Home > Automotive > Saloni > Audi A8 restyling

Audi A8 restyling

Si rinnova l’ammiraglia di Ingolstadt, con nuovi sistemi tecnologici e fari Matrix LEDaudi-a8-l-restyling_2

A guardarla si fatica a riconoscere le differenze dal modello che va a sostituire, solo piccoli dettagli, come la forma delle prese d’aria e griglie frontali e i gruppi ottici dal disegno più lineare. Ma ciò che caratterizza il restyling dell’Audi A8 è il surplus tecnologico di cui beneficia, giusto per rimanere al passo con la concorrenza, Mercedes Classe S in primis.

Dietro è un salotto

Invariate le misure esterne (è lunga 5,14 metri, larga 1,95 m, alta 1,46 m, con un passo di 2,99 metri), ha i fari diurni a Led oppure Matrix Led a 25 diodi individuali, i quali, in collaborazione con il GPS MMI touch, riconoscono il percorso e adattano il fascio luminoso. Non manca l’Head-up Display, il Night Vision, l’Active Lane Assist ed il Park Assist con visione perimetrale. Non manca l’Audi Connect con navigazione Google Earth e, volendo, impianto audio Bang&Olufsen e sistema Rear Seat Entertainment.

audi-a8-l-restyling_7

Cavalli in crescita

I motori vedono le emissioni inquinanti ridotte del 10% in media. Si parte dal 3.0 V6 TFSI che guadagna 20 cv, arrivando a 310, proseguendo con il 4.0 V8 TFSI 435 cv (15 in più), per arrivare ai due diesel 3.0 V6 TDI da 258 cv (8 cv in più che le “costano” la scocciatura del superbollo) e il 4.2 V8 TDI da 385 cv (+35). Confermate, senza variazioni, la Hybrid da 245 cv, la 6.3 W12 da 500 cv e la S8 da 520 cv. Di serie il cambio automatico tiptronic a otto marce e il telaio adattativo con Audi Drive Select.

Redazione Motori360

 

Print Friendly, PDF & Email