura che presenta molteplici vantaggi: garantisce eccellente stabilità/controllo, comfort e isolamento acustico e allo stesso tempo è più leggera e compatta rispetto a un sistema multi-link che, per esempio, non lascerebbe spazio sufficiente all’inserimento del portabici integrato FlexFix . Un’altra rarità tra le monovolume, il sistema intelligente di controllo attivo dell’autotelaio FlexRide aumenta confort e sicurezza di guida (a richiesta sulla Zafira Tourer) adattandosi automaticamente alle condizioni della strada, alla velocità in curva, ai movimenti del veicolo e allo stile di guida personale per garantire la massima stabilità. Tre le possibili impostazioni: l’equilibrata modalità Standard, la modalità comfort “Tour” e la più attiva modalità “Sport”.

Print Friendly, PDF & Email