Home > Automotive > Accessori & Tuning > Fiat ha comprato Chrysler

Fiat ha comprato Chrysler

La Casa americana è ora interamente di proprietà del gruppo Fiat. Cosa cambierà?

fiat-chrysler (2)

A pochi giorni dall’inizio del Salone di Detroit, Marchionne piazza il colpo a sorpresa, acquisendo il 100% delle azioni Chrysler. Già azionista di maggioranza, Fiat ha comprato il restante 41,5% dal fondo del sindacato dei metalmeccanici USA Veba. Così facendo il Gruppo del Lingotto potrà gestire gli oltre 11 miliardi di dollari presenti nelle casse della (ex) azienda americana.

fiat-chrysler (1)

Saldi d’oltreoceano 

Un’operazione giudicata dagli analisti decisamente conveniente per Fiat, visto che il pacchetto azionario di Veba era valutato almeno 4,2 miliardi di dollari, mentre la somma da versare per l’Azienda torinese sarà di 3,6 miliardi di dollari. Una cifra molto inferiore alle stime, che Fiat non pagherà in un’unica soluzione: l’accordo prevede infatti 1,75 miliardi in contanti e 1,9 sotto forma di dividendo straordinario di Chrysler.

2014-Maserati-Ghibli-placement

Si punterà sul lusso

I frutti di quest’operazione finanziaria – portata a termine senza ricorrere ad aumenti di capitale – si vedranno sia a breve termine, con la quotazione del Gruppo a Wall Street, sia a lungo termine, con la concreta possibilità di vedere implementata la gamma di modelli, specie nell’alto di gamma Alfa Romeo e Maserati. Tutto ciò con ripercussioni positive anche per gli stabilimenti italiani, a patto che la liquidità sia reinvestita in un Piano industriale “espansionistico” e non più conservativo, come accaduto negli ultimi anni. Niente più “rebranding” dunque, da domani si tornerà a parlare di nuovi progetti, piattaforme e motori.

Valerio Maura

Print Friendly, PDF & Email