Home > DueRuote > Moto > Sbarca in Gran Bretagna il mondiale Superbike

Sbarca in Gran Bretagna il mondiale Superbike

La famosa pista di Silverstone ospita il nono round del mondiale superbike dove i piloti inglesi possono contare sul fattore “casa”. La nostra speranza è che  Melandri e Giugliano possano ripetere le ottime performance dello scorso gran premio

copertina
Il circuito di Silverstone è un circuito situato vicino all’omonimo villaggio nella contea di Northamptonshire in Inghilterra. È su questo tracciato che si svolse nel 1950 la prima gara del Campionato del mondo di Formula 1. Nato come aeroporto militare della RAF, Silverstone nel 1943 era formato da tre piste triangolari, nel dopo guerra furono raccordate da alcune curve e nacque il tracciato per le corse automobilistiche, e non solo. Le tre piste sono ancora presenti all’interno del tracciato e vengono utilizzate come scalo aeroportuale. Durante il week-end del gran premio, Silverstone diventa uno dei più trafficati aeroporti britannici, tanto che viene creato un apposito centro di controllo del traffico aereo.

Ci siamo lasciati 15 giorni fa con notizie non molto belle, dopo la morte del nostro Andrea Antonelli in Supersport. Una morte tragica per una giovanissima promessa del motociclismo italiano. Sicuramente non si respirerà aria di festa nei box. E Andrea sarà nei cuori di tutti.AndreaAntonelli

Esaminiamo chi potrebbe essere il favorito di questo round in terra britannica: 

Aprilia

aprilia

Ritorna in testa in tutte e due le classifiche sia piloti, con il francese Sylvain Guintoli, che costruttori. Dopo il diluvio di Mosca riesce ad approfittare dello zero del centauro di casa Kawasaki Tom Sykes. Male invece Laverty che colleziona uno zero come pure Giugliano partito straordinariamente dalla pole position. Qui a Silverstone solo Guintoli vinse nel 2012, mentre Laverty ottenne solo due secondi posti. Mai a podio Davide Giugliano, mentre Michel Fabrizio raccolse in passato un secondo e terzo posto. La pista non sembra favorire la RSV4 italiana ma tutto può succedere… 

Kawasaki

kawasaki

Arriva con le ossa rotte dopo la gara di Mosca dove ha collezionato uno zero con il top-rider Tom Sykes e un ottavo posto con il compagno di squadra Loris Baz. Proprio quest’ultimo lo scorso anno ha ottenuto su questo tracciato la sua prima vittoria in superbike in gara 1 ed un ottimo secondo posto in gara 2. Pista indigesta per Sykes mai salito sul podio qui a Silverstone ma deve assolutamente reagire alla disfatta moscovita. Forza TOM! 

BMW

bmw

Il team BMW Golbet ottiene la sua quinta vittoria a Mosca si posiziona in terza posizione costruttori e terza piloti con il nostro Marco Melandri a soli 32 punti da Guintoli quindi di nuovo in corsa al mondiale. Sembra tutto bello. Ma la BMW si ritira dalla Superbike. Avete capito bene… il motivo, spiega Stephan Schaller, General Director BMW Motorrad sono i seguenti: “Questo passo è coerente con il riallineamento strategico del nostro Brand. BMW Motorrad manterrà il proprio coinvolgimento nel motor sport concentrandosi, a livello internazionale, sul customer sport, in tutte le sue declinazioni. Voglio ringraziare tutti quelli che ci hanno supportato in questo viaggio, lungo e di successo.”  Per ora tutta la verità non è venuta a galla… Decisamente siamo molto delusi di questo ritiro speriamo che cambi qualcosa e che BMW rimanga in superbike. Su questa pista Melandri ha ottenuto due terzi posti nel 2011, mentre Chaz Davis raccolse un’ottima vittoria in supersport nel 2011. Entrambi i piloti dovranno trovare una nuova sella per il prossimo anno quindi… Attenti a quei due! 

Ducati

ducati

La casa di Borgo Panigale arriva in Inghilterra con il terzo posto di Mosca conquistato da Ayrton Badovini, quindi con nuove speranze. Il team lavora alacremente e si spera possa ottenere i risultati ambiti. Carlos Checa ha riportato due vittorie nel 2011 anno del mondiale conquistato sempre con una Ducati, mentre Ayrton Badovini, su questa pista, ottenne lo scorso anno un ottimo terzo posto. Auguriamoci di vedere una Ducati ancora sul gradino più alto del podio. 

Honda

honda

I due centauri di casa Honda sono reduci dalla massacrante gara dell’endurance: la Otto ore di Suzuka. Vinta proprio da Leon Haslam in coppia con Michael Van Der Mark pilota della Supersport ma sempre facente parte del team Pata Honda. Dopo una gara massacrante e con una gamba ancora non in perfetta forma, Haslam ha compiuto il miracolo. Male purtroppo il compagno Jonathan Rea costretto ad un amaro ritiro. Ma torniamo a Silverstone. Su questa pista entrambi i piloti Honda hanno ottenuto due podi, non hanno mai vinto una gara. Ma entrambi sono britannici e potrebbero sferrare il colpo grosso… Attenzione! 

Suzuki

suzuki

La casa di Hamamatsu migliora piano piano ma i passi sono decisamente molto piccoli. Finora la Suzuki non ha ottenuto nessun podio, forse Leon Camier può guadagnare  qualche risultato essendo anche lui inglese. Qualche speranza la si può riporre anche sul suo compagno di squadra il francese Jules Cluzel che lo scorso anno vinse la gara in Supersport. Staremo a vedere!

Stefano Rondinelli

 

SBK [Inghilterra] Silverstone 4 agosto 2013

cartinaPista

Venerdì 2 agosto 2013

Prove libere: ore 11.45

Qualifiche: ore 15.30

 gilrs3

Sabato 3 agosto 2013

Qualifiche: ore 9.45, Diretta Italia 2

Prove Libere: ore 12.30, Diretta Italia 2

Superpole (1): ore 15.00, Diretta Italia 1 e Italia 2

Superpole (2): ore 15.20, Diretta Italia 1 e Italia 2

Superpole (3): ore 15.40, Diretta Italia 1 e Italia 2

 gilrs1

Domenica 4 agosto 2013

Warm-up: ore 9.20, Diretta Italia 2

RACE 1: ore 12.00, Diretta Italia 1 e Italia 2

RACE 2: ore 15.30, Diretta Italia 1 e Italia 2

gilrs2 

Print Friendly, PDF & Email